LA REPUBBLICA: SIENA RADUNA I TIFOSI

«Siena merita la serie A. Quella che ci aspetta domenica è una vera battaglia e come tutte le battaglie va combattuta tutti insieme: i giocatori in campo e i tifosi che, sugli spalti, devono essere il dodicesimo uomo». Parla Paolo Negro, domenica inseguirà la salvezza con la maglia bianconera del Siena e contro il suo passato laziale. Il suo appello si unisce a quello che nei giorni scorsi hanno visto protagonisti il presidente Fabrizi e il sindaco Cenni, per riempire lo stadio Franchi e sostenere la squadra nella missione salvezza. Solo in caso di vittoria contro la Lazio di Delio Rossi infatti, i bianconeri potranno tagliare il traguardo della permanenza in serie A. Tra i supporter l´entusiasmo sta crescendo e i Fedelissimi sognano di arrivare al tutto esaurito ripetendo la festa del 29 maggio 2005 quando il Siena si giocò la salvezza all´ultima giornata con l´Atalanta, riuscendo a vincere ed evitare la retrocessione. Prima della gara con la Lazio un carosello di auto e moto si radunerà per poi sviluppare un percorso lungo il quale traghettare più gente possibile allo stadio mentre sugli spalti (in curva e gradinata il biglietto costerà solo un euro) saranno distribuite bandiere per colorare lo stadio di bianconero. «Nella mia lunga esperienza – ha aggiunto Negro – ho visto quanto sia fondamentale per noi giocatori avere il sostegno del pubblico per compiere delle grandi imprese. I nostri tifosi ci sono sempre stati vicini e so che in questo momento delicato lo faranno ancora di più e ci sosterranno per tutti i 90 minuti nei quali ci giochiamo l´intera stagione». La squadra rimarrà nel ritiro blindato della Borghesiana fino a sabato. Per Beretta quella di domenica potrebbe essere l´ultima partita sulla panchina del Siena nonostante un altro anno di contratto: è l´attuale tecnico del Cagliari Giampaolo ad essere in pole position per prendere il suo posto. Senza Frick, Cozza, Locatelli e Konko, il lavoro di questi giorni ha puntato soprattutto sulla ricerca della serenità e del gol perduto: per questo è probabile il ritorno del modulo a due punte con Maccarone che potrebbe essere affiancato da Chiesa. Qualche dubbio riguarda soprattutto il centrocampo e su chi giocherà accanto a Vergassola: il ballottaggio è tra l´esperto Brevi e il giovane Galloppa. (Giovanni Pellicci)

fonte: www.espresso-repubblica.it