Iscrizioni: in Lega Pro tre club ad alto rischio

Oggi alle 19 scadono i termini per le domande di iscrizione in Serie B (tutte le squadre sono in regola) e Lega Pro (a rischio almeno quattro club).

CHI RISCHIA A Pavia si respira aria di smobilitazione. Gli stipendi arretrati non sono stati pagati e il patron cinese Zhu sembra scomparso. Si cerca di raccogliere l’importo necessario per presentare la domanda, seppur incompleta, così da allungare le speranze. Stesso discorso per il Martina: gli emolumenti pregressi non sono stati saldati, si punta almeno a iscrivere la squadra senza fidejussione. Nulla da fare per il neopromosso Bellinzago, che non avendo un impianto a norma si era mosso per trasferire il titolo sportivo al Varese. Incassato il «no» di Tavecchio, il patron Massaro deve decidere se iscrivere comunque il club (emigrando a Novara per le gare interne).

CHI DOVREBBE FARCELA A Rimini procede la trattativa per la cessione a Longo, che ieri ha comunicato di voler presentare la domanda, comunque già pronta da giorni, e la fidejussione. La Carrarese si è salvata grazie alla nuova società fondata dal sindaco Zubbani e alcuni imprenditori: la Carrarese Calcio 1908. Debiti saldati e domanda d’iscrizione pronta. Tutto tranquillo anche a Prato: Toccafondi iscriverà la squadra, prima di valutare se cedere la maggioranza del club al trust Orgoglio Pratese. Documentazione in regola pure a Como: la richiesta di fallimento della Procura è un discorso diverso che non preoccupa più di tanto. Il Lanciano presenterà regolarmente la domanda, grazie anche ai soldi ricavati da alcune cessioni illustri. Il Modena dovrebbe aver pagato tutti gli stipendi arretrati, mentre Caliendo ha più volte rassicurato tutti sull’iscrizione. Tuttavia la piazza resta dubbiosa, visto che sia l’allenatore Bergodi sia il direttore sportivo Acri hanno preferito non proseguire l’avventura con il club emiliano: non proprio un buon segno.

SCADENZE Le società non in regola avranno due settimane di tempo per sistemare la loro posizione e il 19 luglio il Consiglio federale comunicherà le squadre che parteciperanno al campionato di Lega Pro. A quel punto i giochi saranno fatti e si procederà ai ripescaggi necessari per completare l’organico.

Fonte: La Gazzetta dello Sport