LA ROBUR A CENA NELLA LUPA

 

Ospiti d’onore mister Conte, Salvatore Mastronunzio, Pedro Kamata e una numerosa rappresentanza della società bianconera (Giorgio Perinetti, Stefano Osti, Andrea Bellandi, Daniele Faggiano, Nazario Pignotti, Mauro Paglaintini): la Contrada della Lupa , ieri sera, ha aperto le porte della Società Romolo e Remo alla Robur, in una cena fatta di cori, entusiasmo, bambini in fila per farsi firmare autografi e scattare foto.
Alla presenza di alcuni rappresentanti della tifoseria organizzata bianconera, Curva Robur, Fedelissimi, Siena Club Val d’Arbia, Corrente bianconera – posizionati proprio sotto lo striscione Siena Club Fontenova – Roby Ricci ha allietato la cena con i suoi stornelli, dedicati alla squadra e in particolare agli ospiti della serata. Per Mastronunzio la cover di ‘Splendido Splendente’, a Kamata quella di ‘Ramaya’, a Conte ‘Dune Buggy’.
“Mi sono fatto spiegare il Palio – ha detto sorridendo Kamata -, sto iniziando a capire un po’ l’aria che si respira a Siena. Come sto? Bene, benissimo. Ho recuperato dal problema muscolare e sono tornato a lavorare con i compagni. Sabato massima attenzione, ci aspetta una partita importante, come tutte quelle da qui alla fine”. “E’ la mia prima cena in una Contrada – ha sorriso invece Mastronunzio – e l’impressione che ho avuto toccando con mano l’affetto dei senesi è ottima. Sentire un coro dedicato a me allo stadio, è bello. Ma qua, così, mi ha fatto emozionare. Sette gol? Sono contento. Ma l’importante non è chi segna…”.
Sempre sorridente, con la piccola Vittoria in braccio, mister Conte ha ritrovato nella Lupa lo spirito di un tempo. “Dopo cinque anni di assenza le sensazioni sono le stesse – ha sottolineato il tecnico della Robur -, è sempre un’emozione toccare con mano l’affetto dei senesi. Certe serate permettono a me ai ragazzi di calarci nella mentalità di questa città. Spero che già sabato possa arrivare un’altra grande soddisfazioni e che tutti insieme possiamo coronare il nostro sogno”. Non solo una serata di festa, ma anche di solidarietà: la Lupa ha consegnato al Siena un assegno da devolvere alla Fondazione Danilo Nannini. “Il nostro obiettivo – ha spiegato il consigliere bianconero Andrea Bellandi – è sempre il solito: ritornare in serie A. Ma mi fa piacere ricevere questo assegno che girerò subito a chi ogni giorno pensa agli altri, a chi è alle prese con problemi estremamente più gravi e importanti: questa è la vera serie A”.
Il Siena, come di consueto ha regalato alla Lupa un poster gigante autografato da squadra e mister. “Siamo molto felici della presenza dei ragazzi, dei dirigenti bianconeri e di Conte che proprio all’ultimo ci ha fatto una graditissima sorpresa – ha commentato Nicola Biccellari, presidente della società Romolo e Remo . Speriamo che sia una cena di buon auspicio, considerando che l’ultima stagione non è stato possibile per la situazione di classifica… la Lupa è sempre pronta a fare festa con il Siena. E speriamo che quest’anno si concluda nel migliore dei modi: abbiamo fiducia in questa squadra e in questa società”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line