Secondo quanto riportato dal sito Ufficiale della Sangiustese (serie D), il 24 luglio la compagine marchigiana affronterà la Robur in un incontro amichevole a Cascia.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

La Robur è vicino a chiudere la trattativa per portare a Siena l’attaccante Alessandro Polidori (1992), un giocatore importante per la categoria. La trattativa avviata da giorni, si dovrebbe concludere a breve. Con l’arrivo di Polidori, si inserisce un altro tassello nel parco di attaccanti, in attesa di chiudere con un altro elemento di pari valore, anche se ci sarà da attendere ancora qualche giorno.

Alessandro Polidori sarà a Siena venerdi per la firma sul contratto.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

A caccia di un portiere la Pistoiese. Il club guidato da Pancaro si guarda intorno alla ricerca di un estremo difensore. Secondo TuttoC, il prescelto è Simone Perrilli del Perugia. L'ex Pordenone è ambito anche dal Padova, retrocesso dalla Serie B e pronto a ritentare l'assalto alla cadetteria.

 

Contratto da professionista, il primo, per Matteo Gerace. L'Alessandria blinda uno dei propri migliori prospetti con un accordo che lo lega ai piemontesi fino al 2022. Cristiano Scazzola conterà sul trequartista classe '01 per la propria rosa.

 

Secondo informazioneonline.it, la Pro Patria sta lavorando alle conferme di Luca Bertoni e Matteo Battistini. Resta da valutare la posizione di Francesco Gazo, mentre corre verso il Modena il difensore Giovanni Zaro.

 

Un addio, annunciato ormai da tempo, prende corpo in casa Carrarese. Luca Ricci lascia i marmiferi rescindendo il proprio contratto, ad attenderlo c'è il Cesena neopromosso in terza serie dopo un solo anno di Serie D. Il difensore si riunirà con Giacomo Rosaia, altro ex apuano destinato ai romagnoli. In entrata la squadra di Silvio Baldini, secondo Sky Sport, è vicina al difensore Diego Conson.

 

Puntella il proprio reparto arretrato l'Arezzo. E' di giornata l'annuncio da parte amaranto inerente agli arrivi di Marco Baldan e Andrea Maestrelli, i calciatori saranno all'ordine di Di Donato nella prossima stagione.

 

Il Novara potrebbe veder partire Ronaldo. Il centrocampista, classe '90, è sotto l'attenzione del Padova che ha già avviato la trattativa per portarlo in Veneto. Lo riporta Sky Sport.

 

Capitolo Allenatori – Tutto definito per l'arrivo di Alberto Gilardino sulla panchina della Pro Vercelli. L'ex attaccante di Milan e Fiorentina, laureatosi campione del mondo nel 2006, è a un passo dai piemontesi. Firma attesa a breve.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 

L’entusiasmo e la voglia di lavorare in una società ambiziosa “che fa gola a tanti”, il rapporto terminato all’Arezzo e la firma in bianconero dopo “qualche montagna russa”, il legame di amicizia con Michele Mignani (“ci siamo sentiti, la ritengo una cosa doverosa”), il nuovo percorso di Belmonte e l’arrivo di Serrotti, che “non è dovuto al mio arrivo” ma “me lo tengo stretto, lo volevano anche in B”. E’ lunga e intensa la prima conferenza stampa di Alessandro Dal Canto da allenatore del Siena. Tante domande e risposte brevi, precise, lucide.

Trattativa – “È stata lunga perché dovevo risolvere il discorso della rescissione del contratto, siamo andati per tempi maggiori rispetto a quello che pensavamo. Normale che quando c’è una società che ti vuole e la volontà è di venire si aggiustano sempre le cose. Con qualche montagna russa, ma succede”.

Chimica – “Ho avuto un ottimo impatto col Trani e Vaira, si è trovata subito una chimica. Ho percepito grande fiducia e grande volontà di avermi qua, avrei fatto fatica a non venire in una società così blasonata. La chiamata di una società come il Siena fa gola non solo a me”.

Campanilismo - “Non mi sono fermato al campanilismo delle tifoserie. Credo di aver lavorato professionalmente bene ad Arezzo e farò altrettanto a Siena”.

Arezzo – “Sono stato bene, sono stato trattato bene ma il mio lavoro era terminato, ho avuto la percezione che la cosa dovesse finire. Questo non vuol dire che poteva essere migliorato il progetto Arezzo. Era il mio percorso che era difficile da migliorare. Ho una mia idea di come sono andate le cose, ho le mie ambizioni e ho preferito fare una scelta differente. Se poi la gente si diverte a dire dell’altro, dormo uguale”.

Allenatore – “In tutto il minestrone del calcio l’anello debole è l’allenatore. Se l’anno dopo le cose vanno male, la prima persona che salta sono io”.

Differenze – “Ad Arezzo siamo partiti con un programma di basso profilo, l’obiettivo principale era la salvezza e siamo arrivati a giocarci una semifinale per andare in B. Qui a Siena la società si è strutturata per concorrere a grandi obiettivi, la partenza e la responsabilità sono diverse”.

Mignani – “Ha prodotto un certo tipo di calcio e la società ha cercato un allenatore con la stessa identità. Se l’ho sentito dopo aver firmato? Sì, secondo me è una prassi corretta informarsi sul dove si va, una cosa doverosa aldilà del fatto che siamo amici. Abbiamo parlato di tutto quello che è inerente al lavoro che ha fatto. Michele ha fatto due signore stagioni, il calcio passa anche da episodi”.

Giovani e carriera – “Son partito ad allenare i giovani e resto dell’idea che tutti gli allenatori dovrebbero lavorare nei settori giovanili. Perché puoi sbagliare senza che il ragazzo se ne accorga, è una palestra fondamentale. Io, senza volerlo scegliere, ho fatto un percorso inverso, iniziando subito ad alto livello, perdendo la finale per la A col Padova. L’anno successivo abbiamo fatto un campionato ad alto livello, con tante aspettative, e o non ero pronto o non era la mia ora. Poi sono andato scendendo, ho commesso degli errori. Ora sono diventato più maturo, il corso degli eventi mi ha cambiato, ho avuto la fortuna di incontrare Lamma che mi ha equilibrato, oggi professionalmente sono una persona migliore. Vivo la mia professione non più con ansia”.

Errori ad Arezzo – “Subivo troppe rimonte? Sono molto autocritico, alle volte troppo, ma abbastanza obiettivo. Ieri stavo guardando Siena-Pistoiese 2-3, col Siena che si è fatto rimontare dal 2-0. Tutti i playoff dell’anno scorso sono stati caratterizzati da rimonte, noi eravamo i maestri ma anche il Pisa con la Carrarese, la Carrarese con la Pro Vercelli, il Monza col Sudtirol”.

Belmonte – “L’ho sempre chiesto da allenatore. Si appresta a fare un lavoro nuovo, deve stare sereno, professore non è nato nessuno. I giocatori che finiscono sono sempre un valore aggiunto perché hanno un ricordo fresco e noi ci dimentichiamo a volte delle dinamiche di campo. Tra l’altro abbiamo smesso per un problema uguale, mi spiace per lui ma spero che sarà un vantaggio averlo con me. Allenando con i grandi all’inizio ho avuto il vantaggio di essere vicino a loro come mentalità, ma dall’altra ho avuto tante grane perché allenare giocatori troppo vicini di età qualche problema lo crea”.

Giocatori – “Ad Arezzo ho allenato un gruppo di ragazzi bravi, di grandi qualità. Il gruppo che c’è a Siena mi sembra molto simile a quello di Arezzo. Il mercato? Valuteremo dove intervenire durante il ritiro”.

Serrotti – “La trattativa l’ha esclusivamente intavolata il direttore. E’ un giocatore che volevano tutti, ha fatto 40 partite a ritmo elevato, aveva richieste dalla B. Sono contento di avercelo io. Può coprire tutti i ruoli, ha grande qualità, è arrivato tardi perché ha commesso errori prima, che possono essere di vario tipo. Non è possibile che abbia fatto solo 4-5 anni di Lega Pro”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Alla conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico Alessandro Dal Canto ha presenziato anche il Direttore Sportivo Davide Vaira, che ha raccontato della trattativa per portare in bianconero l'ex tecnico dell'Arezzo e ha poi fatto il punto su tutto il resto, dal ritiro, alle scelte fatte, fino al mercato che sta conducendo. Queste le sue dichiarazioni:

Nuovo ruolo - "Emozione non c'è, io devo solo ringraziare la proprietà. In realtà è cambiato poco nel mio lavoro.  Forse c'è stata un po' di eccitazione all'inizio, ma nel complesso il lavoro che faccio è pressochè uguale a quello che facevo prima".

Dal Canto - "Chiedo scusa anche per qualche bugia di troppo che ho raccontato ma la situazione lo richiedeva, era abbastanza delicata. Non ho avuto un minimo di esitazione nella scelta, anche se ad un certo punto in riunione dissi che era un rischio che potevamo correre. Però la proprietà mi ha sostenuto, e sapere che la società ti spinge verso la decisione che hai preso ti dà forza. Dal Canto è stato uno dei migliori, se non il migliore, lo scorso anno: aveva molto mercato. Per l'accordo mi è bastato parlarci cinque minuti, è stata la cosa più semplice. E credo che questo rispecchi la volontà che c'era da ambo le parti di portare a termine l'operazione".

Punti comuni - "L’ambizione e la fame sono le cose che caratterizzano il nuovo corso. Tutti quelli al di sotto di me devono avere la stessa fame. Se questo vuoldire dover lavorare 7 giorni su 7 e h 24 lo faremo".

Ritiro - "L'idea è di chiudere in settimana qualche operazione per iniziare il 12 avendo il 70% della rosa pronta, e dare al mister 20-22 giocatori di movimento. Voglio che lui li valuti e li conosca, poi avrà il tempo per fare le dovute valutazioni".

Ritorni - "Campagnacci e Brumat sono fuori dal progetto, gli è stato già comunicato. Verranno in ritiro con noi ma gli cercheremo una sistemazione. De Santis probabilmente ha sofferto più di tutti la situazione che si è creata con il ripescaggio la scorsa estate. Per me è un giocatore forte, ma lo deve dimostrare. Voglio che il mister lo valuti in ritiro. Io ci vorrei puntare, è ancora giovane anche se per le nuove regole è over. Perlomeno ci vorrei provare, dipenderà molto da lui. Per Lomolino il discorso è diverso, comunque valuteremo anche lui, poi prenderemo anche col suo agente la decisione migliore per tutti. Damian invece rientra, su di lui credo molto. Penso abbia tutte le qualità per imporsi, dovrà giocarsela. Marotta? Alessandro è un caro ragazzo, lo sento spesso. Ma non tornerà, ci sono zero possibilità".

Aramu - "Con Mattia avevamo fatto una chiacchierata qualche mese fa, ci eravamo promessi di riparlarci. Inizialmente le distanze erano troppo elevate a livello economico, poi lui ha cambiato agente e da lì non ci siamo più sentiti. A me poi non piace pregare i giocatori. Lui è un calciatore che ha grandi potenzialità, ma abbiamo fatto scelte diverse. Spero che possa trovare la categoria che lui cerca, noi andiamo avanti per la nostra strada".

Attacco - "Abbiamo un giocatore su cui puntiamo ciecamente, cioè Alessandro Cesarini. Lui lo scorso anno non è stato in grado di darci una mano ma lo conosciamo tutti, in questa categoria è uno che può spostare gli equilibri. In settimana nel reparto di attacco dovrebbe arrivare un altro giocatore forte. In più abbiamo preso Ortolini dalla Serie D, un ragazzo che ha proprio la voglia e la fame che cercavamo. Alla partenza del ritiro vorrei avere cinque giocatori in attacco, molto probabilmente però partiremo con quattro". 

Difesa - "Romagnoli è un ragazzo cresciuto tanto in questi anni, ha fatto il percorso giusto. Ha avuto una maturazione incredibile, anche a livello fisico. Può fare sia il centrale che il terzino a mio avviso, comunque il mister saprà impiegarlo al meglio. Oltre a lui, i centrali saranno D'Ambrosio, Varga e Rossi. Partiremo con loro, credo siano giocatori importanti per la categoria. Poi potremmo inserirne anche un altro, però al momento non c'è fretta. Sulle fasce invece stiamo monitorando molti nomi".

Centrocampo - "Nelle considerazioni che abbiamo fatto ci siamo accorti che lo scorso anno quello che ci è mancato era un po’ di struttura. E' stato un mio errore andare dietro ad una idea di gioco tutta basata sulla qualità, invece in una rosa ci vogliono anche caratteristiche diverse. A tal proposito abbiamo integrato Gladestony, che rientra in Italia il 10, ci porterà un po' di peso. Inoltre abbiamo quasi chiuso con un altro ragazzo che ci darà qualcosa da quel punto di vista".

Portieri - "Ci stiamo orientando su un giovane, di solito quando mi entra nell’occhio qualcuno generalmente mi va bene. L’anno scorso mi sono buttato su Contini, e ci è andata bene perchè Nikita ha fatto un campionato straordinario. Quest’anno mi sono fissato su un altro e spero vada altrettanto bene, perchè di solito quando mi metto a esaminare portieri trovo sempre difetti a tutti. Il secondo sarà un over. Con il mister sono stato chiaro, io sono per le gerarchie precise. Quindi dovrà esserci un titolare ed una riserva. Poi se dopo dieci partite sbaglierà lo faremo riposare".

Under - "Abbiamo intenzione di prendere giocatori bravi, se sono giovani meglio. Noi non obblighiamo l'allenatore a fare determinate cose, lui ha il 100% di libertà di scelta. Ad ogni modo sono convinto che in rosa ci debbano essere 7-8 giocatori giovani bravi, e in alcune partite potrebbero anche giocare tutti, non vedo il problema".

Rimpianti - "Forse lo scorso avevamo troppi giocatori di qualità, bisognava delineare meglio le dinamiche interne. Però alla fine gli episodi in una stagione contano tanto. Se a Novara non ci davano un rigore inesistente saremmo arrivati quarti. E arrivare quarti in quel girone dopo quello che avevamo passato sarebbe stato un grande risultato. Quindi grossi rimpianti non ne ho".

Obiettivi - "Ripeto il concetto di prima, io sono ambizioso e l'ambizione ti porta ad arrivare più in alto possiile. Ora però non posso dire dove voglio arrivare, ma una squadra come il Siena deve cercare di stare nelle prime posizioni. Poi però ci sono tante dinamiche che determinano se puoi arrivare una posizione sopra o due sotto. Diciamo che se riusciamo a fare un percorso stando sempre attaccati alle prime 4/5 posizioni, la stagione può essere considerata positiva".

Bar Trombetta - "Non c'è stato nessun incontro, nè ad Arezzo nè a Prato. Non so nemmeno dove sia questo Bar, forse ci andrò in futuro. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Giornata importante quella odierna che vedrà al centro delle attenzioni il nuovo allenatore della Robur Alessandro Dal Canto.

Alle ore 16,15, nella Sala Stampa dello stadio, il tecnico incontrerà i giornalisti.

Un’ora dopo, alle 17,15, sempre nella Sala Stampa dello stadio, saranno i tifosi a porgere il loro benvenuto a Dal Canto.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Un inseguimento durato tante settimane, con tante parti in commedia da ambo le parti, ma alla fine, dopo la firma di qualche giorno fa, oggi Alessandro Dal Canto si presenterà alla città. L’arrivo sulla panchina bianconera del tecnico di Castelfranco Veneto, ha rinfocolato la rivalità con i tifosi aretini, ma la scelta della Robur non è stata indirizzata da motivi di campanile, bensì dalla fiducia sulle qualità dell’allenatore. Se Dal Canto dopo un anno importante ad Arezzo ha deciso di chiudere la sua avventura, nonostante un contratto in essere, non è un problema del Siena e qualche domanda i tifosi amaranto se la dovrebbero porre. Problemi loro. 

La scelta della società è stata molto apprezzata dalla maggior parte dei tifosi bianconeri che, dopo la scelta del pilota, attendono di conoscere la macchina che gli verrà affidata.

Inizia oggi e sotto i migliori auspici, l’avventura di Alessandro Dal Canto sulla panchina del Siena, ancora qualche giorno di chiacchiere e ipotesi e poi inizierà il lavoro sul campo. Buon lavoro mister, in bocca al lupo Siena! (nn)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Domani, lunedì 8 luglio, dopo la conferenza stampa riservata ai giornalisti alle ore 17.15 il nuovo allenatore Alessandro Dal Canto incontrerà i tifosi nella sala stampa dello stadio Franchi.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

SERIE B Cremonese si assicura Palombi in prestito dalla Lazio. Il Perugia ha chiuso per Rodin, difensore classe ‘96 dallo Zeljeznicar. Vicario (Venezia) arriverà dal Cagliari (che lo tessererà nelle prossime ore) per la porta. L’Empoli spinge per Puscas e ufficializzerà Dezi e Stulac dal Parma. La Salernitana rinnova con Migliorini, si inserisce su Antenucci (Spal) ed è a un passo da Dall’Oglio (Brescia). Il Venezia vicino allo svincolato Aramu. Oggi la firma a Pescara di Busellato (lascia il Foggia). Il Trapani riprende Rubino d.s e Mangiarano d.g.
SERIE C Il Piacenza ingaggia il difensore Favale dal Pisa. L’Olbia prende Doratiotto dal Cagliari. Doppio colpo per la Reggina: ha firmato Bianchi (Vicenza), tutto fatto anche per Cristini (Cuneo).


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
clean sanex
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
FISSC
 

Mancano ormai solo 4 giorni dal giorno del raduno della Robur e la rosa inizia a prendere una sua fisionomia, con qualche confermato, altri che dovranno essere valutati da Dal Canto e tante trattative avanzate che attendo di essere portate a termine.

I prossimi giorni, saranno molto importanti per capire quale sarà, almeno in parte, la rosa a disposizione del neo allenatore.

Allo stato attuale la rosa necessita di tanti e importanti innesti, molti dei quali entro il 14 luglio, giorno in cui la squadra partirà per il ritiro di Cascia. Vediamo nel dettaglio la situazione.

Portieri

Dopo la partenza di Contini e Melgrati, attualmente il Siena può contare solo sul terzo portiere Comparini. Da giorni si cerca di chiudere con il Chievo per Confiente, reduce da un’ottima annata a Reggio Calabria, ma anche con un dodicesimo affidabile.

Difesa

A destra, ad oggi, due ritorni: De Santis dal Monza e Brumat dal Rieti. Ambedue partiranno per il ritiro, ma spetterà a Dal Canto valutare se trattenerli in rosa o cederli ad altre società. Nell'ipotesi di una loro partenza si dovrà intervenire.

A sinistra è rientrato Lomolino, anche lui da valutare, mentre sembrano in fase di conclusione gli ingaggi di Setola e di Migliorelli.

Al centro la coppia di partenza sarà composta da Rossi e D’ambrosio, con Romagnoli e Varga in alternativa. Per ora non filtrano nomi, ma è prevedibile che qualche altro soggetto si possa aggregare.

Centrocampo

Faranno parte sicuramente della rosa, Arrigoni, Gerli, Vassallo, Guberti, Damian e il neo acquisto Serrotti, giocatori importanti reduci da una buona annata. Così com’è il settore è ancora incompleto, ma dovrebbero essere in dirittura d’arrivo gli ingaggi del brasiliano Gladstony, di Oukadda e di Andreoli.

Attacco

Rientra Campagnacci dal Gubbio, ma per il giocatore che a Siena non ha mai convinto, si prospetta una nuova cessione. Punto fermo è Cesarini, elemento su cui la società punta molto. Pronti a firmare il contratto anche Ortolini, punta strutturata e D’auria, ala vecchia maniera. Reparto ancora incompleto in cui si dovrà intervenire per garantire, almeno sulla carta, un certo numero di reti. I lavori sono in corso, e nel giro di poche ore, tante voci dovranno trasformarsi in certezze. Partire per il ritiro con la rosa al completo almeno al 70-80 % è l’obiettivo della società, ma anche la speranza dei tifosi. (nn)

CON CONTRATTO POSIZIONE TRATTATIVE
Portieri    
    Confente
    X
Difesa    
Brumat Da valutare Setola
De Santis Da valutare Migliorelli
Lomolino Da valutare  
D'Ambrosio Confermato  
Rossi Confermato  
Varga Confermato  
Romagnoli Confermato  
     
Centrocampo    
Arrigoni Confermato Oukadda
Gerli Confermato Gladstony
Vassallo Confermato Andreoli
Damian Confermato  
Guberti Confermato  
Serrotti Confermato  
     
Attacco    
Cesarini Confermato Ortolini
Campagnacci Da valutare D'auria

Fonte: FOL

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

La Robur Siena sulle tracce di Lorenzo Migliorelli. Il terzino sinistro, impiegabile all'occorrenza anche a destra, è una delle idee per rinforzare il reparto difensivo in mano ad Alessandro Dal Canto. Sfumata l'ipotesi Sudtirol, il calciatore dell'Atalanta si avvicina a grandi passi a vestire il bianconero. Dopo aver indossato la casacca della Virtus Entella nella scorsa seconda parte di stagione, il percorso del lombardo proseguirà in Serie C. 

 

Alessandria a caccia di un ritorno, precisamente quello di Simone Ciancio. La redazione di grigionline.com parla di come i piemontesi siano sulle orme del calciatore in forza al Catania.

 

Un rinforzo via Cagliari per l'Olbia che annuncia l'arrivo di Riccardo Doradiotto a titolo definitivo. L'attaccante si è legato ai sardi con un contratto biennale.

 

Secondo pistoiasport.com, dallo Spezia potrebbe arrivare un nuovo rinforzo per la porta della Pistoiese. Il ritorno di Pagnini potrebbe diventare realtà, stavolta a titolo definitivo. Gli arancioni ci pensano, la trattativa potrebbe prendere corpo nel giro delle prossime settimane. I toscani sono in corsa, così come il Como, per Filippo D'Andrea esploso in Serie D nelle fila dell'Atletico SFF.

 

Dopo il prestito all'Arezzo, il classe '98 Davide Zappella potrebbe restare in Serie C. Ad averlo richiesto, secondo Il Tirreno, è la Carrarese di Silvio Baldini. I marmiferi sono vicini anche a Luca Tedeschi, per il quale manca soltanto l'ufficialità.

 

Manovre in casa Gozzano. Insieme al ritorno di Alex Casella nel ruolo di direttore sportivo, il club piemontese pensa a un altro arrivo. In attacco, secondo TMW, si avvicina Tomaselli del Monza.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

La Robur Siena sulle tracce di Lorenzo Migliorelli. Il terzino sinistro, impiegabile all'occorrenza anche a destra, è una delle idee per rinforzare il reparto difensivo in mano ad Alessandro Dal Canto. Sfumata l'ipotesi Sudtirol, il calciatore dell'Atalanta si avvicina a grandi passi a vestire il bianconero. Dopo aver indossato la casacca della Virtus Entella nella scorsa seconda parte di stagione, il percorso del lombardo proseguirà in Serie C. 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Un altro giorno di trattative prende corpo in Serie C. Tra acquisti, cessioni e interessi continua il lavoro degli operatori e di tutte le altre componenti in gioco nella giungla del calciomercato. Andiamo a vedere le principali novità odierne.

 

La Robur Siena si muove e porta in bianconero Matteo Serrotti, l'ex Arezzo ha firmato un contratto annuale. In arrivo anche un altro colpo, si tratta di Gianluca D'Auria del Francavilla. La duttile ala firmerà un biennale con i toscani, i quali non sono interessati al difensore De Vito.

 

L'Arezzo c'è e batte un colpo per la propria porta. Gli amaranto acquistano Pissardo dall'Inter, prospetto classe '98 che viene prelevato a titolo definitivo. L'estremo difensore è uno dei primi rinforzi per la rosa guidata da Di Donato. Aretini in corsa anche per il centrocampista Cigliano ma sulle sue tracce, secondo La Gazzetta Dello Sport, c'è anche il Rimini.

 

Ufficialità in casa Pontedera. Fresco ritorno per la compagine allenata da Ivan Maraia che trova l'accordo con lo Spezia per il rinnovo del prestito di Jacopo Giuliani. Il centrocampista vivrà una nuova stagione in Toscana.

 

Conferme in casa Pergolettese con tre giocatori reduci della scorsa stagione che confermano la propria permanenza anche in Serie C. Manzoni, Muchetti e Lucenti saranno parte della rosa lombarda anche nel prossimo anno, ad annunciarlo la società con una nota.

 

Dall'Ascoli al Lecco. Questo il percorso di Lorenzo Bacci, estremo difensore che nella prossima stagione difenderà i pali del club neopromosso tra i professionisti. Un acquisto anche per il Como che annuncia l'arrivo a parametro zero di Iovine, l'ex Giana Erminio ha firmato un triennale.

 

A caccia di un terzino il Novara. La squadra piemontese, secondo La Stampa, starebbe lavorando per ottenere dall'Inter le prestazioni di Andrea Cagnano. Ancora qualche dubbio circa la formula, ma l'intenzione è quella di prelevarlo a titolo definitivo dai milanesi.

 

Operazione sull'asse Pistoia-Piancastagnaio. L'attaccante Matteo Momenté, a detta de Il Tirreno, potrebbe lasciare la Pistoiese dell'ex Giovanni Dolci per vivere una nuova esperienza sempre in Toscana, ma stavolta in provincia di Siena. I bianconeri della Pianese puntano dritto sull'ex Virtus Verona per rinforzare il proprio reparto offensivo.

 

Aumentano le pretendenti su Michele Vano. Il centrocampista del Carpi è ambito da ben cinque squadre di Lega Pro e non solo, tra cui spuntano i sardi dell'Olbia e gli emiliani del Piacenza. C'è però da tenere sott'occhio la concorrenza dalla cadetteria. A riportarlo è TuttoC.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Dopo la mancata iscrizione di Albissola, Lucchese e Siracusa, oggi e la Covisoc oggi ha bocciato Arzachena e Foggia e il ripescaggio del Venezia in serie B ci sono 6 posti liberi in serie C da reintegrare con riammissioni e ripescaggi.

Il Consiglio Federale di oggi ha preso atto delle domande di riammissione presentate da FanoBiscegliePaganese e Virtus Verona. Sono state presentate anche le domande di ripescaggio, nell’ordine, da CerignolaModena e Reggio Audace.

Sulle domande che sono state presentate deciderà il Consiglio federale, in programma il 12 luglio prossimo.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Ci sono scelte che vanno oltre regole non scritte e tradizioni, ciò in quanto esse sono necessarie alla finalizzazione di un obiettivo più grande. Decisioni che dividono la folla in due fazioni opposte e tra le quali non corre buon sangue. Nel caso in oggetto Siena sorride, mentre ad Arezzo le cose potrebbero andare meglio. Veder salutare sia Alessandro Dal Canto che Matteo Serrotti, colonne portanti della scorsa stagione, a costo zero per poi ritrovarseli avversari nella propria rivale di sempre è un colpo al cuore. Tanto lo sconforto, la delusione e altrettanti i contrasti tra chi parla di loro affibbiandogli il ruolo di traditori e chi, comunque, li ringrazia per il lavoro svolto. Magari senza augurare loro un sincero in bocca al lupo per la nuova avventura, quello sarebbe anche un po' troppo strano.

 

Soffiare una pedina, specie se importante, al proprio avversario fa parte del gioco, non c'è nulla di strano. Il ragionamento rientra perfettamente nell'opera di rafforzamento di una squadra: se quel giocatore mi serve, lo prendo. Poco importa la provenienza, l'importante è il suo rendimento con la maglia della mia fazione. In altre parole: non preoccuparti se prima portavi acqua al mulino concorrente, adesso lo farai per me. E magari anche meglio, d'altronde la speranza è sempre quella.

 

Puntano a fare e dimostrare ancor di più della scorsa stagione anche i due protagonisti della storia, Alessandro Dal Canto e Matteo Serrotti che hanno preso una scelta coerente con le proprie ambizioni. A cambiare è il colore della bandiera ma non le intenzioni di tecnico e giocatore che vogliono muovere un altro passo in avanti nelle loro carriere. La decisione presa dalla società è tutta in favore degli interessi bianconeri ed eventualmente solo in minima parte in funzione di un indebolimento avversario. Nel mondo del calcio moderno c'è spazio anche per loro, le scelte che vanno oltre il campanile.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Dopo Alessandro Dal Canto, un altro ex aretino si accasa alla Robur. Questa mattina ha sottoscritto un contratto con durata annuale, il centrocampista Matteo Serrotti, da cinque giorni libero dall’Arezzo. 

Pochi minuti fa ci è giunta la notizia che anche Gianluca D’Auria, esterno d’attacco del 1996, avrebbe sottoscritto un contratto biennale con la Robur Siena.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Rientrato al Sassuolo dopo la bella stagione con il Siena, in cui a messo a segno anche otto reti, l'attaccante Pietro Cianci ha firmato un contratto che lo legherà al Teramo fino al 30 giugno 2022. 

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Ieri sera la Covisoc ha comunicato alle società l’esito dell’istruttoria relativa alle domande di iscrizione per i campionati 2019-20 di A, B e C. Come da previsione ono tre le escluse: il Palermo resta fuori dalla B, l’Arzachena e il Foggia dalla Serie C. Queste società potranno depositare entro martedì un ricorso, ma non potranno integrare la documentazione presentata il 24 giugno scorso con la domanda di iscrizione.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

SERIE B Livorno in evidenza mentre si avvicina il primo fine settimana della sessione estiva. Il club toscano ieri ha chiuso per l’attaccante Floro Flores, lo scorso anno alla Casertana. Mentre in difesa è sempre più vicino lo svizzero Morganella (Padova). Intanto lo Spezia perfeziona un affare col Parma: dagli emiliani arriva in prestito con diritto di riscatto e controriscatto il difensore Ramos. L’Empoli ha fatto una offerta importante a Stulac (Parma) che sta per accettare. La Cremonese non si ferma ed ha chiesto il difensore Dall’Orco al Sassuolo; ai grigiorossi piace anche Ravanelli. Nuovo incontro Palmiero-Pescara: il centrocampista vicino ai biancazzurri. Il Cittadella completa il blitz per Vita (Feralpi) che firma un triennale. Il Frosinone prova per Rohden (a scadenza col Crotone). L’Entella ha chiuso l’ingaggio in prestito dal Torino della punta De Luca (‘98). Il Perugia insiste per Iemmello. Curado dal Genoa al Crotone, i calabresi cedono Romero al P.Tirana. Il Cosenza rinnova col portiere Saracco. Ufficiale al Chievo il tecnico Marcolini. Il Venezia su Mosti e Lanini della Juventus.

SERIE C Il Bari sta per chiudere il centrocampista Folorunsho (Francavilla). Ai dettagli l’accordo per l’attaccante Antenucci (Spal), respinti gli ultimi assalti del Benevento. Ufficiale Sampirisi a Monza. Biennale per Dal Canto sulla panchina del Siena, vice Lamma, nello staff Belmonte che si è ritirato. Lunedì il difensore Alari (Atalanta) andrà in prestito al Sudtirol. Giana: ufficiale il difensore Gambaretti (ex Cremonese e Catanzaro) e rinnova Sosio, 9a stagione a Gorgonzola. Rimini e Arezzo su Cigliano (Casertana). Il Gubbio ha preso Sbaffo (AlbinoLeffe) e Filippini (Lazio). L’Alessandria il portiere Valentini (Triestina).

Fonte: La Gazzetta dello Sport


 

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Dopo l’ufficializzazione di Alessandro Dal Canto, gli uomini mercato della Robur, stanno concludendo o hanno già concluso alcune trattative.

Si attende da un momento all’altro l’ufficializzazione per Matteo Serrotti, la cui firma sul contratto è attesa per domani.

Nei giorni del raduno, dal 10 al 14 luglio, dovrebbero firmare anche Raffaele Ortolini e Gladstony. Con ambedue è già stato raggiunto un accordo e manca solo la firma.

Ultimo in ordine cronologico, dovrebbe essere Carmine Setola (1999), terzino sinistro, ex Cesena, Palermo, Pisa e Fano, con cui è stato raggiunto un accordo per un biennale nella giornata di oggi. 

 

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 

Non è stata un'operazione facile quella che ha portato Alessandro Dal Canto alla Robur Siena. Il solo immaginare che il tecnico degli amaranto possa passare all'acerrima rivale era allora utopico per i più, quasi come se una voce volesse affrontare secoli di campanilismo e rivalità. Eppure, e questa è cosa nota da tempo, il mondo del pallone non segue certe regole e nell'estate in cui Maurizio Sarri firma per la Juventus anche l'allenatore dell'Arezzo avrebbe potuto firmare per la Robur Siena. Il calcio è questo, cosa ci sarebbe di tanto strano? Ognuno porta acqua al proprio mulino, poco importa se essa proviene dal vicino con cui i rapporti sono tesi da tempo immemore.

 

Tornando al campo che in fin dei conti è quello che ha più peso, c'è subito da dire come quella di Alessandro Dal Canto sia la figura più adatta. Così come gli altri reali obiettivi passati nella testa della società, l'allenatore ha alcuni punti comuni con i suoi colleghi: ambizione, idee e carattere. I tre elementi costituivi di un profilo giovane e con le idee chiare. Né appagato come una “vecchia volpe” può essere né inesperto come un tecnico alle prime armi, Dal Canto è all'età giusta per potersi affermare come uno tra i più stimati della categoria e puntare alla sua definitiva consacrazione. Quello all'ombra della Torre del Mangia sarà il suo sesto anno tra le Serie B e C, ma sono da ricordare anche le esperienze nelle Primavere di Padova, Empoli e Juventus oltre che alla guida della Nazionale Under 17.

 

Per ripetersi dopo un'annata, quella con l'Arezzo, dove ha fatto vedere un calcio piacevole e che punta dritto al risultato il veneto ha scelto una piazza difficile e stimolante. Un universo a parte nel quale i veri tifosi antepongono la Robur Siena e le sue sorti a tutto, eccezion fatta ovviamente, per i tempi e i ritmi legati alla vita contradaiola e alla grande festa che è il Palio. Un luogo che sa criticarti e allo stesso tempo amarti in maniera folle, una sorta di bipolarismo difficile da spiegare e rinvenire da altre parti. Il tifo bianconero è quello che non dimentica nulla, chissà che il nome di Alessandro Dal Canto non possa diventare uno di quelli a cui riservare un posto speciale. Ancora è presto per parlarne, il campo aspetta e la società continua con una programmazione efficiente, attenta al risparmio e che pensa in grande. Abile a concentrare l'attenzione su altro e ad agire a fari e microfoni spenti, i dirigenti bianconeri hanno portato a casa un colpo valso la comprensibile attesa. Tra qualche giorno inizierà il ritiro e da lì in poi avranno spazio gli impegni della stagione 2019/20. La costruzione dell'equipaggio è partita da tempo e adesso è noto anche il nome del condottiero. I bianconeri si preparano all’assalto.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Alessandro Dal Canto è il nuovo allenatore della Robur. Dopo un intenso mese di trattative, il tecnico nativo di Castelfranco Veneto ha deciso di legarsi ai bianconeri e ora toccherà a lui prendere l’eredità di Michele Mignani. Una trattativa che ha suscitato molta curiosità data la scelta del tecnico veneto di lasciare Arezzo per trasferirsi all’ombra della Torre del Mangia.

Difensore centrale strutturato e abile a guidare il reparto, Dal Canto si forma da calciatore nel settore giovanile della Juventus, con cui riesce anche ad esordire in Serie A nella stagione 92/93. La sua prima esperienza da professionista arriva due anni dopo a Vicenza in Serie B. La sua ottima stagione gli fa guadagnare la possibilità di giocarsi le sue carte in massima serie, sempre a Torino ma sponda granata. L’anno successivo torna a Vicenza ma senza fortuna, e a metà anno si trasferisce a Venezia. In laguna rimarrà per quattro stagioni, riuscendo anche a conquistare una promozione in Serie A. Ad inizio millennio passa al Bologna, per una breve esperienza che fa da preludio al suo secondo ritorno in quel di Vicenza. Qui rimane altri due anni prima del trasferimento nel Gennaio del 2003 in Russia all’Uralan Elista. L’anno successivo ritorna in biancorosso, poi va a Catanzaro. La stagione 2005/06 scende per la prima volta in carriera in Serie C, a Perugia; l’avventura in Umbria dura sei mesi, con l’Albinoleffe che lo riporta in Serie cadetta. Tra le fila dei seriani resta un anno e mezzo e conosce il suo attuale vice Lamma. Chiude la sua carriera a Treviso, dove gioca due stagioni prima di appendere le scarpe al chiodo, nel Giugno del 2009.

La sua carriera da allenatore comincia nella stagione seguente, alla Primavera del Padova. Nel 2011, viene scelto dal Presidente Cestaro per allenare la prima squadra in seguito all’esonero di Calori; concluderà l’annata arrivando ad un passo dalla Serie A, arrendendosi solamente in finale playoff contro il Novara. Viene riconfermato per la stagione successiva, nella quale però non raggiunge i playoff. Nel Gennaio ’13 torna a Vicenza in veste di allenatore, dove resta fino a fine stagione non riuscendo però a raggiungere l’obiettivo salvezza. L’anno dopo decide di scendere di categoria: è un altro ritorno, stavolta a Venezia. Anche questo non è fortunato, visto che la sua avventura si conclude con l’esonero dopo nove giornate. A Luglio 2015, viene scelto dalla Federazione per guidare la nazionale Under 17.

La sua scelta di tornare ad allenare i più giovani è certificata anche l’anno successivo, quando passa alla Primavera dell’Empoli, dove riesce a spingersi fino alla finale del torneo di Viareggio. I buoni risultati in azzurro gli valgono la chiamata della Juventus, laddove la sua carriera era cominciata, per allenare la primavera bianconera. Al termine dell’annata, Ermanno Pieroni gli offre di tornare ad allenare tra i professionisti; ad Arezzo porta a compimento una buona stagione arrivando al quarto posto e raggiungendo la semifinale playoff con una squadra giovane. Ora la scelta di ripartire da Siena, per confermarsi e continuare a stupire. (Jacopo Fanetti)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

La Pianese comunica che dalla prossima stagione l'amico Damiano Naldi oltre al ruolo di addetto stampa ricoprirà anche la mansione di Segretario Sportivo. Congratulazioni.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Vice allenatore - Giuliano Lamma, nato a Roma il 6 luglio del 1980.
Da calciatore ha collezionato oltre 300 presenze con le maglie di Prato, Novara, Albinoleffe e Jolly Montemurlo, da allenatore ha iniziato la sua esperienza come vice di mister Dal Canto nell’esperienza di Empoli, per poi seguirlo anche alla Juventus e all’Arezzo.
Collaboratore tecnico - Nicola Belmonte, classe 1987.
Dopo oltre 200 presenze tra i professionisti, ha annunciato lo scorso 24 maggio il ritiro dal calcio giocato e da questa stagione entra nello staff del nuovo mister.
Preparatore dei portieri - Cristian Tosti, nato a Città di Castello il 12 maggio 1974
Da calciatore ha difeso i pali, con quasi 300 presenze tra i professionisti, di Montevarchi, Viterbese, Castrovillari, Sangiovannese, Grosseto e Gubbio. Negli ultimi cinque anni è stato il preparatore dei portieri dell’Arezzo (4 stagioni) e dell’Alma Juventus Fano.
Preparatore atletico - Marco Coralli, al suo quarto anno in bianconero, e sarà affiancato da Gian Marco Benelli, già preparatore atletico delle giovanili bianconere nelle scorse stagioni.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Finalmente l'ufficialità! Alessandro Dal Canto è il nuovo allenatore della Robur! Non l’hanno presa bene in quel di Arezzo, è normale e legittimo, ma sta di fatto che dopo un solo anno, per altro ricco di successi, Alessandro Dal Canto ha voluto cambiare aria attratto dalle proposte e dal programma di Anna Durio. In questa fase dell’anno solitamente veniamo trascinati in giudizi, positivi o negativi, che poi rischiano di essere smentiti dai fatti e questo vale anche per il nuovo allenatore bianconero, ma è indubbio che la scelta di affidare la panchina della Robur all’ex aretino è stata condivisa dalla maggior parte dei tifosi.

L’aver “rubato” l’allenatore ai rivali di sempre aggiunge un pizzico di soddisfazione in più, ma la scelta della società non è stata in funzione anti aretina, ma solo pro Siena, avendo individuato da molte settimane in Dal Canto, l’uomo giusto per sostituire Michele Mignani, il tecnico che per due anni ha guidato la Robur, numeri alla mano, con grandi risultati.

Inizia una nuova stagione e con essa, come sempre e più di sempre, si rinfocolano speranze e sogni. Tra pochi giorni il raduno della squadra, facce note e nuovi volti, si mescoleranno e insieme partiranno per il ritiro estivo con l’unico obiettivo di preparare al meglio una stagione che in serie C non è mai facile. A Dal Canto e ai suoi collaboratori Giuliano Lamma, Cristian Tosti e Nicola Belmonte il nostro caloroso benvenuto. (nn)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 


La rivoluzione degli abbonamenti sta pagando con un clamoroso sold out. Stefano Bandecchi, patron e presidente della Ternana, ha fatto la sua scommessa dopo due deludenti stagioni al vertice della società rossoverde. Abbonamenti a prezzi più che stracciati (5, 8 e 10 euro) per riavere intorno alla squadra il calore del pubblico e avviare una più ampia opera di fidelizzazione, base indispensabile per riedificare una Ternana finalmente vincente.

Esaurito
Il dato ad oggi parla chiarissimo: 11.389 abbonamenti (l’incasso è di 70mila euro, la scorsa stagione 154mila per 1.720 tessere) sottoscritti che equivalgono al sold out per il Liberati che negli anni, causa una crescente vetustà, ha perso buona parte della propria capienza. Ma il tutto esaurito di questi giorni equivale anche al record assoluto nella storia della Ternana. Gli oltre 11mila abbonati della stagione che sta per cominciare in serie C hanno superato anche i numeri della squadra, prima umbra in serie A. Di quella rimasta nel cuore e negli occhi dei tifosi allenata da Corrado Viciani che nella stagione 1972-73 ebbe con se 6.400 abbonati. Per la prima volta nella massima serie, c’era un Liberati nuovo di zecca capace di ospitare 40.000 persone nella gara interna contro la Roma. La storia di una città poco propensa a sottoscrivere l’abbonamento per lo stadio è confermata anche dal secondo passaggio in serie A della Ternana che con Riccomini alla guida convinse poco più di un migliaio di tifosi in più a sottoscrivere il tagliando.

Scarso feeling
Poi la storia più recente, segnata anche dai fallimenti (prima Migliucci poi Gelfusa) e dalle risalite faticose tanto da proporre quale miglior dato quello del 2002-03, quando con Mario Beretta alla guida mancò di poco la terza esperienza in A nonostante un’andata da protagonista: 4.500 erano stati gli abbonati per quella Ternana che annoverava giocatori buoni come Jimenez, Kharja, Zampagna, Borgobello, Frick. La progressiva caduta della squadra, i rapporti tesi tra la tifoseria e la gestione Longarini hanno ridotto al minimo il numero degli abbonati tornati a salire nella passata stagione con 1.720 tessere sottoscritte. Fino al boom attuale che potrebbe avere un ulteriore miglioramento. Infatti è in corso un intervento sulla curva sud che, se concluso in tempi rapidi, consentirà alla Ternana di porre in vendita altri 600 tagliandi e avvicinare così quota 12.000.

Fonte: La Gazzetta dello Sport



 

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

SERIE B Giornata densa di incontri ieri negli hotel milanesi sedi delle trattative. La Cremonese grande protagonista di giornata. In prima battuta, dopo un lungo corteggiamento, ha accelerato per il centrocampista Deli (Foggia) sul quale si era mosso nei giorni scorsi il Frosinone. I lombardi hanno fatto poi un sondaggio per Barberis (Crotone, che piace anche all’Ascoli) e un tentativo per riportare in grigiorosso il centrocampista Cavion che ha disputato l’ultima stagione all’Ascoli. Proprio il club marchigiano e la Salernitana si contendono Firenze (Crotone); i granata intanto non mollano Embalo che si libererà dal Palermo. Lo Spezia aspetta dal Genoa (che lo acquisisce dall’Inter) il difensore Rizzo. L’Empoli chiude per Moreo e Pirrello (Palermo) e ufficializza Adamoli (Juventus) esterno mancino lo scorso anno al Genoa. Il club di Corsi deve rintuzzare però l’assalto del Perugia al portiere Brignoli (Palermo).
Il Frosinone di Nesta lavora per ridisegnare la squadra secondo il nuovo modulo 4-3-1-2 e cerca dei terzini. Vicinissimo Szyminski (Palermo) in rampa altri due profili dall’estero: Lennart Czyborra tedesco in forza agli olandesi dell’Heracles e Fredrik Bjorkan (Bodo Glimt) nazionale under 21 norvegese. Nelle prossime ore sono attese novità in questo senso. Il Pordenone invece ottiene dalla Spal il prestito di Mazzocco (lo scorso anno era a Padova). La Juve Stabia continua a rimodellare la squadra. Ieri ha praticamente concluso l’accordo con l’Atalanta per il prestito di Mallamo, centrocampista la scorsa stagione al Novara. Il Venezia, in attesa del ripescaggio, ha ufficializzato Dionisi come nuovo allenatore. L’ex Imolese ha firmato un biennale coi lagunari e domani verrà presentato alla stampa. Si muove il Cittadella che prova un colpo a centrocampo: Vita della Feralpisalò. Il direttore sportivo Marchetti in attacco spinge invece per il ventenne sloveno Zan Celar (Roma) che ha fatto molto nello scorso campionato Primavera. Il Chievo è vicinissimo a Ceter (Cagliari).

SERIE C Ieri nuovo incontro a Milano tra Monza e Rigoni (Chievo), le parti stanno facendo passi in avanti verso la fumata bianca. I brianzoli possono chiudere anche con Mattia Bortolussi, attaccante che si libererà a zero dalla Lucchese. Pistoiese: preso Luigi Falcone, svincolato dal Bitonto, era con il neo tecnico toscano Pippo Pancaro a Catania e Catanzaro. Il Novara come allenatore promuove il debuttante Simone Banchieri dalla U16, mentre Simone Pavan, ex primavera Samp, siederà sulla panchina della Vis Pesaro. Il Pontedera preleva in prestito dal Verona il difensore Edoardo Pavan classe 1999.Alla Casertana poker di acquisti: ufficiali Starita, Origlia, Zivkov e Caldore. Mentre il Picerno annuncia il centrocampista offensivo Umberto Nappello, classe 1991, dalla Clodiense (Serie D).


Fonte: La Gazzetta dello Sport
 

Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
FISSC
 

Oggi dovrebbe essere il giorno dell’annuncio di Alessandro Dal Canto come nuovo allenaore della Robur Siena. La lunga trattativa per strappare il tecnico dalla panchina dell’Arezzo si è conclusa felicemente da qualche giorno e in giornata dovrebbe essere ufficializzata. Lo staff del tecnico di Castelfranco Veneto dovrebbe essere composto dal suo secondo Giuliano Lamma e da Nicola Belmonte che, dopo essere stato costretto per guai fisici a dare l'addio al calcio giocato, si rimette in gioco come collaboratore tecnico.

Fonte: FOL 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Sotto un sole rovente si consuma un altro giorno di trattative. In Serie C prendono corpo allenatori, entrata ed uscite delineando i contorni della stagione che verrà. Le squadre che prenderanno parte allo stesso raggruppamento della Robur Siena si attivano e lavorano assiduamente. Queste le ultime novità.

 

La Pistoiese saluta Marco Cellini. L'esperto attaccante decide di lasciare gli arancioni, ma non la Toscana. Ripartirà infatti dalla Serie D, precisamente dal Prato in cui ha già militato in passato. Novità anche in campo dirigenziale con Federico Bargagna che lascia il club di cui faceva parte dalla stagione 2010/11. In entrata l'ex Giovanni Dolci firma un colpo portando in quel di Pistoia l'esterno Luigi Falcone, ufficiale il suo arrivo.

 

La Gazzetta di Modena lancia un'ipotesi legata a Luca Cattaneo. L'esterno offensivo è sotto le attenzioni del Modena, vicino al ripescaggio in Serie C. Il calciatore del Novara potrebbe scegliere di vestire la maglia degli emiliani, ma non si tratta dell'unica concorrente all'ex Gubbio.

 

Manovre in casa Pianese per quanto concerne il campo e non solo. Oltre alle novità dirigenziali, in casa dei bianconeri si registrano le cessioni di Buongiorno al Seravezza Pozzi e di Bernardini all'Aquila Montevarchi. In entrata, secondo TuttoC.com, il club di Piancastagnaio guarda al giovane Montaperto, centrocampista dell'Empoli.

 

Doppio rinnovo in vista in casa dell'Arezzo. I colleghi di arezzonotizie.it parlano di come i difensori Burzigotti e Sereni dovrebbero continuare il proprio percorso in maglia amaranto. Restando in territorio toscano, il Pontedera si avvicina a Giuliani: tutto fatto per il rinnovo del prestito da parte dello Spezia. Intanto la squadra di Ivan Maraia deve stare attenta alle sirene per Calcagni, il giocatore è cercato – secondo gianlucadimarzio.com – da Como e AlbinoLeffe.

 

Nonostante la mancata iscrizione e il fallimento della sua Lucchese, Mattia Lombardo potrebbe restare nel Girone A. Secondo Il Tirreno, sulle tracce del duttile terzino c'è la Carrarese. I marmiferi intanto aspetto di risolvere la questione rinnovi: Maccarone e Rosaia sono pronti a restare agli ordini di Silvio Baldini.

 

Capitolo allenatori – Il Novara sceglie Simone Banchieri per la propria panchina. Dopo l'avvicendamento di Michele Mignani ai piemontesi la pista si è via via raffreddata fino ad arrivare alla promozione in prima squadra del tecnico dell'Under 16.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

La presidente Anna Durio comunica che domenica 14 e lunedì 15 luglio si terrà all’Acquacalda un doppio “open day” riservato al settore giovanile, al quale daranno il loro contributo anche i tecnici bianconeri della sezione maschile ed alcune ragazze che hanno già avuto esperienze in prime squadre.
Queste le sue dichiarazioni: “Saranno due pomeriggi di divertimento che faranno da apripista alla nostra esperienza con il calcio femminile, alla quale teniamo in particolar modo. Ci mettiamo a disposizione per tutte le ragazze che si vogliono avvicinare al calcio o che si sentono onorate di intraprendere questa nuova strada bianconera. Con particolare piacere accoglieremo come madrine dell’iniziativa la vice presidente della Lega Pro Cristiana Capotondi e la calciatrice Riana Nainggolan”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Giovanni Lombardi Stronati, ex presidente dell’AC Siena SpA, è stato definitivamente assolto dalle accuse di bancarotta immobiliare. In prima sentenza Giovanni Lombardi Stronati era stato condannato, ma la Corte di Appello di Milano con sentenza n. 526 del 11/02/2019, su parere conforme della Procura Generale, ha riformato la sentenza di condanna assolvendo Giovanni Lombardi Stonati "dal reato a lui ascritto perché il fatto non sussiste " revocando per l'effetto "le pene accessorie e le statuizioni civili inflitte con la sentenza di primo grado ".

Finisce così con un’assoluzione piena la travagliata vicenda che ha visto coinvolto l’ex presidente del Siena. 

Fonte: FOL

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

SERIE B Sale il termometro Luca Pessina del mercato e Pescara ancora protagonista. Gli abruzzesi hanno raggiunto un accordo di massima con il centrocampista Busellato che si libererà dal Foggia (pronto un triennale). Per l’attacco nuovi contatti per Scamacca (Sassuolo), con l’idea Melchiorri (Perugia) sullo sfondo. Proprio il club umbro ha chiesto alla Cremonese il centrocampista Castagnetti e l’attaccante Strizzolo (Iemmello del Benevento resta comunque la prima scelta). Il tecnico Oddo vorrebbe il suo pupillo Benali, ma il Crotone fa muro. Sondaggio con lo Spezia per l’esterno difensivo De Col (piace anche al Livorno), nuovi contatti per Costa (Spal), sul quale c’è anche l’Ascoli. Kragl firma un triennale a Benevento. L’Empoli per la porta si avvicina a Brignoli (Palermo). Il Livorno, dopo un lungo corteggiamento trova l’accordo per l’attaccante Marsura (Carpi). Firma un Biennale il difensore Borri (Pontedera) alla Juve Stabia. L’Ascoli tratta Broh (Sassuolo), il Crotone chiude per Mustacchio (Perugia). L’Entella ufficializza l’attaccante Pandolfi (Castrovillari) e il centrocampista Cicconi (Como) e si attende quella del portiere Contini (Napoli). Il Cosenza sonda Ceter (Cagliari). Non decolla a Salerno lo scambio Bellomo-Rosina con la Reggina.

SERIE C In serie C a dettare i tempi delle trattative c’è il Monza che sprinta per chiudere Rigoni dal Chievo e aspetta la risposta da Del Grosso (Pescara), offerto un biennale. Quindi il Bari che nella giornata di ieri ha effettuato un forte rilancio per Antenucci (Spal), l’attaccante ora può arrivare in biancorosso. A un passo la firma per i pugliesi anche del portiere Frattali (Parma), pronto un biennale. L’Alessandria chiude per Cleur (Entella), il Padova ufficializza Germano (Pro Vercelli). Il Vicenza tessera Cappelletti (Padova). Il Teramo insiste per Cosenza (Lecce). La Giana ha ufficializzato M’Zoughi (Varese), in uscita Iovine diretto al Como. Daniele Casiraghi approda al Sud Tirol dove ritroverà Vecchi che lo aveva fatto esordire in Lega Pro nel 2011 con la Tritium. La Fermana chiude per il portiere Mattia Palombo (Cassino) e per il difensore Donato De Pascalis (Nardò). Ufficiale a Catania l’esonero di Sottil, sulla panchina siciliana è in arrivo Camplone. Quasi fatta per il centrocampista centrale ghanese Nana Welback ex Brescia. Reggina scatenata: annuncia Sounas (Monopoli), vicini l’esterno sinistro Daniele Liotti (Pisa), Nicolas Bresciani (Ravenna) e l’esterno destro Davide Bianchi del Vicenza. Per l’attacco amaranto in vantaggio sull’Avellino per Evacuo (Trapani).


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Secondo giorno di calciomercato e trattative in Serie C. Diverse le ufficialità e le notizie che hanno caratterizzato questo 2 luglio. Come al solito, ecco il nostro riepilogo sulle squadre che con più probabilità faranno parte del girone della Robur Siena.

 

Tempo di addii in casa Pontedera. I toscani salutano Lorenzo Borri, giovane difensore di prospettiva che fa il salto di categoria e si aggrega alla Juve Stabia. In entrata c'è invece Edoardo Pavan, un laterale difensivo classe '98 che viene dall'Hellas Verona.

 

Como al lavoro per farsi trovare pronto alla Serie C. La squadra lombarda studia un colpo dagli svincolati: secondo tuttotritiumgiana, nel mirino dei lariani c'è Alessio Iovine. Dopo l'esperienza con la Giana Erminio, il classe '91 è pronto a restare in terza serie.

 

Secondo trivenetogoal, è tutto fatto per il passaggio di Alex Valentini all'Alessandria. Il portiere arriverà dalla Triestina, club con il quale prima firmerà il rinnovo contrattuale per poi partire in prestito verso il Piemonte.

 

Attivo anche il Piacenza che, a detta di Gianluca Di Marzio, valuta il nome di Davide Zappella come rinforzo difensivo. L'ex Arezzo verso una nuova esperienza in Serie C, ovviamente sotto la supervisione dell'Empoli proprietario del cartellino.

 

Un rinnovo in casa Pro Patria. Il portiere Paolo Tornaghi ha firmato l'accordo per proseguire la sua esperienza con i bustocchi, il contratto ha durata di un anno.

 

Non solo Giacomo Rosaia, anche Luca Ricci si allontana dalla Carrarese e si avvicina al Cesena. Nella sua edizione odierna Il Tirreno parla di come il difensore abbia già un accordo di massima con i romagnoli e che nelle prossime giornate s'incontrerà con i toscani per ottenere la rescissione del contratto in essere.

 

Interesse della Pistoiese per Niccolò Gucci. L'attaccante della Pro Patria potrebbe lasciare Busto Arsizio per unirsi al club orange. A parlarne è Gianluca Di Marzio.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Con una nota ufficiale, la Turris comunica l'acquisto di Christian Cefariello (2000):

"La squadra corallina annuncia di aver acquisito le prestazioni sportive del portiere, classe 2000', Christian Cefariello. L'estremo difensore di origine campana, ha iniziato l'ultima stagione tra le fila del Siena (Serie C) per poi trasferirsi, durante il mercato invernale, alla Sinalunghese, squadra impegnata nel girone E della Serie D con la quale ha giocato 11 partite, chiudendo per 3 volte con la porta imbattuta."

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly