Latina-Siena 0-3

Latina: Iacobucci, Brosco (1′ st Jefferson), Cottafava, Esposito, Milani, Ristovski, Viviani, Crimi, Alhassan, Laribi (25′ st Bruno), Ghezzal (21′ st Cisotti). A disposizione: Tozzo, Bruscagin, Gerbo, Morrone, Chiricò, Ricciardi. All. Breda.

Siena: Lamanna, Angelo, Belmonte, Dellafiore, Feddal, Vergassola (40′ st Pulzetti), Giacomazzi, Valiani, Rosina (48′ st Thomas), Cappelluzzo (21′ st Rafa Jordà); Spinazzola. A disposizione: Farelli, Manes, Ceccarelli, Proia, Fabbrini, Scapuzzi. All. Beretta.

Arbitro: Di Bello (Peretti-Citro, Borriello).

Marcatori: 29′ pt Giacomazzi, 8′ st Rosina, 43′ st Rafa Jordà.

ESPULSI nessuno. 
AMMONITI Esposito (L), Viviani (L), Giacomazzi (S), Ghezzal (L) e Ristovski (L) per gioco scorretto. 
SPETTATORI: 5.932 di cui abbonati 4.185. Senesi 94
NOTE Tiri in porta 1-8 (con un palo). Tiri fuori 5-4. In fuorigioco 3-1. Angoli 8-7. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. 

Alla fine non sará contento Di Biagio, ospite illustre della serata, in tribuna per visionare la mediana verde del Latina (Viviani su tutti). Il Siena, che domina in lungo e largo, sblocca la gara con la zuccata imperiale di Giacomazzi, giovincello uruguagio classe '77, e la chiude con uno straordinario Rosina e il subentrato Jordà, che da qualche mese hanno superato i trenta. Per non parlare di Valiani e Vergassola, onnipresenti a centrocampo, e Angelo, che colpisce pure il palo. L'astinenza offensiva pare finalmente finita. Tre reti alla terza difesa del campionato danno una grande iniezione di fiducia per le prossime due partite. Quello che è certo è che da adesso la Robur ha il destino tra le mani.

Non ci sono sorprese nell'undici di Beretta: stesso modulo della partita precedente con Vergassola e Giacomazzi a fianco di Valiani a centrocampo (fanno 109 anni in tre). Nel Latina sorpresa solo in avanti causa la doppia assenza di Paolucci e Jonathas; giocano Laribi e Ghezzal, ex di turno insieme a Iacobucci.

All'8' tempestivo Lamanna che esce su Ghezzal; l'algerino era comunque in offside. Al 9' ci prova Feddal con un potente sinistro che esce alto non di molto. All 11' Rosina calcia male una punizione potenzialmente interessante. Al 12' pericoloso il Siena con Rosina, che di destro impegna Iacobucci da posizione defilata dopo un intelligente velo di Giacomazzi. Al 15' debole il tiro di Rosina, che è comunque entrato bene in partita. Al 21' Ghezzal spreca una ghiotta palla gol calciando sull'esterno della rete solo contro Lamanna. Al 24' risponde il Siena: ottima difesa del pallone di Cappelluzzo che vede l'imbucata centrale di Giacomazzi, la cui conclusione è ribattuta all'ultimo da Brosco. Al 27' schema bianconero da angolo: palla a Valiani che dal limite controlla e lascia partire un collo destro che sfiora la traversa. Al 29' si sblocca la gara; Rosina su punizione da sinistra trova Giacomazzi che anticipa Iacobucci e di testa mette dentro. Al 34' Esposito abbatte Rosina che probabilmente sarebbe andato a rete; Di Bello qui estrae il giallo. Al 40' giallo a Viviani per un intervento in ritardo su Angelo. 

La ripresa inizia con Jefferson, attaccante, al posto di Brosco, difensore. Al 7' cost to cost di Rosina che chiude l'azione con un meraviglioso sinistro che incrocia sul secondo palo: 2-0! Al 14' termina alta la punizione calciata da Viviani. Al 15' il sinistro di Ristovski è ribattuto da Belmonte. Al 17' giallo a Giacomazzi che ferma una ripartenza nerazzurra. Al 19' ammonito Ghezzal. Al 20' Jordá rileva Cappelluzzo, poi Ghezzal esce tra i fischi, al suo posto Cisotti. Al 24' iniziativa centrale di Angelo, che con una rasoiata centra il palo esterno a portiere battuto, poi il Latina si gioca l'ultimo cambio: Bruno rimpiazza Laribi. Al 31' sfonda Spinazzola sulla fascia ma giunto in area si vede negare il gol da un grande intervento di Iacobucci. Al 35' finisce di poco a lato il tiro deviato di Crimi. Al 39' Pulzetti sostituisce Vergassola. Al 42' tris del Siena: da un tiro sbagliato di Angelo ne esce fuori un assist per Jordà, che dal limite non sbaglia centrando l'angolino alla destra del portiere. Al 3' dei quattro di recupero standing ovation dell'intero stadio per Rosina, che esce al posto di Thomas. Nel finale Lamanna nega la rete a Viviani.
(Dal nostro inviato a Latina Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fedelissimo Online