La Stampa: Il Novara bloccato dal Siena

Con un secondo tempo generoso, il Novara rimedia il risultato contro il Siena, una rivale diretta, pareggiando con un eurogol di Gemiti la rete in apertura siglata da Calaiò con la compartecipazione di Pablo Gonzalez, un ex che a Novara rimpiangono in molti perché artefice delle due promozioni consecutive. Avesse indossato ancora l'azzurro, ieri sera il risultato sarebbe stato diverso.

Il confronto fra le due matricole è finito in parità, 1-1, ma alla resa dei conti se una squadra può recriminare è quella di Tesser, uscita alla distanza dopo aver sofferto nella prima parte. Reduce da due sconfitte, il punto per gli azzurri è comunque una salutare boccata d'ossigeno.

Il vantaggio dei toscani matura presto, dopo soli 17' quando Angelo, imprendibile sulla corsia di destra per l'imbarazzante Garcia, mette in mezzo servendo Gonzalez all'altezza dell'area piccola. Sul sinistro al volo, Fontana si salva d'istinto ma nulla può sulla ribattuta di Calaiò, che infila da due passi.
Il Novara soffre in mezzo al campo la fisicità e la grinta, che sconfina nella rabbia, degli ospiti e la loro migliore organizzazione che consente di amministrare senza grandi problemi il vantaggio. Si limitano alle ripartenze, portate sempre per linee verticali con estrema efficacia.

Gli azzurri però si scuotono quando alzano il baricentro del gioco, affacciandosi dalle parte del gigante Brkic, ma paradossalmente i maggiori pericoli per la porta senese vengono da due deviazioni aeree del piccoletto Jeda. Questo perché la spinta sulle fasce è carente e le due punte non si muovono per dettare il passaggio, nè vanno mai all'uno contro uno, risultando facilmente neutralizzabili. Così l'impegno e la dedizione dei soliti Pinardi e Rigoni risultano presto vanificati.
Il Novara, che ha sostituito Garcia con Gemiti, torna in campo dopo il riposo con piglio e determinazione diversi, si batte con generosità ma il Siena si chiude progressivamente e Sannino non disdegna di passare alla difesa a cinque mantenendo in attacco il solo Calaiò. Così rinuncia di fatto a giocare, ma la precauzione non basta perché il Novara, proteso alla ricerca del pareggio, lo ottiene al 35' quando Gemiti con un sinistro da fuori area infila il «sette» per il meritato pareggio.

Fonte: La Stampa