La storia del vecchio “Buitoni” che domenica dopo 34 anni ospiterà ancora la Robur

Lo stadio “Buitoni” di Sansepolcro è nato per volontà del noto pastificio locale come campo della squadra del dopolavoro. Disegnato dallo Studio Nervi venne inaugurato nel 1933. Gara inaugurale fu il derby col Città di Castello

Nel corso degli anni l’impianto ha subito varie ristrutturazioni, la più importante nel 2000 con l’ampliamento di spogliatoi e della sede sociale e la creazione di una nuova struttura ricettiva per il pubblico, mantenendo comunque inalterata la propria particolare struttura, tipica dell’architettura di epoca fascista col caratteristico pennone portabandiera nella terrazza antistante gli spogliatoi. Recentemente è stato rinnovato e potenziato l’impianto di illuminazione, ristrutturata la tribuna e creato un campo in erba sintetica all’antistadio.

Fonte: Fedelissimo online