La storia di Luigi Canotto capocannoniere del Torneo di Viareggio

Canotto è nato il 9 maggio 1994 in Calabria, per la precisione a Rossano Calabro; proprio con la squadra della sua città, la Rossanese, si fa conoscere giocando ancora minorenne ben 26 partite in Serie D (e siglando anche un gol). Ecco che dunque arriva il Siena che lo porta in Toscana aggregandolo alla squadra Primavera, salvo poi cederlo in prestito alla neonata Salerno Calcio, sempre nei Dilettanti. In Campania non lascia il segno così nel gennaio 2012 fa ritorno a Siena per continuare a crescere. Quest’anno in campionato ha disputato 18 partite segnando 6 gol, prima dell’esplosione nella Torneo di Viareggio dove con la doppietta di ieri rifilata al Genoa è capocannoniere del torneo con 5 reti insieme a Martinez del Genoa.

Canotto calcia indifferentemente di destro e di sinistro, può giocare punta esterna, preferibilmente a sinistra partendo largo per poi accentrarsi; dopo esser rimasto a secco all’esordio contro il Bruges, ha cominciato a segnare e non si è fermato più: contro l’Atalanta il rigore decisivo (1-0), stessa modalità e risultato contro il Belanica Strumica; quindi nei quarti ha aperto le danze con la Virtus Entella , nei quarti doppietta al Genoa in rimonta. Inutile dirlo che il giovane bianconero insieme al compagno di reparto Rosseti saranno i giocatori più seguiti in queste semifinali.

Fonte: Fedelissimo online
Foto: AC Siena