La Lega non autorizza il minuto di raccoglimento per Lauro Toneatto

 

Il dolore per la scomparsa improvvisa di Lauro Toneatto è grandissimo e ad esso si aggiunge l’indignazione per l’atteggiamento sconcertante della Lega Calcio che, per non ritardare di sessanta secondi l’inizio della partita Siena-Inter non ha concesso alla società bianconera il minuto di raccoglimento per ricordare il grande Lauro Toneatto.

Solo lutto al braccio e niente minuto, il tutto per osservare al secondo il protocollo stabilito dalla stessa Lega per l’ultima giornata che prevede l’inizio della partita di Siena e di Verona, dove è impegnata la Roma, nello stesso istante.

Il fatto è sconcertante e ancora una volta si calpestano i sentimenti di una intera città nel nome di una presunta regolarità e trasparenza.

Ma quale regolarità? Quella che solo due domeniche fa ha permesso all’Inter di giocare il posticipo con la Lazio?

L’atteggiamento della Lega non ci meraviglia, sette anni di serie A ci hanno abituato a tutto, alle ingiustizie e ai due pesi e due misure, al punto che siamo ormai rassegnati: a parte le solite tre o quattro società, tutte le altre servono solo per far disputare i campionati, per far divertire le grandi, sono quello che si dice, un male necessario.

Ma calpestare i sentimenti di una città e la storia di un uomo che tanto ha dato al calcio nazionale è un atto meschino che non trova nessuna giustificazione. (Nicnat)

Fonte: Fedelissimo Online