La Fiorentina vince in 2-3 in rimonta il derby primavera

Siena: Geria, Gonzi, Cianciulli, Altieri (1′ st. Taflay), Benedini, Crociani, Petriccione, Brenci, Rosseti, Redi (36′ st. Rizzo), Canotto (23′ st. Lalli). A disposizione: Cotfas, Aiazzi, Camilli, Federico, Ottaviani, Salerno, Cacciapuoti, Miocchi. All.: Mignani.
Fiorentina: Bacci, Venuti, Ashong, Madrigali, Capezzi, Empereur, Rosa Gastaldo (30′ pt. Fossati), Bangu, Zohore, Bernardeschi (1′ st. Gondo), De Poli (30′ st. Da Silva). A disposizione: Bardini, Costanzo, Everton, Fazzi, Folla, Giordano, Gulin, Spinelli. All.: Semplici.
Arbitro:Martinelli (Squarcia, D’Albore).
Marcatori:46′ pt. Bangu, 13′ st. Madrigali, 16′ st. Gondo.
Espulsi:22′ st. Brenci, 43′ st. Lalli, 49′ st. Da Silva .
Ammoniti: Cianciulli, Petriccione, Rosseti.

Alle 15 inizia il derby primavera tra Siena e Fiorentina presente allo stadio di Colle un buon pubblico notati tra gli spettatori Mareggini ex delle due squadre ora osservatore della FIGCe Bruno Giordano.
Dopo una lunga fase di studio in cui non succede niente al 20’ il Siena passa in vantaggio con Crociani che complice una uscita a vuoto del portiere viola Bacci realizza con un pallonetto.
Al 29’ bello il raddoppio dei bianconeri con Canotto che batte il portiere in uscita. Il Siena sembra padrone del campo ma nei minuti di recupero la Fiorentina accorcia le distanze con Bangu che sfrutta una buona giocata di Zohore che rimette al centro aria un pallone che Bangu mette sotto la traversa.
Si va al riposo sul 2-1. Nella ripresa la Fiorentina entra in campo con un altro spirito e facendo valere la maggiore caratura tecnica chiude il Siena nella sua metà campo ed in un quarto d’ora si porta in vantaggio.
Al 58’ la Fiorentina pareggia con Madrigali che dopo un dopo un batti e ribatti in area controlla di testa e poi lascia partire un diagonale di destro che non dà scampo al portiere.
Dopo soli tre minuti il vantaggio viola firmato da Gondo, che insacca di testa sugli sviluppi di un corner di Capezzi.
Il Siena cerca di rialzarsi ma complice anche l’arbito che espelle al 67 Brenci per doppia ammonizione e all’89’ Lalli per un fallo su Gondo la partita finisce con la vittoria della Fiorentina.

Fonte: Fedelissimo online