La morale della favola… o la favola della morale?

Magari senesoni, di quelli che si riempiono la bocca per il loro amore per la città, per il palio, per la squadra bianconera e che magari dicono che sarebbero voluti essere a Montaperti per combattere i fiorentini. Ecco questi bravi senesi per la partita con l’Inter hanno creduto bene di fare un vero e proprio bagarinaggio (che deve essere stato molto consistente), vendendo il loro biglietto ai tifosi interisti. Per cifre anche non indifferenti a seconda del posto all’interno dello stadio.
Per carità, non è che ci scandalizziamo più di tanto: forse qualcuno avrà pensato di vendere per far fronte ai problemi della crisi economica. Forse. Ma comunque da qui in avanti chi ha ceduto l’ingresso deve smetterla di fare retorica sulla sua senesità, che si è sgretolata rapidamente al fruscio dei biglietti da cento euro e oltre.
Ma non è certo una novità questo atteggiamento. Sai quanti senesi cosiddetti doc (per intendersi: quelli con I726 nel codice fiscale) si lamentano della presenza di studenti universitari in città, salvo poi affittare loro la casa. Magari anche con contratti a nero.  E a prezzi salatissimi… Augusto Mattioli Fonte: ilcittadinoonline.it