La pagella dell’arbitro di Siena-Firenze Ovest a cura di Mario Lisi

Nel soleggiato pomeriggio di Badesse, Siena e Firenze Ovest si sono affrontate in un match francamente bruttino con gli ospiti votati al “primo non prenderle” ed una Robur sottotono incapace di trovare il bandolo della matassa. Ne è venuta fuori una partita a reti inviolate ma – come si usa dire oggi – anche abbastanza “sporca”, a tratti un po’ caotica su di un campo ancora una volta in più che precarie condizioni. Una partita dunque, a dispetto della classifica, da prendere con le molle per l’arbitro Alessio Mauro.

Bisogna però dire che il prestante fischietto della Sezione pistoiese dell’AIA se l’è cavata egregiamente: ottima immagine fisico-atletica, buona personalità, misura ed equilibrio nei propri interventi tecnici sono i suoi principali punti di forza. Nel complesso contenuti, ben assestati ed efficaci anche i provvedimenti disciplinari assunti, compresa la sacrosanta espulsione del fiorentino Marseglia, pur se Alessio avrebbe potuto iniziare a mettere mano ai cartellini gialli con qualche minuto di anticipo (esattamente al quarto d’ora della ripresa) quando il numero 9 ospite si è portato via il pallone per ritardare l’esecuzione di un calcio di punizione a favore del Siena ed un bianconero lo ha subito fronteggiato a muso duro, comportamenti che meritavano di essere subito tamponati perché segno inequivocabile che in campo  l’agonismo, complici forse nervosismo e stanchezza, si stava sensibilmente alzando di tono. Sbavatura veniale però, in quanto, anche se con un pizzico di ritardo, il direttore di gara si è comunque accorto che era il caso di dare una stretta alla gara iniziando infatti di lì a poco ad ammonire. A dire la verità (ma certi automatismi si acquisiscono solo con l’esperienza) anche il numero 20 rossoblu poteva finire sul taccuino dell’arbitro alla voce “ammoniti” quando nella ripresa, con il suo plateale fallo di mano in attacco, ha  guadagnato secondi preziosi e scongiurato la possibile immediata ripartenza avversaria.

Nonostante queste osservazioni al limite della pignoleria è indubbio che Alessio Mauro è potenzialmente un arbitro di grande prospettiva che può legittimamente puntare a ben altre categorie.

Ottimale la collaborazione dei due colleghi di linea che conferma il buon livello generale degli assistenti toscani. VOTO   7

Fonte: FOL