Intervento di Franci Stefano

Ieri non è prevalso solo la noia ma la consapevolezza che la squadra non ha un gioco ancora definito e con un allenatore che dà l'impressione ancora di navigare a vista nella nebbia più fitta, come spiegare sennò l'utilizzo di Rosina sin dall'inizio dopo che a causa di un affaticamento muscolare non si era allenato praticamente da dieci giorni, tenendo poi in panchina giocatori più in forma, vedi Reginaldo e Sestu; costrigendosi poi a fare il primo cambio all'inizio del secondo tempo. La mossa più discutibile però Cosmi l'ha fatta quando costretto a cambiare Felipe l'ha sostituito con Rubin lasciando in panchina Contini e Dellafiore, e qui si sono visti i limiti del giocatore in quel ruolo infatti solo la fortuna ha voluto che non si pagassero un paio di suoi svarioni. La ciliegina sulla torta il nostro allenatore l'ha messa nell'intervista dove dichiarava di non capire i comportamenti così diversi che secondo lui terrebbe Ze Edoardo tra gli allenamenti dove sembrerebbe un fenomeno e le partite come quella di ieri che sembrava  una "schiappa" in mezzo al campo. Ora dico ma forse il "Siena" si allena contro il Barcellona o come penso io  con squadrette che fanno campionati semidilettantistici vedi Colligiana , Poggibonsi …..  dove anche "l'Arano di turno" poteva fare la parte del campione. La realtà è che non si riesce, non a fare gol, ma neppure a creare un minimo di occasioni per farle e qui , al di là dei suoi spettacolari gesti e gestacci per la gioia delle tv, gran parte delle colpe sono del nostro allenatore. FORZA ROBUR.           

                           
Franci Stefano