L’ex Mulas inguaia il Piacenza

La bomba, o bombetta, è scoppiata nel tardo pomeriggio di ieri: la Procura federale ha deferito il giocatore Giulio Mulas e il Piacenza per responsabilità oggettiva. Galeotto un messaggio vocale che Mulas, oggi al Carpi, avrebbe lasciato sul telefono di Alessandro Provenzano, suo ex compagno nel Tuttocuoio e all’epoca nella Lucchese, nella quale gli chiederebbe «favori» per Entella-Lucchese del 26 marzo, finita 1-1. In quel periodo il Piacenza inseguiva l’Entella che, con quel pareggio (era un recupero), si portò a +4, per venire poi raggiunta e a sua volta superato all’ultima giornata. Un caso simile a quello che coinvolse il Parma due stagioni fa prima della partita con lo Spezia (Calaiò squalificato per 5 mesi): allora la società gialloblù subì in prima istanza una penalizzazione di 5 punti, poi ridotta a una semplice ammenda. «Il Piacenza – ha scritto il club – ha appreso, con enorme stupore, del deferimento a Mulas e al club per responsabilità oggettiva» e ha dato mandato ai propri legali per dimostrare la totale estraneità «prendendo le distanze in maniera netta ed inequivocabile dal giocatore».

Fonte: La Gazzetta dello Sport