Dopo Siena e Ternana anche l'Ascoli ha comunicato ufficialmente che la sede del ritiro estivo sarà a Cascia da domenica 14 luglio a venerdì 26 luglio. L’Hotel che ospiterà i marchigiani, sarà il Residence La Corte e gli allenamenti si svolgeranno presso il Centro Sportivo Magrelli Active di Viale Cavour.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Contini portiere del Siena che al termine della stagione ha fatto ritorno al Napoli, che ne detiene il cartellino è intervenuto su calcionapoli24.
“Quest'anno sono migliorato con il Siena, sono contento della mia stagione anche se abbiamo carburato un po in ritardo ma sono felice di aver trovato il Siena. Sul futuro non so ancora niente, sto ricevendo telefonate da club di serie B, nelle prossime due settimane definirò il mio futuro”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 
Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

 Tutti in corsa, la gara non è ancora finita e un vincitore non è stato decretato. Almeno per ora. E' questione di giorni, dopodiché la Robur Siena e i suoi tifosi potranno conoscere il nome e il volto del nuovo allenatore. Scoprire il successore di Michele Mignani è un'operazione ardua, ma che nel corso del tempo alcuni profili si sono via via palesati come più o meno papabili.

 

ALESSIO DIONISI – Originario di Piancastagnaio ma sbocciato a Imola. 39 anni, un curriculum tutto da scrivere ma che può contare un biglietto da visita non indifferente: il miracolo sportivo alla guida della matricola Imolese. Un terzo posto, quello nel Girone B di Serie C, che non è passato inosservato nemmeno in Serie B. Diverse le squadre che hanno mostrato il proprio apprezzamento all'indirizzo del toscano dalla cadetteria e non solo, inclusa la Robur Siena. I bianconeri hanno effettuato più di un sondaggio all'indirizzo del tecnico, il quale non disdegnerebbe un'occasione in una piazza che, tra l'altro, lo avvicinerebbe a casa. Lo scoglio principale è però la società romagnola che, forte di un accordo con l'ex Olginatese fino al 2022, chiede un indennizzo o una contropartita tecnica di un certo tipo per lasciar libero il proprio tesserato. Scaduta la clausola rescissoria di 150 mila euro, valida fino all'1 giugno e solo per la serie cadetta le possibilità che, in questa stagione, lasci la compagine romagnola sono ridotte. Nome che al momento e che salvo corpose novità non gode dei favori del pronostico, ma che comunque stuzzica da tempo l'interesse della dirigenza.

 

VITO GRIECO – L'ipotesi più accreditata per la panchina è l'ex Pro Vercelli. Non una seconda scelta o una riserva, bensì una valida alternativa da non sottovalutare assolutamente. Con una squadra giovane, piena di incognite e tormentata dalle vicende estive l'esordiente in categoria non ha sfigurato. Il pugliese ha già trovato l'accordo economico con la società bianconera, e, dopo un incontro nei giorni passati, resta al momento in stand-by in attesa di notizie. La sua è la pista più concreta, ma non si può dare nulla per fatto fin quando non viene messo tutto nero su bianco.

 

MASSIMO PAVANEL – Non è tra i favoriti, eppure il suo è il nome da tenere comunque sotto osservazione. Il tecnico della Triestina ha fallito l'approdo in Serie B, ciò non toglie però quanto di buono fatto in terra giuliana: un gioco spumeggiante, concreto e offensivo che si è dovuto arrendere solo alla magica annata del Pordenone e all'arrembante Pisa. Legittima e forte la volontà della società di confermare il proprio allenatore, il quale però incontrerà la dirigenza per discutere se andare avanti o lasciare anticipatamente visto un contratto in scadenza nel 2020. Nelle scorse settimane c'è stato un contatto con la Robur Siena, non si tratta però dell'unica squadra in corsa. E' concreto l'interesse di Padova e Chievo Verona, due soluzioni venete, una peraltro in Serie B, che potrebbero stuzzicare l'ex Arezzo.

 

ALESSANDRO DAL CANTO – Il nome che non ti aspetti è allo stesso tempo quello in ascesa. Non è mistero il come, archiviata una stagione di tutto rispetto, l'Arezzo abbia ancora qualche punto interrogativo nella programmazione del proprio futuro. Tra scadenze che incombono e alcuni giocatori sul piede di partenza, anche l'allenatore sta ragionando bene sul proprio futuro. Nelle scorse settimane, a seguito di un indiscrezione dei colleghi di TuttoC.com che dava il tecnico come vicino alla risoluzione, un comunicato del club amaranto ha rassicurato i tifosi aretini. E' da tenere in forte considerazione il decisivo confronto tra il veneto e la proprietà che si terrà a breve e dal quale le parti in causa usciranno con le idee chiare sul proprio futuro. Intanto è notizia di oggi il rinnovo di due componenti dello staff tecnico, vale a dire il preparatore dei portieri Francesco Franzese e il preparatore atletico Francesco Carchedi. Resta invece da scrivere l'avvenire di Giuliano Lamma, braccio destro di Dal Canto che lo ha affiancato anche nelle avventure nelle giovanili di Juventus ed Empoli. A far sorgere dei dubbi nei tifosi amaranto sono anche le parole di Ermanno Pieroni, il quale annuncia dei cambiamenti non indifferenti. A fari spenti e antenne dritte, la Robur Siena capta ogni segnale e studia la mossa giusta qualora si aprisse un varco.

 

ALTRI – Giacché il calcio è imprevedibile è giusto considerare anche altre ipotesi. Defilata poiché con un possibile salto di categoria alle porte col Trapani e l'interesse di Benevento e Catania la posizione di Vincenzo Italiano. Sull'allenatore dei siciliani è stato effettuato un sondaggio tempo fa, ma le sue possibilità di guidare i bianconeri non sono altissime. Non sembra figurare tra gli obiettivi Stefano Vecchi, contrattualmente legato al Venezia, sebbene abbia alcune delle caratteristiche ricercate nel successore dell'uscente Michele Mignani. Potrebbero entrare in corsa anche altri personaggi non citati, dai quali però ci sentiamo di escludere eventuali cavalli di ritorno. Ormai questione di giorni, dopo dei quali il quadro sarà ultimato e la programmazione della nuova stagione entrerà nel vivo.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Lo slittamento alla fine di questa settimana per l’annuncio del nuovo allenatore apre il campo ad una serie di considerazioni, quanto corrette lo vedremo in seguito.

Sul successore di Mignani sono state fatte tante ipotesi, alcune verificate e confermate, altre sono rimaste solo voci.

I primi nomi usciti sono stati quelli di Alessio Dionisi, Vito Grieco e Paolo Zanetti.

I diretti interessati, da noi interpellati, pur non rilasciando dichiarazioni ufficiali, hanno ammesso dell’interesse della Robur. Successivamente si sono affacciata anche l’ipotesi di Massimo Pavanel e Alessandro Dal Canto, ma né la società bianconera, né i due allenatori. hanno mai confermato la veridicità dei contatti.

Paolo Zanetti ha firmato con l’Ascoli ed è uscito di scena, rimangono Dionisi e Grieco. Per quanto riguarda il tecnico di Piancastagnaio sono note le difficoltà da superare per portarlo in bianconero, una clausola rescissoria importante che nessuna squadra, soprattutto di serie C, può soddisfare, a meno che l’Imolese non accetti una contropartita tecnica che non potrà certo essere uno o due tra Campagnacci, De Santis e Lomolino. Più probabile che, se veramente la trattativa andasse verso questa direzione, il Siena dovrà mettere sul piatto un giocatore importante tra quelli sotto contratto. Una strada difficile e irta di ostacoli che sembra aver spianato la strada a Vito Grieco, che, per gli uomini mercato della Robur, non è una seconda scelta, ma una valida alternativa.

Nelle ultime ore sembrava tutto fatto per l’ex Pro Vercelli, ma proprio nei giorni in cui si attendeva l’ufficializzazione, nonostante un accordo vicino, tutto è slittato alla fine della settimana. Il dubbio che ci assale è che alla Robur si sia aperta una porta finora, se non chiusa, sicuramente socchiusa. Ci dobbiamo aspettare una novità sul nome? E’ ritornato attuale qualche allenatore di cui si è parlato finora o magari un nome nuovo? Domande a cui non è facile dare dare una risposta fino al momento dell’ufficializzazione, anche perché le nostre sono solo ipotesi o meglio, una serie di considerazione ad alta voce condivise con chi ha la pazienza di leggerci. (nn)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Michele Mignani è ormai lontano dal Siena, ma il lavoro svolto dal tecnico nei suoi due anni in bianconero, non è passato inosservato ed è seguito dal Novara. In un primo momento si era parlato della Pistoiese, anche perché il nuovo DS degli arancioni è Giovanni Dolci, ma da quanto siamo riusciti a sapere i programmi della società di Orazio Ferrari non collimano del tutto con quelle del tecnico. A Novara danno per molto vicino l’annuncio ufficiale del nuovo tecnico e Mignani, in ballottaggio con Scienza, sembra essere il preferito, ma prima si dovrà attendere la nomina del nuovo DS.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

L’ipotesi che oggi o domani sarebbe stato il giorno per conoscere l’erede di Mignani non si sta rivelando azzeccata e probabilmente l’annuncio slitterà a giovedì o venerdì.

Il candidato più autorevole, come abbiamo già scritto, sembra essere Vito Grieco, in uscita dalla Pro Vercelli, soprattutto dopo le difficoltà legate al legame contrattuale di Dionisi con l’Imolese. 

Tutto sembra quindi andare in direzione del tecnico di Molfetta, che proprio domani dovrebbe avere un nuovo incontro con i dirigenti bianconeri. 

Grieco, da noi avvicinato, non ha voluto rilasciare dichiarazioni, ma ha fatto trasparire il suo apprezzamento per la Robur.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Con i gol di Masucci nel primo tempo, Marconi nel primo tempo supplementare e Gucher nel secondo tempo supplementare regalano la promozione ai nerazzurri. Inutile il gol della Triestina del momentaneo 1-1 con il rigore di Pablo Granoche.

Allo Nereo Rocco di Trieste gremito con oltre 20. 000 spettatori festeggiano i 4.000 tifosi giunti da Pisa.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
FISSC
 

Il Venezia di Serse Cosmi retrocede in Serie C al termine dei controversi playout. Al Penzo, dopo il 2-1 dell’Arechi, determinanti i calci di rigore, cui si è giunti dopo l’1-0 dei primi 120’ a favore dei lagunari. I granata sono rimasti in 10 al 46’ del primo tempo per l’espulsione di Minala. Dal dischetto decisivi gli errori di Bentivoglio e Coppolaro.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Stasera alle ore 20.30 (diretta RaiSport) Triestina e Pisa, dopo il 2-2 dell'andata, si giocheranno il primo dei due posti in serie B. Grande spettacolo di pubblico con oltre ventimila spettatori al Nereo Rocco di cui quattromila provenienti da Pisa.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Il Mangione
 

Dopo la vittoria nella partita di andata (1-0) questa sera la Lucchese ha pareggiato per 3-3 (dopo i calci di rigore) sul campo del Bisceglie conquistato la permanenza in serie C. Grande risultato per i rossoneri, seguiti in Puglia da circa 250 tifosi, che hanno giocato tutto il girone di ritorno in autogestione senza mai riscuotere lo stipendio.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Si è giocata questa sera Piacenza-Trapani, partita di andata della seconda finale dei play off. La gara di ritorno sabato prossimo in Sicilia.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Molto probabilmente all’inizio della prossima settimana si conoscerà il nome del nuovo allenatore. Da alcuni sondaggi effettuati, l’ex Pro Vercelli Vito Grieco, sembra aver guadagnato terreno su Alessio Dionisi dell’Imolese che è legato al suo club da due ulteriori anni di contratto. Ancora pochi giorni e sapremo chi guiderà la truppa bianconera nella stagione 2919-2020. 

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Questa sera alle 20.30 si giocherà Piacenza-Trapani, gara di andata della seconda finale dei play off di serie C,
Sempre stasera il ritorno del playout per restare in Serie C tra Bisceglie e Lucchese. La gara d’andata è finita 1-0 per i toscani. In caso di parità di punti e di gol (quelli in trasferta non valgono doppio), sono previsti i tempi supplementari. Se la parità continua, si va ai calci di rigore.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Ieri sera presso la sede la cena finale di Robur Chef in cui è stato proclamato il gruppo vincitore. Ad aggiudicarsi l'edizione 2019 il gruppo composto da Beatrice Bechi, Serena Mangiavacchi, Sara Picci e Letizia Ciramini a cui la presidente della Robur Anna Durio ha consegnato i grembiuli, premio della manifestazione. Il Siena Club Fedelissimi ringrazia i nove gruppi partecipanti alla manifestazione per l'impegno e la bontà delle cene proposte. A tutti l'appuntamento a settembre per una nuova edizione.

Fonte: Siena Club Fedelissimi

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
macelleria san prospero
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Chi sperava di conoscere il nome del nuovo allenatore della Robur in questa settimana, si dovrà armare di pazienza e aspettare ancora qualche giorno, almeno una settimana. La Robur ha avviato contatti con alcuni tecnici, non nascondendo che il vero oggetto del desiderio rimane Alessio Dionisi dell’Imolese, un allenatore giovane che alla sua prima esperienza in serie C ha portato la squadra alle semifinali, mettendo in mostra un gioco efficace e piacevole. Al di là delle dichiarazioni ufficiali e scontate dell’interessato,

i contatti con Dionisi sono pressoché giornalieri, ma gli ostacoli da superare sono tanti, su tutti le sirene che arrivano dalla serie B.

 

In questo momento chi è più vicino alla Robur sembrerebbe l’ex Pro Vercelli, Vito Grieco, un nome inizialmente smentito, ma che invece è ancora nella griglia dei potenziali allenatori seguiti dal Siena. 

L’ex vercellese, scaduto il contratto con i piemontesi, si è dichiarato disponibile e le sue quotazioni in questi ultimi giorni sono salite. Se la trattativa con Dionisi non andasse in porto, Grieco potrebbe rappresentare al momento l’alternativa più probabile, ma non una seconda scelta, perché gli uomini mercato della Robur apprezzano da tempo le sue qualità tecniche e la sua proverbiale grinta. 

 

La griglia dei probabili si chiude con due nomi importanti, Dal Canto e Pavanel.

Il tecnico aretino ha ancora un anno di contratto con gli amaranto e al momento ancora non è chiaro se proseguirà con l’Arezzo o si metterà sul mercato. Un pensierino il Siena ce l’ha fatto, ma si deve attendere ancora qualche giorno per capire se Dal Canto troverà la quadratura del cerchio con la società di La Cava.

 

Strada complessa, ma non impossibile, quella che porta a Massimo Pavanel, attualmente impegnato con la sua Triestina nelle finali playoff. La promozione in serie B degli alabarda  farebbe cadere molti dubbi sul futuro del tecnico, ma contatti ce ne sono stati e tutto potrebbe succedere. 

Situazione, quindi, in piena evoluzione e stretta finale sulla scelta sempre più vicina, ma non prima di 6-7 giorni. (nn)

Fonte: FOL

 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

All'Arechi il primo round dei playout va alla Salernitana, che vince 2-1 grazie ai gol di Djuric e Jallow nel primo tempo. Zigoni riapre il discorso salvezza nel recupero dopo tre grandi chance per il Venezia, che si lamenta per un possibile rigore nel primo tempo. Appuntamento col ritorno al Penzo domenica alle 18.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

All'Arena Garibaldi termina 2-2 la sfida di andata dei playoff di Serie C tra Pisa e Triestina. Gli ospiti avanti con Costantino, poi ripresi da Moscardelli. Al 43' la rete di Formiconi riporta in vantaggio la Triestina ma i nerazzurri la riaggiustano nel finale grazie al gol di Marconi. Gli spettatori erano 9.297 di cui oltre 400 provenienti da Trieste.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Questa sera con Pisa-Triestina iniziano le finali dei play off. La partita, in programma alle ore 20, sarà trasmessa in diretta solo in Toscana da Rai 3.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Messa in mora del club da parte dei giocatori del Trapani che sabato giocheranno a Piacenza l’andata della finale playoff. Nel mirino l’attuale proprietà subentrata al gruppo Morace. Negli ultimi due mesi, l’a.d. Maurizio De Simone non avrebbe rispettato il pagamento degli stipendi di marzo e aprile, ricevuti solo da una piccola parte di giocatori.

Fonte: FOL



 

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
ESTRA
 

Tempo di decisioni in casa Robur Siena, a partire dalla panchina. La società bianconera è alla ricerca del successore di Michele Mignani. Diversi i profili accostati, poche le certezze. Il nome più gettonato è quello di Alessio Dionisi, originario di Piancastagnaio e con un passato da calciatore nelle giovanili bianconere.

 

Il giovane allenatore alla sua prima esperienza tra i professionistici ha impressionato tutti alla guida della matricola Imolese. In terra romagnola ha trovato la dimensione ideale: poche pressioni, un progetto incentrato sui giovani e la piena fiducia della proprietà. La stessa società ha blindato il tecnico con un contratto fino al 2022, oltre che una clausola rescissoria di 150 mila euro.

 

Il buon lavoro nel Girone B di Serie C non è passato inosservato, nemmeno in Serie B. Tante le squadre in ordine di ambizione alla ricerca del toscano, il quale deve ancora decidere il suo futuro. Secondo fonti vicine al tecnico, lo stesso Dionisi apprezzerebbe le lusinghe bianconere e avrebbe confermato i sondaggi effettuati dalla Robur Siena ma la strada che porta alla buona riuscita della trattativa è ancora lunga. La concorrenza dalla serie cadetta, alla finestra Chievo Verona, Spezia e Perugia, e la clausola rescissoria costituiscono un ostacolo non di poco conto. Ciò nonostante la società è al lavoro per regalare alla piazza un nuovo tecnico che sappia incarnare al meglio le idee del club.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Il 30 giugno p.v. sancirà ufficialmente l’addio di molti degli interpreti principali di questa stagione, nomi importanti che hanno fatto molto bene e che non sarà facile sostituire. Attualmente la Robur ha nove giocatori ancora sotto contratto a cui si dovranno aggiungere i cinque che rientreranno dai prestiti. Vediamo settore per settore qual è il quadro.

Difesa

Partendo dalla porta il Siena dovrà contrattualizzare due portieri, uno per sostituire Contini e l’altro al posto di Melgrati. Trovare l’erede di Contini è un compito molto delicato perché quello dell’estremo difensore è uno di quei ruoli in cui è molto ristretto il margine di errore. La Robur andrà su una giovane promessa o punterà su un giocatore più esperto? 

Molte attenzioni saranno rivolte anche ai centrali e agli esterni che nella stagione appena conclusa, sono stati spesso bersaglio della critica. 

A destra ad oggi ci sono De Santi e Brumat, di rientro da Monza e Rieti, a sinistra Lomolino reduce dall’esperienza con il Trapani. Sono giocatori conosciuti, con i loro pregi e i loro difetti e che non hanno mai convinto sulla loro affidabilità. E’ quasi scontato che, una volta scelto l’allenatore, la società dovrà intervenire radicalmente su questi due ruoli. 

Altro ruolo delicato è quello dei centrali difensivi, anche se con D’Ambrosio, Rossi Romagnoli e Varga ancora legati alla Robur, le novità potrebbero essere minori, ma un apporto di maggior qualità servirebbe anche qui, anche per premunirsi per eventuali squalifiche a cui gli interpreti del ruolo sono spesso soggetti.

Centrocampo

Quello centrale è il settore che può contare su un maggior numero di elementi ormai collaudati, Arrigoni, Gerli, Guberti, Vassallo e Damian reduce dal campionato vinto con il Pordenone, ma anche il centrocampo necessita di qualche innesto, sicuramente con caratteristiche diverse di quelli già in rosa. Al di là di chi guiderà la Robur, cosa di non poco conto, è evidente che quello che manca attualmente sono i centimetri e un elemento di carattere, di quelli che sappiano gestire le fasi delicate di una partita con l’esperienza, ma anche con la giusta “cattiveria”, due carenze che spesso sono emerse nelle ultime due stagioni.

Attacco

E qui il problema si fa serio, perché l’attacco della Robur 2018-19 è stato uno dei più prolifici della serie C. L’unico calciatore su cui al momento la Robur può contare è Alessandro Cesarini, gli altri se ne sono andati tutti e il ritorno di Campagnacci non sposta la situazione. 33 sono le reti messe a segno dagli attaccanti della scorsa stagione, 15 Giozzi, 7 Cianci, 7 Aramu, 3 Fabbro e una Cesarini, un bottino importante che ha consentito alla Robur di rimontare numerose posizioni nella classifica finale. Non sarà facile sostituire i partenti, ma di possibilità ce ne sono tante e spetterà all’abilità della società individuare, come nello scorso campionato, i degni sostituti. (nn)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

E’ un momento di grande fermento per la Robur, impegnata su più fronti per preparare la prossima stagione. Tanti i nodi da sciogliere, dall’allenatore alla squadra, tutti molto importanti e legati tra se, che a breve dovrebbero essere sciolti partendo da sostituto di Michele Mignani.

Su chi siederà sulla panchina che è stata di Mignani sono vive molte trattative ed ipotese, qualcuna basata su dati di fatto, altre solo su voci spesso messe in giro dagli stessi interessati o dai procuratori.

L’interesse per Dionisi e Zanetti è reale, ma sui due tecnici emergenti c’è l’interesse di molte società di serie B. Zanetti viene dato ormai prossimo all’accordo con l’Ascoli e Dionisi, legato ancora all’Imolese, aspetta che si concretizzi una delle ipotesi spuntate dalla serie cadetta. Di certo Dionisi (nella foto) è in testa ai desideri della Robur.

Un altro nome accostato al Siena nelle ultime ore è quello di Alessandro Dal Canto, mister dell’Arezzo che, secondo La Nazione di Arezzo, se non avrà le garanzie che chiede, saluterà gli amaranto. Qualcuno lo ha posto al centro degli interessi dell’Empoli, ma da quanto siamo riusciti ad appurare sono solo voci senza fondamento, almeno per ora.

Altri nomi che sono stati fatti sono quelli di Stefano Vecchi, Ivan Ivorcic e Vito Grieco, ma per nessuno dei tre sembra esserci un vero interesse da parte degli uomini mercato della Robur. Ormai si dovrebbe essere in dirittura di arrivo e forse, fin da questa settimana, si potrebbe conoscere il nome del nuovo tecnico che guiderà la Robur nella stagione 2019-20. Poi si penserà a costruire la rosa. (nn)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
clean sanex
 

Veniamo al settore più dolce, quello che nell'arco della stagione ha riservato più soddisfazioni: l'attacco. Nell'arco di questa stagione i bianconeri si sono distinti grazie a un'intesa via via migliorata e una punta di razza quale Ettore Gliozzi, autore di ben 17 reti (contando la doppietta al Pro Piacenza). Le marcature del calabrese si sono più volte rivelate decisive, oltre che di pregevole fattura. Dal tiro a girare col Pontedera alla rovesciata di Pisa: abbinare la classe all'efficacia non è mestiere semplice, ma lui sembra saperlo fare. Eccome se lo sa fare.

 

Dopo qualche esperimento il partner del calciatore di proprietà del Sassuolo è stato trovato in Mattia Aramu. Lo scuola Torino è un giocatore dalla conclamata classe, oltre che con una discreta esperienza alle spalle. Sia in posizione un po' arretrata e un po' da punta ha cercato di dare il suo alla causa senese, sfruttando a suo favore anche i parla di calci piazzati. Il piede caldo del piemontese è un'arma letale, peccato per quel pizzico di sfortuna che non gli ha permesso di arrotondare il bottino di reti. Di contro c'è da segnalare qualche partita sottotono di troppo, nelle quali l'ex Trapani è parso estraneo alla manovra. Il suo futuro è ancora in bilico, il contratto in scadenza verrà rinnovato?

 

Venendo al resto della truppa offensiva non si può non citare Pietro Cianci. Arrivato in prestito dal Sassuolo al pari di Gliozzi e Sbrissa, il pugliese ha iniziato un po' a rilento salvo poi aumentare i giri nel corso delle settimane. Nel finale di stagione dà un importante apporto anche in fase realizzativa, ma risulta prezioso anche quando in avanti c'è da sgomitare o uscire i muscoli con mestiere. L'appellativo di “Big Pietro” avrà anche il suo perché.

 

Spazio anche a Michael Fabbro, giocatore dinamico e sempre pronto ad approfittare dello svarione altrui. Il rigore guadagnato in casa del Pro Piacenza o la rete contro il Pisa sono chiari esempi di come conviene tenere sempre alta la guardia, specie con lui in agguato. Gioca a sua favore anche la rete contro la Lucchese, un sinistro inaspettato che regala la vittoria ai bianconeri a termine di una partita più che rocambolesca.

 

Chiude il reparto Alessandro Cesarini, rimasto a lungo ai box ma sempre acclamato a gran voce da una tifoseria impaziente di vederlo all'opera. La sua rete contro l'Olbia vale come una liberazione, lo spezzamento di una maledizione che lo inseguiva da troppi mesi. In mezzo magie e colpi da maestro, nella prossima stagione potrebbe essere uno dei punti cardine.

 

(Giacomo Principato)

 

Fonte: FOL

 

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
macelleria san prospero
 
Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Sul campo neutro di Perugia, l’Avellino ha vinto lo scudetto dilettanti battendo in finale il Lecco ai rigori (1-1 al 90’ con i gol di Capogna per il Lecco e il pari di Morero per gli irpini). Il titolo, che è stato anche del Siena, ed ora detenuto dalla Pro Patria, passa ai biancoverdi Irpini.


Fonte: FOL


 

Tosoni Auto
FISSC
 

La finale tra Triestina e Pisa si giocherà in anticipo perché il 10 giugno lo stadio di Trieste verrà consegnato all'UEFA come sede dell'europeo Under 21.

Gare di andata
Mercoledì 5 giugno
Pisa-Triestina (ore 20.30)
Sabato 8 giugno
Piacenza-Trapani (ore 20.30)
Gare di ritorno
Domenica 9 giugno
Triestina-Pisa (ore 18.30)
Sabato 15 giugno
Trapani-Piacenza (ore 20.30)

Regolamento finali
Vengono promosse in Serie B le due squadre che avranno ottenuto più punti dopo 180’; a parità di punti, viene promossa chi ha la miglior differenza reti; in caso di ulteriore parità, supplementari ed eventuali rigori.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Nelle quattro partite giocate ieri grande pubblico per un totale di 31.186 presenze nei quattro stadi dove si sono giocate le semifinali. Vediamo nel dettaglio.

Pisa-Arezzo 9.477
Triestina-FeralpiSalò 8.777
Trapani-Catania 6.562
Piacenza-Imolese 6.370

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
macelleria san prospero