La Fifa dà un taglio ai prestiti. Cambiano le regole sui trasferimenti temporanei

Tutelare lo sviluppo dei giovani e promuovere l’equilibrio competitivo tra le squadre. È il motivo alla base delle nuove regole sui trasferimenti temporanei approvato dalla Fifa per la prossima stagione sportiva. Dovevano scattare nel 2020, poi la pandemia ha rallentato l’operazione.

La prima novità è la fine degli accordi biennali: il tempo massimo di un prestito è di un anno. Per fare un esempio, non si potrà ripetere un’operazione come quella di Mora, arrivato la scorsa stagione in prestito biennale dall’Atalanta.

Via poi i sub-prestiti, mentre due squadre potranno scambiarsi in prestito un massimo di tre giocatori. Per le rose, infine, c’è la regola dell’8: non più di 8 prestiti in rosa e non più di 8 giocatori mandati in prestito (dal luglio 2023 il numero scenderà a 7, dal luglio 2024 scenderà a 6). Quest’ultima regola però non si applica per i calciatori formati nel club o di età pari o inferiore ai 21 anni.

Fonte: Fol