Inter, col Siena si cambia. Bocciato Forlan, Sneijder ancora out

E' stata una Pasqua di allenamenti per i giocatori dell'Inter: dopo il pareggio con il Cagliari a Trieste, e in vista del turno infrasettimanale di mercoledì con il Siena, non c'è stata vacanza per la squadra di Stramaccioni. Prima seduta di allenamento ieri, bis oggi a Pasquetta. Del resto il campionato non concede pause e il tecnico ha bisogno di lavorare sul campo per far passare le proprie idee. Il pareggio con i sardi è stato un passo indietro anche dal punto di vista del gioco, l'obiettivo è riscattarlo subito a San Siro.
RIENTRI IN DIFESA — Necessari correttivi tattici, ma probabilmente Stramaccioni cambierà qualcosa anche negli uomini. Scontati due rientri, quelli degli squalificati Julio Cesar e Lucio: i due brasiliani potrebbero bastare per dare un po' di sicurezza in più alla difesa. Tornerà in panchina Ranocchia e stessa sorte a centrocampo potrebbe toccare a Guarin, che dovrebbe fare spazio a Poli. A meno che gli impegni ravvicinati non consiglino un po' di turnover: a quel punto potrebbe arrivare un turno di riposo per Stankovic o Cambiasso.
SNEIJDER NO, ALVAREZ SÌ — Ma il cambio di marcia dovrebbe avvenire soprattutto in attacco, il reparto che ha deluso di più. In attesa di Sneijder, che non dovrebbe farcela per il Siena, sarà probabilmente confermato il modulo col tridente. L'olandese manca dal ritorno di Champions con il Marsiglia, ma anche negli ultimi due giorni si è allenato a parte. Tridente, quindi, ma difficilmente Forlan sarà confermato dopo la brutta prova di sabato. Al suo posto potrebbe essere schierato Alvarez, ormai recuperato, a comporre un trittico tutto argentino con Zarate e Milito (peraltro tutti e sette i gol della gestione Stramaccioni sono stati firmati da calciatori argentini). Ma in attacco reclama spazio Giampaolo Pazzini: l'attaccante ultimamente sta giocando poco e si rincorrono voci su un suo futuro lontano da Milano. Faticherà a trovare spazio in un tridente insieme a Milito, ma potrebbe sostituire inizialmente il Principe in ottica turnover.

Fonte: Gazzetta.it