LA JUVE BLINDA MOLINARO

In giro per l’Italia in attesa della chiamata da Torino. Sono tanti i giovani girati in prestito o in comproprietà ad altri club dalla Juve per permetterglidi crescere giocando con più continuità. E in attesa delle conferme ufficiali dei big (Buffon, Camoranesi, Trezeguet), la Juve negli ultimi giorni si sta occupando proprio dei giovani anche per evitare altri casi Criscito: versati al Genoa ben 5,25 milioni, più le metà dei cartellini di Masiello e Konko, per riavere il difensore complice un contratto quasi in scadenza (2008) e l’interesse di Fiorentina e Milan. Così la Juve ha deciso di stringere i tempi per Molinaro e Paolucci.
L’INTRIGO Cristian Molinaro avrebbe già esordito in Nazionale se Italia-Romania non fosse stata annullata per la tragedia di Catania. Esterno sinistro, è a metà tra Juve e Siena ma l’accordo non è rinnovabile: con i toscani ha già firmato il prolungamento al 2011, mentre pochi giorni fa la Juve si è «finalmente» fatta viva e ha offerto al giovane un rinnovo dal 2008 al 2011. Manovra necessaria anche per frenare la Roma molto interessata al giocatore: Molinaro non ha ancora firmato ma presto dovrebbe arrivare la fumata bianca. La Juve potrebbe tenerlo a Torino o (soluzione più probabile) utilizzarlo come contropartita per arrivare a Barzagli (Palermo). Intanto, domani a Siena ci sarà il Monaco per seguire Molinaro.
ALTRI SIENA Ma presto Juve e Siena si incontreranno per definire le situazioni di altri giocatori in comproprietà. Innanzitutto c’è Gastaldello (contratto 2008 con i due club) e l’intesa non può essere rinnovata: il Siena è interessato a rilevare il difensore centrale. Si va verso il rinnovo della comproprietà per il difensore Bartolucci, mentre l’esterno sinistro Rossi (attualmente a Siena in prestito con diritto di riscatto della metà) potrebbe essere l’erede di Molinaro.
CASO PAOLUCCI Una situazione abbastanza intricata, ma indirizzata verso una soluzione positiva per la Juve, riguarda l’attaccante Paolucci: l’Ascoli a giugno può riscattare metà cartellino versando un milione. Tre giorni fa Paolucci, 4 gol in campionato,ha allungato fino al 2011 con la Juve (mentre con l’Ascoli il contratto scade nel 2009) e sotto sotto coltiva la speranza di rientrare a Torino a fine stagione. L’Ascoli vorrebbe tenere il giovane almeno per un altro anno, ma la permanenza in A dei marchigiani sembra una condizione imprescindibile.
ALTRE COMPROPRIETA’ Questi gli altri «juventini a metà». L’azzurrino Bentivoglio è al Modena ma saranno Juve e Chievo a discutere del suo futuro. Il centrocampista Nocerino rimarrà un’altra stagione a Piacenza. Il futuro di Boudianski è un rebus: l’ucraino è scontento per l’impiego sulla fascia (e non al centro) ad Ascoli, la comproprietà è rinnovabile ma se ne riparlerà a fine torneo. (Filippo Di Chiara).

Fonte: Gazzetta dello Sport