La Russa: l’idiozia del ministro tifoso

Incredibile, surreale, indecente. Non si trovano gli aggettivi per l’ultima uscita del “Ministro/Tifoso” Ignazio La Russa. Da sostenitore nerazzurro (fino a qui fatti suoi) e, inevitabilmente, da membro del Governo Italiano (qualcuno dovrebbe spiegarglielo) si è lanciato ieri sera in un’affermazione priva di senso che lancia un’ombra pesante sulla sua capacità di discernimento. Mentre tutti i giocatori e i dirigenti nerazzurri festeggiavano il 18esimo tricolore e si complimentavano con il Siena per avergli reso il compito difficile, La Russa diceva:

 

Vergogna al Siena: ha giocato per la Roma. Una squadra retrocessa cerca di vincere per un punto in più ma il Siena ha giocato per far vincere la Roma

 

Si stavano già scatenando le sacrosante reprimenda di fronte a questo folle concentrato di anti sportività, con il Sindaco di Roma Alemanno in prima fila nel censurare questa affermazione, quando la notizia dell’attentato subito dai soldati italiani in Afghanistan (uomini di cui La Russa dovrebbe occuparsi a tempo pieno, è pagato per quello) ha sconquassato le cronache dei quotidiani. Nonostante il tragico evento il nostro Ministro, per dare un’idea uno che si mette ad insultare garbati opinionisti come Massimo Zampini in diretta tv “abbassandosi” al livello del più arrogante dei subumani che popolano i bar dello sport, non ha potuto fare a meno di rilasciare un comunicato ufficiale. Sui militari morti? No, su questa sua delirante dichiarazione.

 

La nota e il suo contenuto sono semplicemente paradossali:

 

Nel rispetto dei tragici avvenimenti che hanno coinvolto oggi i nostri militari in Afghanistan, il Ministro della Difesa Ignazio La Russa ritiene opportuno non entrare nella polemica nata dalle dichiarazioni da lui rilasciate al termine della partita Siena-Inter. Il Ministro per una maggiore completezza d’informazione tiene a precisare che il senso delle dichiarazioni di ieri, era che dal Siena, già retrocesso, fosse lecito aspettarsi un atteggiamento più propositivo alla ricerca di una vittoria che avrebbe dato lustro al suo campionato

 

Non ce la fa, non vorrebbe parlarne, ma si sente in obbligo “per una maggiore completezza d’informazione” di continuare sulla falsariga stracciata dalla frase di ieri. Non solo, rimane un mistero insoluto cosa voglia dire “che dal Siena, già retrocesso, fosse lecito aspettarsi un atteggiamento più propositivo alla ricerca di una vittoria che avrebbe dato lustro al suo campionato“.

 

Il Siena ha fatto la sua partita, con tutto l’impegno necessario ad onorare lo sport. Di cosa debbono “vergognarsi”? Cosa diamine sta dicendo?

Qualcuno lo fermi. (Gabriele Capasso)

Fonte: www.calcioblog.it