La storia siamo noi: 3 marzo 2002: il Siena batte il Cagliari e inizia la grande rimonta

Quattordici partite per salvare la serie B. De luca richiama Beppe Papadopulo, che ha a disposizione solo 14 partite per risollevare il Siena che viaggia in fondo alla classifica. La prima la perde a Salerno, nelle altre compie un vero capolavoro: nove vittorie, tre pareggi e una sconfitta, 30 punti sui 39 a disposizione. Primo tassello la vittoria sul Cagliari grazie ad una rete di Argilli che solo poche settimane prima aveva rinunciato ad un trasferimento per lui vantaggioso, per non abbandonare la maglia bianconera. Il Siena si salva a Genova contro la Samp, in quello stadio che solo dopo alcuni mesi farà da palcoscenico alla più grande impresa sportiva della Robur.

Siena

Cejas, Martinelli (67’ Rahozhkin), Mandelli, Mignani, Radice, Caracciolo, Passoni, Argilli, Pinga (’69 Sciaccaluga), Jeda, Scalzo (85’ Rossi M.)

All: Papadopulo

Cagliari

Pantanelli, Modesto, Circati (’83 Grassadonia), Lopez, De Angelis, Abeijon, Conti, Lucent i(’65 Gorgone), Esposito, Cammarata (’75 Negri), Suazo

All: Sonetti

Arbitro: Farina di Novi Ligure

Marcatori: 15’ Argilli

Queste le quattordici partite della rimonta:

Salernitana-Siena 1-0, Siena-Cagliari 1-0, Siena-Messina 1-0, Como-Siena 0-1, Siena-Cosenza 2-0, Palermo-Siena 0-2, Siena-Bari 1-1, Pistoiese-Siena 0-2, Siena-Empoli 1-1, Reggina-Siena 1-0, Siena-Crotone 2-1, Cittadella-Siena 1-1, Siena-Napoli 2-1, Sampdoria-Siena 0-1

Fonte: FOL