L’Ascoli all’asta il 6 febbraio: base a 860 mila euro

Andrà all’asta il 6 febbraio l’Ascoli calcio. Così ha stabilito il giudice fallimentare Raffaele Agostini definendo la società bianconera fallita a dicembre scorso «un vero affare per chi vuole entrare nel mondo del calcio». La base d’asta, che si svolgerà con procedura competitiva al valore di stima, è di 860 mila euro. Entro i termini per l’iscrizione al prossimo campionato la nuova società dovrà poi garantire con una fideiussione il pagamento dei debiti sportivi (altri 800 mila euro circa) per ottenere dalla Figc il titolo sportivo. La nuova denominazione dovrà contenere obbligatoriamente il nome «Ascoli» nella ragione sociale. I tifosi continuano intanto a raccogliere soldi per garantire l’ordinaria amministrazione. 

Fonte: La Gazzetta dello Sport