Da martedì 11 settembre 2007 saranno in vendita i biglietti per la gara Siena – Milan. Il punto vendita presso la nostra sede sarà aperto tutte le sere dalle ore 21.30 alle 24.00.
I prezzi dei biglietti:

- Tribuna Vip € 150,00

- Tribuna Coperta Intero € 135,00; Ridotto € 115,00; Under € 50,00

- Gradinata Intero € 45,00; Ridotto € 40,00; Under € 14,00

- Curva Intero € 25,00; Ridotto € 20,00; Under € 10,00

Ridotti: donne, over 65 anni (nati entro il 31/12/1942), disabili (invalidità superiore al 75%) e ragazzi 14/18 anni (nati prima del 31/12/1993 e dopo il 01/01/1989)

Under: ragazzi da 0 a 14 anni (nati dopo il 1/01/1994)

I biglietti per la curva ospiti , al costo unitario di € 14,00, saranno in vendita presso la Biglietteria dell’A.C Siena, situata al sottopassaggio “La Lizza”, nelle giornate di mercoledì 12, giovedì 13 e venerdì 14 settembre dalle ore 16,00 alle ore 19,00.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Mangione
 

La squadra si ritroverà questo pomeriggio a Colle Val D’Elsa per riprendere la preparazione in vista dell’anticipo di sabato con il Milan. Saranno ancora assenti i nazionali tranne Jaakkola rientrato dagli impegni con la Under 21 finlandese. Bertotto, alle prese con una lesione muscolare al bicipite femorale sinistro segue invece un programma riabilitativo personalizzato.

Fonte: acsiena

Tosoni Auto
ESTRA
 

Il Milan riprenderà domani la preparazione a Milanello, ma senza Ronaldo, che resterà ancora alcuni giorni in Brasile. L'idea iniziale che l'attaccante rientrasse a conclusione dei tre giorni di riposo concessi da Ancelotti si e' scontrata con la necessita di concludere il consulto in Brasile. Il Milan ha ammesso che la prima diagnosi è stata sbagliata e che il recupero completo ci vorrà circa un mese. Se tutto andrà come spera il club rossonero, Ronaldo tornerà in Italia mercoledì o giovedì prossimo.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
ESTRA
 

Sabato prossimo tutti gli occhi dell’italia calcistica saranno puntati su Siena. Alle ore 18,00 scende in campo al rastrello lo squadrone campione d’Europa del Milan. La differenza dei valori in campo e immensa ma le partite iniziano tutte dallo 0-0. Vogliamo che la nostra squadra scenda in campo decisa a vendere cara la pelle, perché il Milan lo abbiamo già battuto una volta e lo possiamo fare ancora. Noi sugli spalti dobbiamo combattere la nostra “battaglia” le nostre armi sono la voce, le bandiere la nostra passione per i colori bianconeri. Siamo convinti che unendo tutti le nostre forze ce la passiamo fare.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
ESTRA
 

Con il restyling del nostro sito, avevamo inserito la possibilità di commentare le news, credendo di poter offrire la possibilità a tutti i tifosi di esprimere la loro opinione. Dopo circa un mese possiamo considerare fallito questo esperimento e i commenti non verranno più inseriti. Il nostro sito è nato per essere una voce di informazione su tutto il mondo Robur. Tutti coloro che vogliono esprimere la propria opinione possono continuare a farlo, senza però più nascondersi dietro uno pseudonimo, inviando una mail firmata e verrà pubblicata dopo una verifica.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

I quotidiani sportivi in questi giorni hanno riportato dei bilanci del mercato della serie A secondo cui il Siena avrebbe chiuso in attivo per un milione e mezzo di euro. Cosa assolutamente falsa, in quanto la società bianconera ha un passivo di 4,5 milioni di euro da smaltire in tre annualità. E questo per effetto dei consistenti investimenti nei molti giovani che sono stati portati in maglia bianconera. Politica, questa, che caraterizzerà sempre di più il mercato bianconero, visto che anche in questi giorni il diesse Manuel Gerolin è al lavoro in Brasile a caccia di nuovi talenti. (Francesco Meucci)

Fonte: La Nazione

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Il direttore generale, poi, ci tiene a precisare che la rosa del Siena è in grado di sopperire a tutte le assenze. «Spetta al mister fare le scelte tecniche — spiega Zanzi — ma numericamente siamo a posto». Parole che servono anche a mettere fine a un tam tam di questi giorni secondo cui il Siena starebbe per (ri)prendere Negro per sostituire l’infortunato Bertotto. (Francesco Meucci)

Fonte: La Nazione
Tosoni Auto
Il Mangione
 

IL SIENA sta con le grandi. All’ultima assemblea di Lega, la società bianconera era rappresentata dal direttore generale, Roberto Zanzi, che si è apertamente schierato per la rielezione a consigliere di Giovanni Cobolli Gigli. Il presidente della Juventus è unanimamente riconosciuto come il rappresentante della «big» del campionato e infatti ha raccolto i voti di Fiorentina, Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, nonché quelli di Siena ed Empoli. Tutte le altre società di A, ad eccezione del Catania assente all’assemblea, hanno votato per il presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, risultato poi eletto (11 voti contro 8).
LA SCELTA di Zanzi non è assolutamente dettata da alcuna sudditanza psicologica, men che mai da un servilismo strisciante. Tuttaltro: sono problemi di carattere pratico ed economico ad aver indotto questo atteggiamento del Siena, perché, come lo stesso Zanzi spiega: «Avere in Lega un rappresentante della squadre cosidette piccole non è stato affatto un vantaggio per noi». Vediamo il perché. Per ben due volte la società bianconera si è vista rispedire al mittente altrettante richieste e guarda caso sempre con i voti contrari di coloro che, almeno sulla carta, dovrebbero tutelare gli interessi delle squadre minori.
«LA PRIMA volta — spiega ancora Zanzi — è stato per il cambio di nome della società da ‘Ac Siena’ ad ‘Ac Siena Montepaschi’. La seconda volta per una questione economicamente molto più rilevante. Con l’Empoli siamo l’unica società della serie A al di fuori della mutualità degli stadi. Tutte le società versano il 18 per cento dell’incasso, quando giocano in casa, alla squadra ospite e, ovviamente, ricevono la stessa cifra quando vanno in trasferta. Noi no, perché abbiamo uno stadio al di sotto dei 20mila posti e dunque fuori dei parametri della Lega. Avevamo chiesto di poter partecipare anche noi alla mutualità, magari in misura inferiore al 18 per cento. Invece i vari Spinelli, Ruggeri e gli altri ‘piccoli’ hanno votato tutti contro. Conti alla mano — conclude Zanzi — il Siena ci rimette una cifra fra il milione e mezzo e i due milioni di euro, nonostante abbia uno stadio perfettamente in norma con tutte le leggi italiane e idoneo a ospitare le partite internazionali dell’Uefa».
ECCO PERCHE’ secondo il direttore generale non alcun senso distinguere fra grandi e piccole, «ma — dice — in Lega contano solo le persone e noi riteniamo Cobolli Gigli uno molto equo e attento alle esigenze di tutte le squadre, comprese le cosidette piccole». Di qui la decisione del Siena di schierarsi con le grandi. E, conti alla mano, si tratta di una scelta in linea con quanto ha ricevuto sino a oggi la società bianconera dalla Lega: due no e un discreto danno economico. (Francesco Meucci)

Fonte: La Nazione

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Martedì 11 settembre Simone Vergassola sarà ospite a cena nella nostra sede. Nel corso della serata in suo onore gli verrà consegnato il Fedelissimo d’Oro 2006-2007 che non ha potuto ritirare  in occasione della festa salvezza di Sovicille. In cucina Massimo Losi. Spesa 15 euro.
Menu: Aperitivo, Antipasto toscano, Passato di ceci, Conchiglie basilico, ricotta e pomodoro, Filetto di maiale al forno, Contorni vari, Dolce, Spumante.
Prenotazioni presso la sede 0577236677, mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

La squadra si è allenata al centro sportivo di Colle Val D’Elsa. Assenti i giocatori convocati nelle varie nazionali, e Bertotto  per la lesione muscolare. Ha assistito all’allenamento il Consigliere Avv. Simone Maria Sepe. Domani mattina partitella in famiglia che si disputerà allo Stadio alle ore 10.00.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Forestieri è stato convocato per uno stage della Nazionale Under 19. Lo stage si svolgerà a Roma dal 16 al 19 settembre presso il Centro sportivo La Borghesiana.
Fonte: acsiena

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

L'U.S. Grosseto F.C. comunica che da oggi il Presidente Piero Camilli si avarrà della collaborazione del Sig. Nelso Ricci.

Tosoni Auto
FISSC
 
Come sappiamo nella riunione della lega si è generata l’ennesima frattura tra le grandi del nostro campionato e le altre società. Il motivo del contendere era l’elezione di un consigliere di lega. Candidati Cobolli Gigli presidente della Juventus e Ghirardi presidente del Parma. Questa mattina la Gazzetta ha pubblicato gli schieramenti che hanno portato a questo risultato. Le 11 società che hanno votato per il presidente del Parma sono: Atalanta, Cagliari, Genoa, Lazio, Livorno, Palermo, Parma, Reggina, Sampdoria, Torino, Udinese. Le 8 società a favore del presidente della Juve: Empoli, Fiorentina, Inter, Juventus, Milan, Napoli, Roma e Siena. Unico assente il Catania.
Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
clean sanex
 

Come se non bastasse il difficile avvio di campionato, Valerio Bertotto si è infortunato e dovrà stare fermo circa un mese. La sfortuna si è accanita contro il Siena perché si è infortunato un giocatore proprio nel ruolo in cui abbiamo minori alternative. A questo punto un giocatore come Paolo Negro potrebbe tornare utile. Non sappiamo il motivo per cui la trattativa per il suo rinnovo di contratto si sia arenata, ma adesso che il giocatore è ancora libero, con la volontà da tutte è due le parti una soluzione potrebbe essere trovata nell’interesse del giocatore e soprattutto della Robur.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 
I risultati sportivi contano sempre meno, purtroppo. È quello che si capisce leggendo le dichiarazioni di Galliani, ex presidente della Lega calcio. Il signore in questione, infatti, ha guidato i presidenti delle cosiddette “grandi” squadre contro il potere delle piccole in Lega. Ieri, infatti, i presidenti di serie A hanno votato come sesto componente della Lega calcio per la serie A il presidente del Parma Ghirardi anziché quello dalla Juventus. Apriti cielo! I boss delle squadre più famose si sono subito ribellati affidandosi alle parole di Galliani: “non può essere che Juve, Milan, Roma, Inter e Napoli con l'84 percento di tifosi non abbiano nemmeno un voto in consiglio, mentre la maggioranza va a quei 15 che tutti insieme contano il 14% di supporter”. Che belle parole, che bell’insegnamento per gli sportivi italiani. Da ieri è ufficialmente noto a tutti che i risultati sul campo contano poco o nulla. Inutile sforzarsi per ottenere risultati sorprendenti , raggiungere traguardi importanti anche con pochi mezzi, come hanno dimostrato solo negli ultimi anni società come Empoli o Chievo, quello che conta è l’audience televisiva. E poi ci si sorprende che il calcio italiano è sempre più nel caos… Con personaggi del genere cosa ci si deve aspettare? Se, per esempio, il Siena dovesse (toccando ferro) battere il Milan, Galliani cosa vorrebbe? La ripetizione della partita perché la maggioranza gli spettatori televisivi non sono stati accontentati? L’Italia sarà anche campione del mondo, ma in quanto a cultura sportiva siamo nettamente in fondo alla classifica. (a.g.)
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Dopo il trionfale campionato di serie D e la storica promozione in C2, per il Pescina Valle del Giovenco, la seconda squadra del Patron Giovanni Lombardi Stronati, sono cominciati le difficoltà. Prima la lega di serie C ha bocciato la fusione con l’Avezzano, dopo sono dovuti emigrare nel capoluogo della Marsica in quanto il campo del Pescina (foto a lato) non ha i requisiti per giocare in un campionato professionistico. E di oggi la notizia che nemmeno lo stadio di Avezzano (foto sotto) è a non è a norma lo ha deciso con un decreto il Prefetto dell'Aquila, Aurelio Cozzani, al termine di un incontro con le forze dell'ordine per esaminare le condizioni dell'impianto sportivo di Pescina. Lo stadio ha una capienza inferiore alla minima prevista per la C2 e presenta vistose carenze strutturali tali da compromettere la sicurezza di agenti, atleti e pubblico e quindi utte le gare interne della stagione 2007/2008 della Valle del Giovenco-Pescina (C2, gir.C), saranno disputate a porte chiuse.
Fonte: Fedelissimi

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Al fine di verificare la sintomatologia accusata al termine della partita Roma-Siena, Valerio Bertotto è stato sottoposto oggi ad accertamenti strumentali che hanno evidenziato la presenza di una lesione muscolare di primo grado al bicipite femorale sinistro. Il recupero del calciatore è previsto in 3/4 settimane.

Fonte: acsiena

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Martedì 11 settembre Simone Vergassola sarà ospite a cena nella nostra sede. Nel corso della serata in suo onore gli verrà consegnato il Fedelissimo d’Oro 2006-2007 che non ha potuto ritirare  in occasione della festa salvezza di Sovicille. In cucina Massimo Losi. Spesa 15 euro.
Menu: Aperitivo, Antipasto toscano, Passato di ceci, Conchiglie basilico, ricotta e pomodoro, Filetto di maiale al forno, Contorni vari, Dolce, Spumante.
Prenotazioni presso la sede 0577236677, mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
FISSC
 
Definiti gli anticipi e il posticipo della terza giornata di andata di serie A. Gli anticipi di sabato 15 settembre sono stati disposti per impegni nella Champions League.
Siena-Milan, sabato 15 settembre alle ore 18.00;
Lazio-Empoli, sabato 15 settembre alle ore 20.30;
Parma-Cagliari, domenica 16 settembre alle ore 20.30.
Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Dall’inizio di questo campionato la sicurezza e l’ordine pubblico all’interno degli stadi è affidata agli stewards, la polizia rimane fuori ed interviene solo se chiamata da loro. Ieri allo stadio Olimpico quelli presenti nel settore si sono mostrati subito arroganti, ci hanno circoscritto in un francobollo nonostante la grandezza del settore e come mettevi un piede fuori posto venivi immediatamente ripreso. Quando andavi al bagno se rallentavi per le scale o sostavi nel pianerottolo arrivavano subito a ricordarti le regole. Insomma veramente indisponenti. Che dire poi di alcuni di loro che facevano in maniera sfacciata il tifo per la Roma. Al gol del raddoppio romanista ci sono arrivati addosso accendini e bottiglie, noi ci siamo ribellati facendo notare che i loro colleghi dalla parte della curva nord non erano altrettanto fiscali con i tifosi giallorossi. Loro si sono schierati mostrandosi subito minacciosi e strafottenti. Da qui la nostra reazione, che grazie al buon senso usato dai tifosi senesi non è degenerata. E’ intervenuta prontamente la polizia di Roma coadiuvata dai colleghi di Siena che hanno riportato subito la calma, procedendo anche all’identificazione di due stewards tra i più irrequieti. Al solo pensiero che qualcuno aveva anche pensato di armare gli stewards ci viene i brividi.
Fonte: Fedelissimi

Foto: www.asromaultras.it

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Secondo indiscrezioni la nazionale giocherà a Siena mercoledì o giovedì 17 o 18 ottobre l’amichevole ITALIA-SUD AFRICA. Dopo l’annullamento della partita con la Romania per i tragici fatti di Catania la nazionale campione del mondo affronterà la squadra del paese dove si disputeranno i prossimi  mondiali. Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Nei tempi previsti dal decreto Amato avevamo provveduto ad inoltrare all’AS Roma il fax per le richieste di accesso allo stadio di striscioni e bandiere con allegato le foto e il documento del responsabile. In settimana abbiamo cercato di contattare la società giallorosa per sapere l’esito della nostra richiesta non siamo mai riusciti a parlare con nessuno che ci sapesse dare notizie. Arriviamo al filtraggio dell’ingresso del settore ospiti e ci viene detto, con fare arrogante, che le aste delle bandiere in questo stadio sono proibite. Noi ci adeguiamo senza fare polemiche, ma una volta dentro ci accorgiamo che per quanto riguarda i tifosi romanisti come al solito le regole sono diverse. Bandieroni enormi sventolavano numerosi nelle due curve ed è stato acceso anche qualche fumogeno. Le foto parlano da sole.
Fonte: Fedelissimi

Foto: www.asromaultras.it

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Nella sezione del sondaggio puoi votare quello che secondo te è stato il miglior giocatore nella partita ROMA-SIENA. I voti verranno conteggiati nella classifica del Fedelissimo d'oro. Puoi raggiungere la pagina anche dal link sotto
http://www.sienaclubfedelissimi.it/sondaggio.asp
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Vincent Candela lascia il calcio. l'ex difensore di Roma, Udinese, Siena e Messina, che compirà 34 anni a ottobre, lo ha annunciato sul quotidiano 'L'Equipe'."C'e un tempo per tutto, io ho fatto il mio tempo" ha detto il giocatore francese, che nel suo personale palmares vanta un titolo mondiale (1998) e uno europeo (2000) con la maglia della Francia. "Dopo 18 anni di professionismo, questo e'il momento giusto per smettere. Il calcio e' cambiato,e' piu fisico, meno tattico e meno tecnico".
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Nella rivista ufficiale dell’AS Roma in distribuzione allo stadio c’era una lunga intervista all’ex Rodrigo Taddei. In una delle domande gli chiedevano di ricordare il suo passato in bianconero. Ecco la risposta: “Sono stati anni positivi, io arrivavo dal Brasile e non conoscevo nessuno. Lì mi sono ambientato bene e ho giocato sempre, aiutando il club ad andare in serie A e a salvarsi. Ho grande rispetto dei loro tifosi e della gente del posto perché mi sono stati vicini nel momento più brutto che ho vissuto a livello personale, dopo l’incidente accaduto a mio fratello. C’è stato un momento in cui non sapevo nemmeno se sarei tornato ha giocare al calcio, ma ho sentito proprio in quei giorni bui il loro affetto e per questo li ringrazio ancora oggi”.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Mangione
 

L’autore del  servizio su Roma-Siena andato in onda ieri sera alla Domenica Sportiva ha preso una grossa gaff. La signora Sanipoli in apertura ha commentato: “ Buona prova  del Siena famoso da queste parti soprattutto per il 6-0 rimediato lo scorso anno”. Alla cronista, dimostrando grande ignoranza, è sfuggito forse che il Siena è famoso a Roma anche per avere vinto  di 3 delle 6 partite che ha disputato in casa giallorosa. Due in campionato ed una in Coppa Italia. Il pesante passivo si riferisce alla prima campionato di serie A disputato dal Siena.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Mangione
 
Una trasferta d’altri tempi. 150 senesi presenti nel settore, quelli “boni”, quelli sempre presenti. Tre pulman organizzati da Fedelissimi, Val D’Arbia e i Ghibellini Robur 1904. Per un giorno abbiamo lasciato da parte le polemiche relative al calcio mercato e pensato solo alla Robur. Perché è così che il vero tifoso si comporta, se c’è da criticare si critica ma quando la Robur scende in campo si risponde presenti. All’ingresso non ci hanno fatto passare le aste delle bandiere, solo a noi perché la Curva Sud era piena di bandieroni.....ma questo a Roma è “normale”. Abbiamo incitato la squadra per 80  minuti e ci siamo anche fatti sentire in mezzo ai 45.000 dell’olimpico, solo al raddoppio della Roma abbiamo mollato. Alla fine i giocatori sono stati applauditi e loro sono venuti a ringraziare. Nonostante il 3-0 abbiamo passato una bella giornata e ci siamo divertiti perché fino a prova contraria siamo ancora in serie A. E ci resteremo!!!!Fonte: Fedelissimi
Foto: Luigi Burzi e NicNat
Tosoni Auto
Elettronorge
 
L'allenatore del Siena Andrea Mandorlini è amareggiato nel dopo gara, brucia il 3-0 incassato dalla Roma: "Abbiamo giocato una buona gara. I grandi campioni hanno fatto la differenza. Forse avremmo dovuto approfittare di piu` delle occasioni che abbiamo avuto" «Il tre a zero è bugiardo - dice il tecnico bianconero - ma dobbiamo accettarlo. Dobbiamo migliorare perchè abbiamo avuto delle occasioni che non siamo stati in grado di sfruttare». Bisogna lavorare quindi sulla concretezza: «Abbiamo dei buoni giocatori ma siamo consapevoli che per ottenere risultati dobbiamo lavorare più di altre squadre. Oggi sotto di uno a zero abbiamo creato più occasioni di quelle delle Roma, se fossimo riusciti a pareggiare la partita avrebbe preso un'altra piega». 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Spelletti a fine gara. "A volte certe gare sulla carte sembrano facili poi in campo non è proprio così. Il Siena è stato bravo, corto e ripartiva bene. Ci hanno messo in difficoltà. Ci siamo creati però palle importanti. Abbiamo vinto soffrendo e faccio i complimenti alla squadra.Nel secondo tempo la squadra si è compattata".

SPALLETTI A SKY: Il Siena ci ha messo in difficoltà. Ripartiva bene, teneva palla e aspettavano bene nella loro metà campo. Le palle gol noi ce le siamo create e le abbiamo sfruttate.

SPALLETTI A ITALIA UNO: Abbiamo fatto fatica, il Siena era messo bene in campo e creava densità in mezzo al campo. Le situazioni, poi, ce le siamo create e abbiamo fatto gol.
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tutti i commentatori sportivi sono stati unanimi: il risultato di Roma-Siena è quanto di più bugiardo ci possa essere. Il 3 a 0 finale non rispetta assolutamente l’andamento di una gara che ha visto i bianconeri controbattre gli assalti romanisti e sfiorare il pari in più di un’occasione. Nel primo tempo Maccarone (clamoroso il suo errore così come la parata di Doni) e Galloppa mancano il gol di un niente, mentre nella ripresa tocca a Corvia, Vergassola e Bertotto mangiarsi le mani. Proprio mentre il Siena stava attaccando e stringendo quasi d’assedio (come ha osservato prontamente anche il telecronista di Sky) la Roma in difficoltà, ecco venire fuori le qualità di una grande squadra come quella della giallorossa i giochi si sono si è chiusi. Un Siena buono, per lunghi tratti ottimo, quello visto all’Olimpico, con Mandorlini che ha fatto suoi gli errori della prima partita di campionato, cambiando alcuni elementi e trasformando un po’ il modulo pur sempre restando nel 4-3-3. Ha rinforzato il centrocampo, quindi, mettendo in campo un trio di uomini con fiato da vendere e tanta grinta come Galoppa, Vergassola e Codrea, smorzando altresì l’eccessiva spregiudicatezza in avanti inserendo De Ceglie a fare da raccordo con le due punte Frick e Maccarone. Buone giocate, nessuna paura, insomma un Siena che vorremmo vedere sempre, magari più positivo (e fortunato) in attacco dove i tanti varchi trovati non si sono concretizzati a  dovere, anche per gli errori dei nostri. Se si devono trovare appunti alla Robur, sono quelli che già sappiamo, primo tra tutti quello di assenza di alternative in difesa o per lo meno di alternative esperte. Gente come Bertotto oggi ha dato l’anima, togliendo le castagne dal fuoco diverse volte nel primo tempo, ma potrà durare tutto il campionato senza fare qualche sosta rigeneratrice?Insomma i pregi ed i difetti del Siena sono sempre quelli, per oggi godiamoci se non il risultato, almeno il gioco e andiamo avanti alla giornata, rinfoderando le spade della contestazione della polemica e alzando la voce per incitare Mandorlini ed i suoi ragazzi nella prossima “impossibile” sfida contro i campioni d’Europa del Milan. Se la strada presa a Roma proseguirà, crediamo che possa essere quella buona. Forza ragazzi!! (a.g.)

Fonte: Fedelissimi
Foto: NicNat

Tosoni Auto
FISSC
 

Si respira un’aria strana tra la tifoseria bianconera, un clima di tutti contro tutti che potrebbe nuocere notevolmente alla causa bianconera. E’ vero, motivi per non essere del tutto soddisfatti ce ne sono ma,in tutta onestà, non al punto di generare questo pessimismo cosmico che sembra essersi impossessato dei più. Ci sentiamo di condividere molte delle critiche rivolte alla Società e non mancheremo di esternargliele ma, nello stesso tempo, come Club di più antica militanza, abbiamo il dovere di tentare di riportare nei giusti limiti una tensione fin troppo negativa.  Non dobbiamo dimenticare che il nostro “dovere” è quello di sostenere la squadra sempre e comunque e non vorremmo che questa “rabbia” che cova in molti di noi ci distraesse da questo ruolo insostituibile. Nel mirino dello scontento dei tifosi ci sono un po’ tutti da Stronati a Zanzi e Gerolin fino Madorlini. L’ accusa che viene rivolta al patron è sostanzialmente quella di gestire la società con la stessa “freddezza” e “distacco” con cui opera nella sua professione. Insomma senz’anima, intendendo senza quel trasporto e passionalità che, se adeguatamente controllata, alimenta la passione dei tifosi.

Soprattutto di quelli della Robur che, per cultura e tradizione, si considerano parte attiva e non una voce del bilancio. La Robur è di tutti i suoi tifosi, è della città, anche se gli oneri della gestione sono supportati solo dallo sponsor e dai soci proprietari e verso i quali c’è comunque rispetto e gratitudine. Noi crediamo che tutto dipenda da una politica di comunicazione, assolutamente inesistente nella società. Molto spesso il tifoso si trova a giudicare avvenimenti, superficialmente poco comprensibili, su cui viene naturale, anche se non condivisibile, costruire vere e proprie leggende metropolitane, quelle che fanno male e che riescono a creare malumore. Diverso il discorso per Zanzi e Gerolin, accusati di alcune operazioni di mercato non del tutto condivisibili, pur concedendogli le attenuanti di aver agito all’interno dei parametri dettati dalla dirigenza. Almeno così dovrebbe essere. Non abbiamo capito l’acquisto di Di Napoli girato poi alla Salernitana, e ancora meno la spiegazione data dal patron bianconero, non ci è molto chiara l’operazione Konko-Forestieri, non condividiamo la gestione del caso Lucarelli, proviamo sconcerto davanti ai tanti giocatori inseguiti e non acquisiti al punto di pensare che il mercato del Siena sia stato gestito da più mani e nemmeno comunicanti tra loro. E’ un’ipotesi, non una certezza, ma certi episodi (ricordate l’arrivo dei tre argentini alla Performance senza che nessuno sapesse niente?) lo lasciano pensare. Sulla graticola anche il tecnico Mandorlini accusato di voler applicare un modulo di gioco poco affine ai giocatori di cui dispone. Il riferimento è al “famigerato” 4-3-3 adottato durante la preparazione estiva e nel primo tempo della partita con la Sampdoria. Detto tutto questo, e altro che si potrebbe aggiungere ma su cui soprassediamo, c’è anche una realtà ben precisa che dice che per il Siena è iniziato il suo 5° campionato di serie A ed è iniziato grazie all’ingresso di una nuova proprietà che, con la benedizione (e non solo!!!!) del Monte dei Paschi, ha reso possibile questa nuova avventura e un’estate senza tanti patemi d’animo circa l’iscrizione o beghe simili. E’ indubbio che la società ha operato sul mercato tra luci ed ombre ma ci sembra eccessivo credere, alla seconda di campionato, di essere già retrocessi in serie B e dare l’impressione a chi la domenica scenderà in campo a difendere i colori di Siena che abbiamo già mollato. Cui prodest?

Ripetiamo che l’arrivo dei nuovi soci è stato vitale per la società anche perché, finalmente, è iniziato quel progetto che in tanti auspicavamo da anni. Il progetto di una rosa giovane da valorizzare in funzione della squadra o del mercato è, da sempre, nei desideri di tutti i tifosi, ma acquistare un giovane non significa rivolgersi ad un ventenne già affermato, ma puntare su un pari età in cui, chi è preposto per ciò, riesce ad intravedere quelli doti tecniche e caratteriali che potrebbero trasformarlo in un giocatore importante. Tutto questo richiede, da parte dei tifosi, pazienza e fiducia, due virtù che ultimamente sembrano essersi allontanate dal nostro ambiente. Dobbiamo essere vigili, attenti a quel che succede, pronti a dire la nostra ovunque e comunque, senza dimenticare però che, per raggiungere l’obbiettivo della salvezza,  tutti dobbiamo recitare la nostra parte, come abbiamo fatto finora e se servirà ancora di più. La squadra, almeno fino a gennaio, sarà questa, una rosa magari fin troppo numerosa ma di cui ancora non conosciamo le vere potenzialità anche se, la presenza al suo interno di elementi di sicuro  affidamento, lasciano comunque ben sperare. Teniamo i nostri dubbi e le nostre legittime arrabbiature durante la settimana, cercando però di non farci condizionare da esse in quello che dovrà essere il nostro impegno domenicale. E questo fin da domani a Roma, una partita sulla carta proibitiva, ma che fino a prova contraria inizia anch’essa da 0-0. (Nicnat)
Fonte: Fedelissimi

 

 

Tosoni Auto
ESTRA
 
Seduta mattutina di allenamento per i giallorossi (inizio ore 10) in vista della gara contro il Siena in programma domenica.La squadra ha svolto: possesso palla, rapidità, lavoro su palle inattive, schemi, partitella. Lavoro differenziato per i calciatori: Ferrari, Pizarro, Mancini, Pit, Andreolli. Al termini mister Spalletti ha convocato i seguenti giocatori: AQUILANI, BARUSSO, BERTAGNOLI, BRIGHI, CASSETTI, CICINHO, CURCI, DE ROSSI, DONI, ESPOSITO, GIULY, JUAN, MEXES, PANUCCI, PERROTTA, TADDEI, TONETTO, TOTTI, VUCINIC.
Probabile formazione: Doni, Ciccinho, Panucci, Mexes, Tonetto, De Rossi, Aquilani, Taddei, Giuly, Vucinic, Totti

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Questa mattina allo stadio si è svolto l’allenamento di rifinitura prima della partenza per Roma. Assente il solo Alberto che ha effettuato un lavoro differenziato. Il tecnico Mandorlini ha convocato 23 giocatori:Bertotto, Bucchi, Caetano, Chiesa, Codrea, Corvia, De Ceglie, Eleftheropoulos, Ficagna, Frick, Forestieri, Galloppa, Grimi, Guadalupi, Jarolim, Locatelli, Loria, Maccarone, Manninger, Portanova, Rossettini, Vergassola, Veron.
Probabile formazione: Manninger, Bertotto, Loria, Portanova, Grimi, Codrea, Vergassola, Galloppa, De Ceglie, Maccarone, Frick.
Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
Il Mangione
 

Domani la nostra sede sarà aperta per tutti coloro che vorranno assistere alla diretta SKY di Roma- Siena su grande schermo.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Bene,  il calcio-mercato (finalmente) è chiuso e i giochi sono fatti. Da questo punto in poi, ognuno si prende le proprie responsabilità. Non nascondiamo che fino a due settimane fa il nostro giudizio sulla campagna acquisti del Siena era abbastanza positivo. Oggi, però, dopo il caso Lucarelli, la presa in giro di Corradi, l’acquisto di giocatori totalmente inesperti della serie A, il mancato sfoltimento di una rosa eccessivamente gonfia in certi ruoli e molto scarsa numericamente (e qualitativamente) in altri, il nostro giudizio è estremamente negativo. Siamo delusi, molto delusi, dal comportamento dei nostri dirigenti in questi ultimi giorni. Ci aspettavamo che Lucarelli venisse sostituito degnamente, e invece, nonostante l’incasso notevole venuto dalla sua cessione, ecccoci pronti a ripartire con dei centrali di difesa in panchina, al debutto assoluto in serie A. Dove sono andati i soldi di Lucarelli? Forse sono serviti per arrivare a Corradi? No, nemmeno lui, dopo un tira e molla che ha fatto ridere l’Italia calcistica, è arrivato. Così come non è arrivato, nemmeno in prestito, quel Bogdani che invece si è accasato a Livorno insieme ad Alvarez della Roma, anch’esso in prestito, un giocatore che poteva far comodo al Siena, cosi come poteva tornare utile Belleri anche lui in prestito all’Atalanta, tanto per fare degli esempi. Non ci vogliamo contraddire, però, da tifosi continueremo a tifare spassionatamente per la Robur, qualunque formazione o modulo scenda in campo. Questo lo faremo sempre e devono farlo tutti quelli che vogliono bene al Siena, vale a dire quegli oltre 7.000 senesi che hanno creduto nella capacità dei dirigenti bianconeri. Dobbiamo centrare la salvezza e noi sulle tribune ed i ragazzi in campo dobbiamo dare tutti il massimo è siamo convinti che insieme ce la faremo. Tutto questo accadrà già da domenica prossima in quel di Roma. Sia chiaro, però, che da stasera alle 19.00 ognuno si dovrà assumere le proprie responsabilità, chiaramente e senza dubbi di sorta. Di risposte incerte, di promesse, di chiacchiere varie, non vogliamo sentir parlare. Da stasera “sia di Cesare quel che è di Cesare”, nel bene e nel male. A buon intenditor…. (a.g.)
Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
clean sanex
 

Il mercato è finito e questa e tutta la rosa di giocatori che la società ha messo a disposizione di mister Mandorlini. Sono 33 elementi, se aggiungiamo il giovane argentino Maximiliano Re che si allena con la primavera arriviamo a 34.

Fonte: Fedelissimi

PORTIERI

1

Dimitrios Eleftheropoulos 1976

2

Anssi Jaakkola 1987

3

Alexander Manninger 1977
DIFENSORI

4

Valerio Bertotto 1973

5

Giuseppe Campisi 1986

6

Daniele Ficagna 1981

7

Leandro Grimi 1985

8

Simone Loria 1976

9

Daniele Portanova 1978

10

Stefano Pezzana 1988

11

Alessandro Rigoli 1986

12

Luca Rossettini 1985

13

Andrea Rossi 1986

14

Rodrigo De Lazzeri 1980

15

Wanderson Scardovelli 1984
CENTROCAMPISTI

16

Valentim do Carmo Neto Alberto 1975

17

Prosperi Calil Caetano 1984

18

Paul Costantin Codrea 1981

19

Paolo De Ceglie 1986

20

Gennaro Esposito 1985

21

Daniele Galloppa 1985

22

Mirko Guadalupi 1987

23

Lukas Jarolim 1976

24

Simone Vergassola 1976

25

Ricardo Matias Veron 1981
ATTACCANTI

26

Christian Bucchi 1977

27

Enrico Chiesa 1970

28

Daniele Corvia 1984

29

Fernando Martin Forestieri 1990

30

Mario Frick 1974

31

Massimo Maccarone 1979

32

Tomas Locatelli 1976

33

Rosario Pepe 1986

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Pastorello all'Ata Quark ha spiegato la scelta di Corradi di andare a Parma. "Sul giocatore c'è stato sia l'interesse del Parma che del Siena. Per il giocatore entrambe le squadre sarebbero andate bene, visto che è senese e ha avuto un'esperienza felice a Parma. Mentre per il Manchester City la scelta ricadeva sul Siena essendo più vantaggioso a livello economico. Ma alla fine Corradi ha scelto il Parma, perchè la volontà della squadra è stata determinante, dopo l'infortunio di Budan"

Fonte: tuttomercatoweb

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Il Siena nelle ultime ore di mercato ha raggiunto l’accordo per il prestito di Pasquale Iadaresta al Valdisangro (c2). Il giocatore ha preferito la squadra abruzzese alla Sangiuseppese.
Fonte: Fedelissimi
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Il giovane centrocampista ventenne Fabio Esposito è stato ceduto in prestito alla Juve Stabia squadra di C1 dove lo scorso campionato ha giocato suo fratello Gennaro.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
ESTRA
 

Il Siena nelle ultime ore di mercato ha tesserato il difensore brasiliano Rodrigo De Lazzari. Il giocatore, 27 anni, ha fatto tutta la preparazione con la squadra bianconera. C’è anche la possibilità che possa essere ceduto in prestito.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Il Commissario Tecnico Casiraghi ha convocato Paolo De Ceglie per la doppia sfida del 7 e dell'11 settembre contro le isole Far Oer e l'Albania, gare valide per la qualificazione agli europei di categoria. Ecco l’elenco completo deio convocati:
Acquafresca (Cagliari), Cigarini (Parma), Consigli (Rimini), Criscito (Juventus), De Ceglie (Siena), De Silvestri (Lazio), Dessena (Parma), Giovinco (Empoli), Lupoli (Fiorentina), Marchisio(Empoli), Marzorati (Empoli), Morosini (Vicenza), Motta (Torino), Paonessa (Avellino), Pisano (Cagliari), Pozzi (Empoli), Ranocchia (Arezzo), Giuseppe Rossi (Villarreal), Marco Rossi (Parma), Russotto (Treviso), Santacroce (Brescia), Sirigu (Cremonese).

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Bernardo Corradi è del Parma. L'accordo è stato raggiunto in mattinata, attraverso la mediazione dell'agente di Corradi, Moreno Roggi, che ha convinto il Manchester City a scegliere proprio la società emiliana nonostante le molte offerte per l'attaccante senese. Ovviamente la formula è quella del prestito, il Parma pagherà per intero l'ingaggio di Corradi che è di 1.7 milioni per questa stagione. Il sacrificio economico si è reso necessario perché proprio ieri il Parma ha perso per infortunio in allenamento il croato Igor Budan, stop per almeno due mesi.

Fonte: Controcampo

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Roma – Siena sarà arbitrata da Antonio Damato. L’arbitro nato a Barletta il 15/08/1972 ha arbitrato solo 4 gare in serie A ma non ha mai diretto ne la Roma ne il Siena. I suoi assistenti saranno Rossomando, Strocchia  e il quarto uomo Russo. Ecco gli arbitri della seconda giornata del campionato di serie A, in programma sabato e domenica:
- Atalanta - Parma: Marelli
- Cagliari - Juventus: Tagliavento
- Catania - Genoa: Rizzoli
- Empoli – Inter: N. Ayroldi

- Milan-Fiorentina: Farina
- Livorno - Palermo: Rosetti
- Milan - Fiorentina: Farina
- Sampdoria - Lazio: Rocchi
- Torino - Reggina: Giannoccaro
- Udinese - Napoli: Gervasoni
Fonte: Fedelissimi

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Rinnovata la convenzione tra il Comune di Siena e l'Ac Siena Spa per la concessione in uso dello stadio comunale “Artemio Franchi”. La concessione sarà valida fino al 31 agosto 2010. Lo ha deciso la Giunta del Comune di Siena che si è riunita nella mattinata di mercoledì 29 agosto 2007.
Fonte: Comune di Siena

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

L’A. C. Siena tramite il suo Presidente Pierluigi Fabrizi ha fatto formale richiesta all’Amministrazione Comunale di cambiare il nome dello stadio dall’attuale Artemio Franchi in Artemio Franchi-Montepaschi Arena. Il cambio del nome al vecchio “Rastrello” rientrava nel nelle clausole  contratto di sponsorizzazione insieme al cambio del nome della società poi bocciato dalla Lega-Calcio.

Fonte: Fedelissimi

Tosoni Auto
clean sanex
 
I due allenatori si affidano a molti elementi che rientrano nelle cosiddette “seconde linee”. Il Cagliari si schiera con il 4-4-2. Tra i pali debutta l’estremo difensore sloveno Koprivec, difesa in linea a quattro con i terzini Ferri e Agostini e i centrali Canini e Magliocchetti, centrocampo con a destra Marchini e a sinistra D’Agostino e la coppia di interni formata da Shala e Budel, tandem d’attacco formato da Aquafresca e Mancosu. Il Siena prova a sorprendere i quattro difensori di casa con il modulo tattico 4-3-1-2, proponendo in avanti il tandem offensivo formato da Corvia e Bucchi, con il fantasista Locatelli alle loro spalle. All’apertura delle ostilità il Siena va vicinissimo al goal al primo minuto. Sugli sviluppi del primo corner della gara Corvia, di testa, colpisce la traversa e la palla danza sulla linea di porta prima che Canini riesca a sventare la minaccia. Il Cagliari sembra stordito, mentre gli ospiti non riescono a sfruttare il momento favorevole e si fanno vedere solo con una punizione di Veron, bloccata in due tempi dall’esordiente Koprivec.
I rossoblù escono dal guscio e guadagnano una punizione con Antonino D’Agostino al 16’. Lo stesso giocatore si incarica della battuta e costringe Elefteropoulos ad uscire di pugno per anticipare Mancosu con la palla che viene deviata in angolo. Sugli sviluppi del corner battuto da Marchini, Canini prova la botta dal limite, Elefteropoulos non trattiene e sulla respinta corta Aquafresca si avventa come un falco e ribadisce in goal anticipando tutti, fissando il punteggio sull’1-0 dopo 18 minuti. Il Cagliari dà respiro alla propria manovra con un buon possesso palla a centrocampo, ma mancano gli acuti. Il Siena prova a reagire, ma i padroni di casa non trovano spazi e si affidano a conclusioni casuali, come la rovesciata senza pretese dell’ex cagliaritano Bucchi o il tiro dalla lunga distanza di Locatelli, che viene bloccato da Koprivec dopo 32 minuti.

Nella ripresa il Siena appare più pericoloso e spreca tre buone occasioni per pareggiare. Al 50’ Locatelli non inquadra la porta dal limite dell’area. Pochi minuti più tardi l’altro ex rossoblù Loria fallisce di testa il bersaglio da pochi metri. Infine al 56’ Bucchi gira di testa, ma la palla finisce a lato, vanificando un preciso assist del solito Locatelli. Il Cagliari alleggerisce con un colpo di testa del nuovo entrato Cocco, che aveva rilevato Marchini, che finisce di poco fuori e al 62’ i rossoblù trovano il raddoppio di nuovo con Aquafresca. I padroni di casa si distendono in avanti con il giovane Mancosu, che guadagna il fondo e pennella un cross al centro per l’accorrente Aquafresca, che schiaccia di testa in direzione del secondo palo e non lascia scampo al portiere avversario.

Il Siena paga carissimo la sua scarsa incisività sotto porta. Mandorlini inserisce Caetano al posto di Galoppa e Maccarone al posto di Corvia, ma è Bucchi a chiamare in causa l’estremo difensore rossoblù Koprivec, che al 66’ devia in angolo, con un bel tuffo sulla destra un bel tiro dai trenta metri della punta bianconera. Al 69’ i padroni di casa sfiorano il 3-0 con un bel destro di Budel, su assist di Mancosu, ma Elefteropoulos devia in corner con un goffo intervento di piede. Nel frattempo entrano in campo nel Cagliari anche Foggia, che rileva D’Agostino, e Bianco, al posto del prezioso Magliocchetti. La partita sembra trascinarsi stancamente verso la fine, ma il Siena al 92’ trova il goal della bandiera con Maccarone, che deposita in rete da pochi passi, approfittando di un errore di Koprivec, che si era lasciato sfuggire la palla dopo un’uscita su calcio d’angolo.

Il Cagliari prevale sul Siena confermando il suo buon momento di forma e capitalizza al meglio l’ottima organizzazione della sua retroguardia e la buona verve di Aquafresca, autore delle due reti dei rossoblù e assoluto protagonista di questa afosa notte d’estate. I sardi si qualificano agli ottavi di finale di Coppa Italia dove affronteranno tra dicembre e gennaio la Sampdoria. (Silvio Putzolu)

Fonte: www.gol.com

   
CAGLIARI: Koprivec, Ferri, Canini, Magliocchetti(dal 77’ Bianco), Agostini, Marchini(dal 53’ Cocco); Shala, Budel, D’Agostino A. (dal 69’ Foggia), Mancosu, Aquafresca. Allenatore: Marco Giampaolo 7

SIENA: Eleftheropoulos, Alberto, Ficagna,(dal 70’ Rossettini); Loria, Rossi, Jarolin, Veron, Galloppa, (dal 54’ Kalil), Locatelli, Bucchi, Corvia(dal 66’ Maccarone). Allenatore: Andrea Mandolini

MARCATORI: 18’ e 62’ Aquafresca (C), 92’ Maccarone (S)
Arbitro: Mazzoleni 6,5

Ammoniti: 77’ Shala (C)

Recupero: 2’ primo tempo e 6’ secondo tempo

Spettatori: 7.000 circa

 

Tosoni Auto
Stone Fly