Iscrizione – Rischiano in quattro

Lotta contro il tempo per la scadenza di domani – la presentazione della fideiussione di 350 mila euro – anche per altri quattro club: Mantova, Messina, Maceratese e Akragas.

MANTOVA Va presentata la fidejussione a corredo dell’iscrizione presentata dal presidente De Sanctis e dall’a.d. Folgori, ma l’11 luglio ci sarà anche il controllo della Covisoc. Che, se le cose non cambieranno, riscontrerà la situazione debitoria del Mantova. Numerosi soggetti si stanno adoperando per salvare il salvabile, a patto che l’attuale dirigenza decida di uscire di scena. In campo sono scesi l’ex arbitro Gennaro Borriello, il d.s. Elio Signorelli e il sindaco Mattia Palazzi. Il loro intento è quello di convincere chi sta alla finestra – nell’attesa di un’eventuale ripartenza dai dilettanti – a intervenire subito salvando il professionismo. L’appello sembra rivolto soprattutto all’ingegnere milanese Diego Romeo.

MESSINA La fideiussione è pronta, ma ieri negli uffici del club è arrivata una mail della Covisoc che dall’analisi del bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2016 ha rilevato una carenza patrimoniale di oltre 300 mila euro. Per ripianare il Messina ha tempo fino al 7 luglio, in caso contrario non potrà iscriversi al campionato.

MACERATESE La nuova proprietà è alle prese con una serie di incontri con imprenditori locali per far fronte alle scadenze. Una corsa in salita, per la mole di denaro da reperire (circa 500 mila euro) e per problemi burocratici legati al passaggio di proprietà, avvenuto all’ultimo minuto.

AKRAGAS Marcello Giavarini ha comunicato di rinunciare ai crediti vantati e di chiedere solo 1 euro per il 54% della società, ma senza la sua solvibilità di garanzie non ne vengono rilasciate. A oggi nessuno ha presentato un’offerta, ma un gruppo di imprenditori locali e non sta valutando se acquisire il 35% o tutto il pacchetto.

Fonte: La Gazzetta dello Sport