Juve Stabia-Siena 2-2

Juve Stabia (4-3-1-2): Branescu; Ghiringhelli, Contini, Lanzaro, Zampano; Scozzarella, Caserta (74' Diop), Vitale; Suciu (81' Doninelli); Di Carmine, Sowe (68' Jidayi).
A disp.: Viotti, Martinelli, Djiby, , Di Nunzio, Doukara, Parigini. All.: Braglia

Siena (4-3-3): Lamanna; Angelo, Morero, Feddal (46' Milos), Dellafiore; Pulzetti, D'agostino, Valiani; Rosina (70' Spinazzola), Paolucci, Giannetti (81' Giacomazzi).
A disp.: Farelli, Vergassola, Crescenzi, Scapuzzi, Mannini, Schiavone. All.: Beretta

Arbitro: Gavillucci di Latina, (Melloni-Paiusco)

Marcatori: 23′ Scozzarella (J), 32′ Vitale rig. (J), 37′ Giannetti (S); 66′ Paolucci (S).

Ammoniti: Dellafiore, Valiani (S), Contini, Sowe, Suciu (J).
Espulsi: nessuno

Finisce 2-2 la sfida di Castellamare di Stabia. Un punto in rimonta per la Robur, che era andata sotto di due reti dopo appena mezz'ora.

Partendo dalle formazioni, Beretta conferma il 4-3-3 ma inserisce Feddal dal primo minuto e a centrocampo sceglie Pulzetti e Vergassola con D'Agostino. Braglia opta per 4-2-3-1, con Caserta in posizione di trequartista che agisce alle spalle di Di Carmine. Sulle fasce Sowe e Vitale.

Parte meglio la Juve Stabia, ma la miglior occasione è per la Robur, con Paolucci che conclude a lato dopo un'uscita azzardata di Branescu. Dopo una fase di studio, la Juve Stabia passa in vantaggio, che con un preciso rasoterra da oltre 30 metri non lascia scampo a Lamanna.La Robur prova a reagire, ma al 32' arriva il 2-0, su un calcio di rigore decretato con forse un po' troppa leggerezza dal direttore di gara. Dagli 11 metri Vitale non sbaglia e porta i suoi 2-0. Partita chiusa? Assolutamente no. La Robur subito il doppio colpo, si getta in avanti e al 37' dimezza lo svantaggio, con Giannetti abile a metter dentro una palla vagante dentro l'area. Finale di tempo concitato, con il Siena che cerca il pari, ma in pieno recupero rischia di subire il 3-1, con Di Carmine che mette a lato da buna posizione.

Si riparte nella ripresa con un cambio: fuori Feddal e dentro Milos (con Dellafiore che va la centro). Ci si apparterrebbe la gran partenza del Siena, ma la prima occasione dei padroni di casa, con Sowe che di testa mette alto di poco sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 7' Giannetti sfiora il pari, con un esterno destro che sfiora l'incrocio. Il Siena preme, batte angoli in sequenza con il solito D'Agostino, ma non sembra trovare il pari. Che arriva al 22', grazie a Paolucci, abile a sfruttare un'errata respinta di Branescu su tiro di Valiani: 2-2 al Menti. Il pari bianconero fa spegner ela gara, che con lo scorrere dei minuti perde d'intensità. Cambi da ambo le parti, con Braglia che manda dentro prima Jidayi, poi Doninelli e Diop (per Sowe, Suciu e Caserta). Dall'altra parte, Beretta sceglie Spinazzola per un opaco Rosina e nel finale Giacomazzi per Giannetti. Tra la girandola di sostituzioni succede ben poco, con le due squadre che sembrano accontentarsi del pari. Si arriva così al 95', con Juve Stabia e Siena che chiudono sul 2-2 una gara che sembrava in mano agli uomini di Braglia. Poi la bella rimonta della Robur che, forse nel finale, poteva osare di più. Comunque un punto per entrambe, che muove la classifica. Per la Robur, ora, sfida con la Ternana al Franchi. Sperando di rivedere quanto di buono fatto in casa e forse “dimenticato” in trasferta. (Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online