L’Aquila vince il secondo torneo in memoria del “Guaspa” e di Arturo.

“Cuori bianconeri benvenuti al Franchi”! È iniziato così, con l’inconfondibile voce di Giacomino speaker ufficiale delle partite del Siena, il pomeriggio dedicato al secondo quadrangolare di calcio organizzato per ricordare i due grandi tifosi – Arturo Pratelli ed il  popolare “Guaspa” – grandi tifosi della Robur che ci hanno purtroppo prematuramente lasciato da pochi anni.

Sul prestigioso tappeto verde del “Rastrello”, com’è ormai consuetudine, giovani e meno giovani calciatori divisi in quattro agguerrite formazioni che hanno dato vita ad un avvincente quadrangolare: “Amici del Guaspa”, “Amici di Arturo”,  Contradaioli dell’Aquila e Contradaioli della Selva hanno dato vita ad una divertentissima serata fatta di reti, di parate e clamorosi pali, di fortunosi salvataggi sulla linea e giocate a volte avventurose ed a volte degne di ben altri palcoscenici. Vecchie glorie del calcio dilettantistico senese e promettenti ragazzi non hanno insomma lesinato impegno, fantasia e sano agonismo, tutto all’insegna dell’amicizia e della massima correttezza.

Per la cronaca la finale tra selvaioli ed aquilini è stata vinta da quest’ultimi ma poco importa perché questo sabato 7 maggio, davanti ad un pubblico numeroso e festoso, hanno vinto davvero tutti, per prima la solidarietà perché il ricavato della serata, conclusa con una cena conviviale nei locali del Circolo “La Tuberosa” (tra cori inneggianti al “Guaspa”, ad Arturo ed alla Robur) sarà destinato all’Associazione “Insieme Bambini Onlus” per l’acquisto di un macchinario per l’ospedale delle Scotte ed e alla QUAVIO, da sempre impegnata a sostenere i malati oncologici.

Appuntamento fissato per tutti al prossimo anno, dunque, ed ora e sempre nel ricordo del “Guaspa” e di Arturo: FORZA SIENA! (Mario Lisi)

Fonte: FOL