La rivincita di Contini, dai fischi a leader della difesa

Per metà del girone d'andata Matteo Contini è finito nell'occhio del ciclone. Il calciatore è diventato il capro espiatorio della Juve Stabia beccandosi le contestazioni dei tifosi, i fischi e qualche parola dura non solo in campo ma anche in diversi allenamenti.
Una situazione precipitata e che ha fatto pensare a un possibile divorzio durante il recente mercato di gennaio. Ormai Contini era diventato inviso alla piazza per colpa di qualche errore di troppo, su tutti la pessima partita contro il Trapani, che è costata l'esonero a Braglia. Poi l'autorete clamorosa contro il Crotone e altri errori.
Il girone di ritorno, invece, ha riconsegnato alla Juve Stabia e a Pea un Contini decisamente nuovo. Probabilmente, l'ex difensore del Napoli e del Real Saragozza ha ritrovato la condizione. Quella che è mancata nei primi mesi perchè in estate non ha svolto la preparazione.
Nello sciagurato girone d'andata Contini era un calciatore spento, il più delle volte in difficoltà. Oggi è tornato quello che tutti i tifosi della Juve Stabia ricordano. Un difensore rude quando serve ed efficace nelle marcature.
Nella partita con la Reggina, dopo un suo intervento, lo stadio gli ha anche riservato un applauso. Segno che il gelo tra le parti si sta iniziano a sciogliere.

Durante il mercato di gennaio avrebbe potuto prendere la palla al balzo e fare le valige. Contini, però, ha deciso di restare alla Juve Stabia. L'ha fatto consapevole che avrebbe rischiato di continuare a essere preso di mira ma ha saputo anche riscattarsi.
'Questo è il vero Contini', dicono in molti. Ora per Matteo si avvicina la gara di Siena e lui è un ex. Il club toscano è stato quello che l'ha riportato in Italia dopo l'esperienza nella Liga col Saragozza. Coi bianconeri gioca un anno e mezzo per poi essere ceduto all'Atalanta dove ha seguito Pierpaolo Marino che lo portò a Napoli qualche anno prima.
Contini arrivò al Siena di Sannino e passò per un colpo di mercato, proprio come quest'estate alla Juve Stabia. A presentarlo fu Valentina Mezzaroma, vicepresidente del Siena. In Toscana, però, Contini non ha lasciato un grosso segno anche perchè ha giocato poco. In pratica quasi la stessa situazione creatasi alla Juve Stabia fino a un mese fa. Già, un mese fa. Ora Contini si è ripreso le chiavi della difesa ed è un calciatore totalmente nuovo.

Fonte: Resport