LA ROBUR NEL NICCHIO: VITIELLO, SESTU E TROIANIELLO

 

In rappresentanza dell’Ac Siena alla “Cena dello Sport” nel Nicchio, il mister bianconero Antonio Conte, Daniele Faggiano, Nazario Pignotti, Massimo Brogi, Orlando Pacchiani, Mauro Pagliantini e i giocatori Calaiò, Sestu, Troianiello e Vitiello. Oltre, come sempre, ad alcuni esponenti dei Club Organizzati bianconeri. L’occasione giusta per parlare di beneficenza e di Robur, arrivata ormai a ridosso del traguardo finale. “E’ stata sicuramente una cena piacevole – ha detto Roberto Vitiello -, a stretto contatto con la nostra gente. E soprattutto una serata importante, a sostegno di bambini meno fortunati. Lo show di Troianiello? Gennaro è così, quando è in mezzo alla gente si trova a suo agio. E’ un trascinatore e lo è anche nello spogliatoio”. “Stasera abbiamo un po’ staccato – ha aggiunto il terzino -, ma la nostra testa è completamente rivolta al derby di sabato a Grosseto. Ci seguiranno in tanti e il nostro obiettivo è che alla fine il nostro stadio sia completamente pieno: è un obiettivo che ci siamo prefissati a inizio campionato e che vogliamo assolutamente raggiungere”. Applaudito da tutti i sostenitori bianconeri per la doppietta siglata al Vicenza, valsa i tre punti e un bel salto in avanti verso la serie A, Alessio Sestu si è detto felice della riconoscenza ricevuta. “E’ un bel momento per me – ha spiegato l’esterno – e mi fa piacere sentire la vicinanza dei tifosi. Ho sentito che sabato ci seguiranno in tanti: bene, per noi è importante. Vogliamo raggiungere il prima possibile il nostro obiettivo. Mi ha fatto piacere partecipare a questa cena in Contrada, per l’entusiasmo che l’ha animata, ma soprattutto per sostenere un’associazione che aiuta i bambini in difficoltà”. “Gennaro – ha aggiunto -? Quello non lo fermi, né in campo, né fuori…”. Intrattenitore, battitore dell’asta, ‘rivale’ di Conte nell’acquisto dei diversi oggetti, Gennaro Troianiello ha caricato di entusiasmo La Pania. “Ma sì – ha detto -, in mezzo alla gente sto bene. E’ bello sentire il calore di chi ci segue nella nostra avventura. E’ bello, poi, poter aiutare chi ne ha bisogno. La promozione? E’ presto, è presto… Sono napoletano, sono scaramantico… Non dire gatto se non l’hai nel sacco”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line