La Nazione: I bianconeri trionfano in Sardegna, usando la testa

Tre reti in fotocopia da parte dei toscani: doppietta di Calaiò e rete di Reginaldo, tutte e tre su colpo di testa. La rete dei sardi porta la firma di Jeda, su rigore. Buona la prova del brasiliano. Parte forte il Cagliari che dopo pochi minuti vede al tiro prima Larrivey (alto di poco) e poi Cossu (centrale). La risposta del Siena arriva con un colpo di testa di Calaiò che finisce fuori. Jeda appare in palla, mentre Larrivey è poco lucido. Al 27’ Cossu serve Jeda che di testa va vicino al gol, ma nel frattempo era scattato il fuorigioco. Poco prima dell’intervallo Cagliari vicinissimo al gol: sponda di Larrivey su calcio d’angolo e Curci compie un miracolo su Jeda.AL 7’ DELLA RIPRESA la rete di Calaiò: cross perfetto di Ghezzal e stacco vincente del centravanti. Allegri corre ai ripari e in un colpo solo cambia l’assetto del suo Cagliari: fuori Cossu e Larrivey, dentro Matri e Nenè. I sardi però, nonostante la buona volontà, non riescono a imbastire un’azione pericolosa, così il Siena ha buon gioco nel rompere le iniziative avversarie. Al 25’ Marchetti pasticcia su calcio d’angolo e sul corner successivo la difesa sarda si fa trovare ancora impreparata, subendo il raddoppio di Calaiò. Alla mezz’ora Pinzani fischia il calcio di rigore per un tocco di mano in area: sul dischetto va Jeda che non sbaglia. Due minuti dopo un tiro pericoloso di Matri viene deviato in angolo. Sono minuti di grande fervore, ma le speranze dei sardi sono spente dalla rete di Reginaldo, ancora di testa su calcio d’angolo, che approfitta del mancato controllo di Conti.