Kharja in viola, che peccato!

Pensando a Flo, Maccarone e Kharja, non si può fare a meno di associare a questi tre giocatori la partita con la Fiorentina.

Sono loro gli eroi del derby, coloro che hanno castigato la viola regalando gioia e libidine al popolo bianconero.

Grazie a quell’impresa sono rimasti nel cuore di tutti, hanno conquistato “l’immortalità” sportiva, un bonus di simpatia e riconoscenza che non avrà mai scadenza. Forse.

Nel calcio moderno anche gli idoli sono destinati a cadere, basta poco per giocarsi se non la stima, almeno la simpatia, soprattutto se l’eroe di ieri si presenterà domani con la maglia dell’avversaria per eccellenza.

Vorremo sempre bene a Houssine Kharja, giocatore serio e uomo con la testa sulle spalle, ma il 27 agosto sarà dura vederlo con quella maglia che solo pochi mesi fa condannò ad una cocente sconfitta. Ma questo è il calcio. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online