Intervento di Andrea Sordi sul mercato

Il mercato  d’estate,  quello ”grosso”, è finito.

Che dire? Sinceramente sono rimasto frastornato dall’andirivieni e dalle “chiacchere” di questi mesi. Sono arrivati tanti giocatori, da tante parti del mondo (…. meno che da Bari! Hai detto scansati!); anche piuttosto giovani, a prezzi contenuti e con ingaggi umani. Ci potevano stare anche “colpi” impensabili, ma il parolaio Berbatov ha rimescolato le carte all’ultimo minuto.

E’ stata ridisegnata la difesa, distrutta da Carobbio & C.,  a vecchi gladiatori se ne sono aggiunti altri più giovani, ma con un “pedigree” rassicurante. La speranza comunque è che a breve possano tornare i perseguitati! il centrocampo, già buono,  è stato rimpinguato in quantità e qualità e poi l’attacco. Beh, l’attacco, che generalmente accende la fantasia e riempie i sogni dei tifosi, e che sembrava dover diventare un covo di cannonieri, forse è stato quello meno “sviluppato”, ma se il colpo di teatro doveva essere Toni, … sono felice che sia tornato a Firenze! Certo è che dobbiamo intenderci sul ruolo di Rosina e Toro: se sono centrocampisti, allora abbiamo una metà campo esagerata! Se invece sono da arruolare tra i tiratori scelti, allora l’attacco, seppur fisicamente non debordante, non è certamente “accio”, anzi! Forse sarà Cosmi ad avere qualche problema tattico, il tanto conclamato 3-5-2 potrebbe dover subire delle varianti (3-4-3 oppure 3-4-1-2?). Comunque, per finire il discorso sull’attacco, vi invito a ripensare a quello che dicevamo anno di questi tempi e non dopo l’esplosione di Destro grazie all’infortunio di Calaiò.

Un mercato, quello della Robur,  che appare convincente; mi piace. Se, all’ultimo minuto, fosse arrivato uno tra Caracciolo, o, tutto al più, Sforzini, sarebbe stato da uscire con le bandiere!

Positivi e lusinghieri i giudizi degli osservatori specializzati ( addirittura “pazzesco”, in senso positivo, per Di Marzio), solo la “rosea” lo boccia perché lo sbilancio tra incassi e spese è “troppo” positivo! Mah! Più difficile allora è comprendere la “promozione” del Milan a fronte di uguale giudizio.

Un ultima notazione, e qui chiudo, questo mercato bianconero mi dice, suscitando una piacevole meraviglia, che si può anche spendere poco (salvaguardando il conto economico) e trovare comunque tante ed interessanti soluzioni. Potrei ora finalmente tentare di dare una risposta a chi, nel mese di luglio, mi scrisse dicendo, tra l’altro, “…..  e che i miei successori facciano meglio di me ….”. Sinceramente non lo so, non ho le competenze per emettere, ora, questo giudizio (dopo son tutti bravi!), ma ci spero, sicuramente mi ha intrigato e, ripeto, non ha sorpreso solo me, ma anche chi, per mestiere, parla giorno e notte di mercato, calciatori ecc., ecc.!

 

Andrea Sordi