La salvezza è ormai cosa fatta. Per il Gozzano il campionato è in discesa

Ottenuto il quattordicesimo risultato utile di fila, la Robur è ora attesa da due sfide ravvicinate al Franchi. Nella prima di queste, i bianconeri ospiteranno il Gozzano.

Playoff alla portata – Alla sua prima stagione tra i professionisti, il Gozzano sta portando a termine un campionato di buona fattura. Dopo un inizio stentato, i rossoblu hanno acquisito consapevolezza dei propri mezzi e si sono risollevati: proprio la vittoria con la Robur di un girone fa, la prima storica tra i Pro, aveva dato il via ad un filotto di risultati utili grazie ai quali poi il Gozzano si è lasciato alle spalle la zona retrocessione in maniera pressochè definitiva. Sorprendente è stato soprattutto il cammino degli uomini di Soda lontano dalle mura amiche: in tutto il girone di andata i rossoblu sono sempre riusciti a fare risultato fuori casa; le uniche due sconfitte esterne sono arrivate dopo la sosta, a Piacenza e a Pisa. In realtà un’altra sconfitta esterna si è registrata mercoledì scorso a Vicenza, questa volta in Coppa Italia, dove il Gozzano si era arrampicato fino ai quarti di finale; l’estromissione è arrivata per mano dei lanerossi del rientrante Giovanni Colella, anche se ha fatto un po’ discutere il mini turnover applicato da Soda, considerato il fatto che i rossoblu sembrano abbastanza al riparo da ogni pericolo in campionato. La zona rossa dista oltre dieci punti, e paradossalmente è molto più vicina quella playoff, occupata dal Pontedera distante sole due lunghezze. Per raggiungerla serve però una sterzata, visto che i rossoblu, escludendo la vittoria a tavolino con il Pro Piacenza, non vincono dal roboante 4-0 inflitto al Cuneo, datato oltre un mese fa.

Dal rossoblu al rossoblu – Molto positivo è stato l’impatto con la Serie C dei due esterni francesi classe ’98 Petris ed Evans, tanto da attirare le attenzioni del Crotone che ne ha acquistato il cartellino a Gennaio, lasciandoli in prestito in Piemonte fino al termine della stagione. E lo stesso ha fatto con Messias, che aveva già assaggiato la B a Vercelli senza mai scendere in campo. Un contributo importante è arrivato da quei giocatori come Bini, Graziano e l’ex Libertazzi, fondamentali con il loro apporto in termini di esperienza in categoria ad una squadra per lo più formata da giocatori alla prima stagione nei professionisti. Bene anche Palazzolo e Gemelli, mentre ci si aspettava potessero avere più continuità Grossi e Rolfini, su cui Soda ha puntato relativamente.

DS promosso – Detto dei tre migrati a Crotone, in casa Gozzano il salto di categoria lo ha fatto anche l’ormai ex Direttore Sportivo Alex Casella, approdato al Carpi al termine della sessione invernale a compimento dell’ottimo percorso svolto in Piemonte. In entrata invece il Gozzano si è assicurato le prestazioni di Mangraviti, autore di sei mesi al Pro Piacenza prima dell’esclusione dei rossoneri, e Mobilio, arrivato da Carrara in cerca di maggiore spazio. Si è registrato anche l’arrivo di Bruschi in prestito dall’Arezzo, nell’operazione che ha portato l’ex capocannoniere rossoblu Rolando in amaranto.

Senza il capitano – Soda confermerà il 3-5-2 che si è dimostrato efficace specialmente in trasferta. In porta potrebbe esserci l’ex Viola, che si è conquistato il posto da titolare nelle ultime sfide; il numero uno della promozione in Serie C della Robur, reduce da annate sfortunate e nelle quali non ha avuto molte chance, ha saputo aspettare il suo turno scavalcando un portiere esperto come Casadei; i due sono in ballottaggio e il dubbio verrà sciolto all’ultimo. La difesa sarà orfana del lungodegente Bini e del capitano Emiliano, appiedato dal giudice sportivo. Nei tre dietro quindi ci saranno Mangraviti, Gigli e uno tra Rizzo e Tordini. Sulle fasce spazio a Tumminelli e Petris visto che Evans non è tra i convocati. In mezzo al campo mancheranno anche l’altro squalificato Gemelli e Palazzolo: la seconda linea dovrebbe quindi essere composta da Messias, Grossi e Graziano. Da non escludere anche la candidatura dal primo minuto dell’ex Secondo. Davanti Soda darà probabilmente ancora fiducia a Carletti, ormai pienamente ristabilito. Al panzer ex Cremonese sarà affiancato uno tra Bruschi e Rolfini.

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Casadei; Gigli, Mangraviti, Rizzo; Petris, Messias, Grossi, Graziano, Tumminelli; Carletti, Bruschi.

(Jacopo Fanetti)

Foto: sito ufficiale Gozzano
Fonte: Fol