La storia siamo noi: 24 maggio 2003 il Siena conquista per la prima volta la serie A

La notte di Genova, le lacrime di Paolo De Luca, la gioia della squadra, l’emozione e la felicità di un popolo che aveva raggiunto un obiettivo che nessuno aveva mai sognato prima. Già il sogno, il Grande Sogno di un Grande Uomo, messo lì per accompagnare la Robur verso un mesto ritorno nelle serie inferiori che si ribella, esce dal controllo e spariglia le carte di una parte della città che aveva programmato e preparato ben altro epilogo.

Quel campionato, quella cavalcata stupenda, quel risultato incredibile nessuno lo può dimenticare o cancellare.

Fu la vittoria di Paolo De Luca, della sua famiglia, di una squadra dai grandissimi valori umani e tecnici, di un allenatore che a Siena ha raggiunto il top, di Nelso Ricci che con quattro palanche costruì un capolavoro.

Quella notte è ormai lontana, così come il Grande Sogno e la Lucida Follia, per questo urliamo ancora più forte: grazie Paolo, grazie a tutti i protagonisti

GENOA – SIENA 1-3

GENOA: Brivio, Rossini, Chini, Giacchetta, Malagò, Bressan, Boisfer, Breda, Bouzaiene (13′ st Mascara), De Francesco (24′ st D’ Isanto), Mihalcea.

In panchina Barasso, Cvitanovic, Scantamburlo, Moscardi, Mhadhbi).

Allenatore: Alberto Lavezzini

SIENA: Fortin, L. Martinelli, Mignani, Mandelli, Radice, Riccio (17′ st Agostini), Cavallo, Ardito (27′ pt Rubino) (9′ st Brambilla), Taddei, Pinga, Tribocchi.

In panchina Taglialatela, D. Martinelli, Argilli, Ghirardello.

Allenatore: Giuseppe Papadopulo

ARBITRO: Tombolini di Ancona

RETI: nel pt 2′ Chini, 28′ Pinga, 46′ Taddei; nel st 39′ Tiribocchi.

NOTE: angoli: 10 a 2 per il Genoa. Recupero: 2′ e 5′

Ammoniti: Boisfer, Giacchetta, Bouzaiene per gioco scorretto;

Spettatori: 20.000 di cui 3500 da Siena