LA ROBUR NELL’AQUILA: DEL GROSSO E CAROBBIO

 

Il difensore e il centrocampista hanno parlato della serata nell’Aquila e dell’attuale situazione della Robur.
"Eccome se mi è piaciuta la canzone che mi è stata dedicata – ha sorriso Cristiano Del Grosso -. Quest’anno è la prima volta che partecipo a una cena in un Contrada, ma sono contento di essere qui e ringrazio l’Aquila per l’invito. Spero che ce ne possano essere altre di serate come questa e che ce ne possano essere soprattutto alla fine…”. L’entusiasmo è ancora maggiore considerando la seconda posizione e il primato a un passo. “Sinceramente l’entusiasmo c’è sempre stato – ha proseguito il bianconero -. Ora, per quello che stiamo facendo è al massimo. Siamo lì, abbiamo tutte le possibilità per centrare la vittoria del campionato, se giochiamo come sappiamo possiamo farcela. Senza comunque disdegnare il secondo posto che starebbe comunque a significare la promozione diretta”. Promozione che passa lunedì da Frosinone. “Sarà una gara difficile, una di quelle partite da prendere con le molle, perché il Matusa è un campo ostico, come lo era quello di Crotone. La nostra intenzione è tornare a casa con tre punti in più in classifica e ce la metteremo tutta per riuscirci”.
Per Filippo Carobbio, arrivato alla corte di mister Conte questa estate, quella nell’Aquila, è stata la prima serata trascorsa in una Contrada. “Sì – ha sottolineato il centrocampista -, è stata davvero una bella esperienza. Si respira grande entusiasmo, un clima di festa: mi fa piacere tutto questo affetto e spero di poter partecipare ad altre cene come questa”. “La vittoria sul Sassuolo – ha proseguito Carobbio parlando del campionato – non solo ci ha portato a +8 dal Novara, ma ci ha dato anche un’incredibile spinta morale. Lunedì dovremo fare attenzione al Frosinone, una squadra che è cambiata tanto, ma vogliamo a tutti i costi raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati all’inizio dell’anno”. “La concorrenza in mezzo – ha concluso il bianconero -? C’è: io ho giocato la prima parte del girone di andata e la prima del girone di ritorno, poi ho avuto qualche problemino fisico e con gli altri miei compagni che stanno facendo benissimo non sono riuscito a riprendermi il posto. Ma sono sereno, la cosa che più mi preme è raggiungere con i ragazzi il nostro traguardo: sarebbe una grandissima gioia anche per me che sto giocando poco”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line