LA MAMMA DEI CRETINI E’ SEMPRE INCINTA

"Non capire però che il Siena in A è una ricchezza per l’intera provincia è da sciocchi” finisce così un articolo pubblicato da La Nazione in edicola oggi, il cui testo completo appare nella nostra sezione riservata alla rassegna stampa. Pare che in diversi paesi della Valdelsa, ieri pomeriggio, alcune persone si siano divertite a festeggiare la retrocessione del Siena in serie B. Per carità, tutto lecito, ci mancherebbe altro, noi possiamo solo far notare, come fa giustamente l’estensore dell’articolo, quanto sia stupido tutto questo. La cosa appare un po’ come quel famoso detto dove il marito per fare un bel dispetto alla moglie si taglia gli attributi….

A questi signori vorremmo ricordare, casomai riuscissero a riattaccare il cervello al resto del corpo, come una squadra in serie A porti un risultato economico notevole per tutto l’indotto e tanto più per un paese come Colle Val d’Elsa, dove il Siena si è allenato per anni, contribuendo anche alle gesta sportive della locale squadra di calcio che poteva contare su un bell’introito. Se anche fossero tifosi di altre società di serie A, manifestare così pubblicamente il proprio entusiasmo è ancora più stupido, in quanto avrebbero perso un’occasione per poter assistere almeno ad una partita della propria squadra del cuore vicino a casa. Complimenti a questi sportivi e cittadini lungimiranti, quindi, complimenti anche agli amministratori di quei luoghi che non si sono presi la briga, almeno fino ad ora, di condannare il fatto. Ci chiediamo, al tempo stesso, dove siano tutti quei moralisti della nostra città, sempre pronti a condannare ogni piccolo o grande gesto sbagliato della nostra tifoseria, ci piacerebbe conoscere il loro pensiero. Non tutta la provincia, però, è così stupida. In tanti altri posti apprezzano e appoggiano la presenza del Siena nel massimo campionato di calcio, coscienti dell’importanza, non solo sportiva, del fatto. Da Abbadia a Montalcino, da Monteroni a Sarteano, in migliaia tifano Siena e riempiono le gradinate del Franchi. Per quelli “sciocchi” della Valdelsa sinceramente ci dispiace un po’, visto che soffrire di invidia e di senso di inferiorità deve essere davvero brutto, così come deve essere brutto perdere un bel pacco di soldini, sempre utili, visto che da oggi in poi il Siena potrebbe non allenarsi più in quei tristi luoghi. Noi lo chiediamo e ci auguriamo che almeno in questo, la società accolga la nostra modesta proposta. Per la cronaca riportiamo i risultati sportivi delle squadre valdelsane in questa annata sportiva, forse per poter comprendere meglio lo stato d’animo di certi personaggi: Colligiana penultima in seconda Divisione della Lega Pro, Poggibonsi quartultimo sempre nella stessa categoria, Sangimignano ultimo in serie D girone E, Monteriggioni quartultimo sempre in serie D, mentre la Casolese veleggia a metà classifica in seconda categoria dilettanti. Complimenti a tutti! (a.g.)
Fonte: Fedelissimo online