Intervento di Stefano Ricci sul calcioscommesse

Sofferenti tifosi della Robur

Se oramai le sofferenze della stagione sono quasi finite (io sono un trapattoniano, non dire gatto ecc…..), quelle giudiziarie stanno per iniziare, anche se per qualche sedicente scribacchino, futuro disoccupato se lo stato si ricorda di quanto gli costa sovvenzionare la stampa “privata”, già ha sentenziato che verremo sicuramente retrocessi.

Io a queste gogna mediatica, a questo giustizia sommaria, a questo sport (coni) malato fin dalle più alte sfere (ricordiamoci che il pesce puzza sempre dalla testa) non ci sto, o almeno non ci vorrei stare!

Io da solo come semplice uomo niente posso nei confronti di  questo marcio sistema, ma tutti assieme noi uomini, cittadini, sportivi e tifosi possiamo e dobbiamo ribellarci a questa veloce, sommaria e mediatica giustizia che stanno costruendo ai nostri danni! Credo sia opportuno creare una entità che segua da vicino queste vicende per poi difendere in sede civile i nostri diritti di tifosi nei confronti di tutti coloro che ci creeranno un danno!

E quando dico tutti intendo proprio tutti, cioè tutti quei tifosi delle piccole squadre (noi Roburmatti, atalantini, leccesi, baresi, clivensi e chi più ne ha più ne metta) che debbono subire l’arroganza dei poteri forti, spalleggiati dai soldi o da politici al loro soldo!

D’altra parte cosa sarebbe il calcio e lo sport in generale se Davide non combattesse e a volte vincesse contro Golia? Che noia un calcio fatto solo di “grani squadre” di grandi città!

Quindi iniziamo noi tifosi Bianconeri ad unirci contro questi personaggi moostruuoosi, coinvolgendo poi gli altri; togliamogli la sete col prosciutto! E se un de laurentis del caso vorra’ farsi un campionato solo con grandi città che si frughi in tasca e crei una sua nuova lega: il campionato Italiano di calcio è degli Italiani, tutti, piccoli e grandi che siano!

E che la giustizia sia giusta, non veloce, caro palazzi, caro petrucci!

Forza RUBUR! Grazie ragazzi!

 

Stefano Ricci