Latina-Siena: Le pagelle del Fedelissimo

Lamanna Serata tranquilla di scarso lavoro, vista la buona vena di tutto il nostro reparto difensivo e la scrsa vena delle punte avversarie. 6,5

Belmonte Colonna portante della difesa a 3 o 4 che sia. 7   

Feddal Carattere da vendere, tiene bene in difesa, senza strafare quando c’è da ripartire. 6,5

Dellafiore Solita buona prova di un giocatore su cui si può sempre fare affidamento. 7

Angelo Partita ad altissimi livelli per il tornante brasiliano. Ritmi elevati, dribbling e ieri anche tiro in porta. Inesauribile. 7,5

Spinazzola Non è stato il miglior Spinazzola, ma le sue giocate sono risultate utili. 6,5

Giacomazzi Ha fatto un patto col diavolo e si vede… pare un esordiente tanta è la voglia di giocare e il carattere che mette in campo. Ieri è tornato a giocare nel suo ruolo originario e ha siglato la sua splendida gara con una rete. 8

Vergassola Tornato in grande forma, è stato l’anima del centrocampo, mettendo la sua esperienza al servizio della squadra con grande successo. 7

Valiani Alzi la mano chi si ricorda una partita giocata male da Valiani. Fiato e carattere,instancabile un giocatore che una società normale dovrebbe tenere a vita.7,5

Rosina La classe non è acqua e ieri lo si è visto bene. Nel mondo calcistico, in Italia in particolare,è difficile vedere applaudito un giocatore dall’intero stadio, è successo solo ai grandi campioni. Ieri Rosina ha ricevuto la standing ovation dello stadio di Latina, cosa si può dire di più della sua prestazione? Fuoriclasse. Il migliore 9

Cappelluzzo Il ragazzino si danna l’anima per mettersi in mostra facendo valere il suo fisico. a volte ci riesce altre no, ma dimostra ampiamente di poter essere utile alla causa. 6,5

Jordà Entra e segna, come aveva già fatto. Questo ci si aspetta da lui. 6,5

Pulzetti n.g.

Thomas n.g.

 

Positivo Abbiamo visto un Siena vivo, spumeggiante ed in forma come forse non ci aspettavamo. Ha dominato dal primo all’ultimo minuto senza concedere niente ai laziali. Cambia modulo, ma carattere e grnitasono gli stessi. I passi falsi di qualche settimana fa sono nell’archivio dei ricordi. con un Siena così, guidato da un Rosina formato mondiale, possiamo sognare ancora. Il Siena di beretta è un gruppo vero e lo si vede a conferma di questo è eloquente il gesto di Rosina dopo la sua rete da manuale

Negativo Niente, davvero niente.

Antonio Gigli

 

Fonte: Fedelissimo Online