La Nazione – Mulinacci: “Questo calcio fa schifo”

La speranza, si dice, è l’ultima a morire. E in questa estate folle del calcio italiano, i tifosi bianconeri spereranno fino all’ultimo. Fino al 7 settembre. Anche se la fiammella, scempio dopo scempio, si è ridotta. Tra indignazione, sogni, disgusto e voglia di pallone, il presidente dei Fedelissimi Lorenzo Mulinacci ha anche parole di gratitudine. «Non possiamo che dire grazie alla presidente Anna durio. Si è fatta trovare pronta a tutto, ha iscritto la squadra alla C e ha presentato domanda di ripescaggio. Ha rispettato ogni scadenza, pagando anzi in anticipo. E, in mezzo a questa battaglia, sta allestendo una squadra competitiva. Grazie di cuore». 

Mulinacci, un’altra lunga estate calda…
«Le azioni della Figc con l’avallo del Coni sono un qualcosa di schifoso: Fabbricini non poteva fare ciò che ha fatto, ma nessuno gli ha detto che non si poteva fare. Siamo nel caos, ancora non si sa dove giocheremo: il 7 settembre il Collegio di Garanzia potrebbe anche confermare una serie B a 22 squadre, a questo punto è lecito aspettarsi qualunque cosa. Tutto questo ha portato in noi tifosi disgusto e disaffezione verso il movimento calcistico nazionale, ma non verso la Robur. Niente e nessuno intaccherà la nostra passione».

I tifosi ci credono ancora nel ripescaggio?
«Prima c’era maggiore convinzione, adesso si è affievolita. Ma, ripeto, non mi sorprenderebbe un altro ribaltone. Il Siena ne uscirà comunque svantaggiato: se giocherà in C perché ha perso una meritata serie B, se giocherà in B per la costruzione della squadra. Senza dimenticare che questi ragazzi hanno svolto una preparazione nell’incertezza: c’è chi si è allenato sapendo di dover partire in caso di ripescaggio, anche inconsciamente può aver influito. Una preparazione di due mesi, poi, un logorio per la testa. Dal 7 settembre dovrà essere bravo Mignani a riportare tutti con i piedi per terra per, nel caso, la serie B conquistarla sul campo».

La rosa?
«La situazione ha condizionato il mercato, partito, stoppato, decollato adesso. Mi pare un buon organico: il centrocampo è migliorato rispetto all’anno scorso, la difesa è più o meno in linea, per l’attacco c’è da trovare chi farà ‘il Marotta’. Sulla carta Gliozzi, che guardando le statistiche certi numeri nelle gambe può averceli. A meno che non arrivi qualcun altro».

La campagna abbonamenti?
«In questa prima fase risentirà dello schifo per ciò che è successo. Ma credo che con l’avvicinarsi dell’inizio del campionato, i tifosi si riavvicineranno alla Robur. Mi aspetto numeri in linea con quelli della scorsa stagione». (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione