La sconfitta di Siena e poi la svolta in campionato. Ora la Virtus Entella punta al terzo gradino

Partita con l’obiettivo di primeggiare per tornare immediatamente al piano di sopra, la Virtus Entella ha dovuto fare i conti con lo scotto che la Serie C da sempre fa pagare. È servito un po’ di tempo a mister Gennaro Volpe, alla prima vera avventura su una panchina professionistica (se si esclude la breve parentesi dello scorso anno a giochi già compromessi), per trovare la quadratura del cerchio, ma alla lunga il valore della squadra è venuto fuori tanto che i liguri sono risaliti ad un passo dal terzo posto.

Il punto di svolta del campionato dell’Entella è forse coinciso proprio con la sconfitta di Siena di un girone fa, quando i bianconeri si imposero grazie ad una rete di Varela. Da allora la squadra ligure ha collezionato ben 10 vittorie e le uniche due battute di arresto si sono verificate in concomitanza degli scontri con le corazzate Reggiana e Modena. In questo contesto la società è stata paziente nel saper aspettare Volpe anche quando i risultati latitavano.

Dal mercato di gennaio non si sono registrati stravolgimenti d’organico, anzi, il club biancoceleste ha mosso solo un paio di pedine (l’uscita di Cicconi al Renate l’operazione più significativa) e atteso quei giocatori che nella prima parte di stagione non erano riusciti a dare il loro contributo. Su tutti Morra, che da qualche settimana è tornato a pieno regime.

Contro la Robur, mister Volpe deve sicuramente rinunciare a due elementi fondamentali, ovvero Capello e Morosini. In forte dubbio anche Paolucci, non al meglio della condizione. Pur avendo avuto un giorno in meno per preparare la gara rispetto ai bianconeri, la formazione dovrebbe ricalcare per buona parte quella che ha impattato nell’infrasettimanale all’Adriatico di Pescara. Verso il ritorno da titolare Schenetti e Pellizzer, si giocano una chance dal primo anche Barlocco e Magrassi, pronti a scalzare Pavic e Lescano.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Borra; Coppolaro, Pellizzer, Chiosa, Barlocco; Dessena, Rada, Karic; Schenetti; Merkaj, Magrassi.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol – Foto: Facebook Virtus Entella