IL SONDAGGIO

Vota il miglior bianconero in Siena-Carrarese

FORZA SIENA!! SEMPRE

La vittoria con la Carrarese è sicuramente un "buon viatico" per i bianconeri in vista dei play-off che comunque rappresentano così come programmati un campionato a parte al termine della stagione sportiva regolare.

Saranno determinanti, condizione fisica e condizione psicologica.

Da questo punto di vista la vittoria con la Carrarese può rappresentare una sicurezza e una autostima maggiore in tutti.

Allora Forza Vecchio "cuore bianconero" stringiamoci tutti senza tante critiche vicino alla società, ai tecnici e ai giocatori e spingiamo forte per il traguardo più ambito.

Io da lontano sarò come sempre vicino alle maglie bianconere.

Forza Roburrone!!!

Massimo Carignani

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Per la promozione diretta in cadetteria lotta a due tra Entella e Piacenza, entrambe vittoriose ieri rispettivamente contro Arezzo e Lucchese, che si incontreranno nel recupero decisivo mercoledì prossimo. Impatta il Pisa, bene Siena e Pro Vercelli, colpo esterno della Pro Patria contro l’Alessandria. Pareggio nello scontro salvezza tra Cuneo e Albissola, cade l’Olbia con il Novara, nuova battuta d’arresto per il Gozzano. Tre punti in extremis sia per l’Entella che per il Piacenza, la Robur Siena regola con un tris la Carrarese, pareggio a reti bianche nel derby tutto pisano tra Pisa e Pontedera. Per la matricola Gozzano una sola affermazione nel nuovo anno, due se si tiene conto di quella a tavolino sulla Pro Piacenza: piemontesi ko anche contro la Juventus U23. Proprio la Juventus U23 affronterà nella penultima giornata del torneo l’Entella, per il Piacenza impegno interno con l’Olbia. Per il Pisa insidiosa trasferta con la Pro Patria, il Novara riceve il Siena, tre punti a tavolino per la Pro Vercelli, mentre l’Arezzo ospita il Gozzano. In coda partita decisiva tra Albissola e Lucchese, per il Cuneo sfida esterna con la Carrarese. (Damiano Naldi)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Di seguito il punto delle squadre del territorio senese che militano in serie D.

PIANESE:  Per le zebrette pareggio per 2-2 in trasferta contro il Viareggio. Amiatini in vantaggio con il colpo di testa vincente di Catanese, poco dopo arriva il raddoppio di Bianchi sempre di testa. La compagine lucchese rimonta le due reti con una doppietta di Chicchiarelli, la prima su calcio di rigore. Nonostante il solo punto conquistato, i bianconeri di mister Marco Masi restano sempre in testa alla classifica con tre lunghezze di vantaggio rispetto al Ponsacco a due giornate dalla fine del campionato. Niente è compromesso per trasformare un sogno in realtà, che sarebbe il giusto premio di una stagione che definire stratosferica è riduttivo.

SAN GIMIGNANO: I neroverdi tornano al successo battendo per 2-1 il San Donato Tavarnelle. Apre le marcature in favore dei valdelsani Cicali, replica dei fiorentini don Tetteh, ma in pieno recupero arriva la rete dei tre punti firmata dal solito Veratti. Successo fondamentale per il sodalizio guidato da Stefano Polidori, con la speranza di agganciare ancora il treno dei play out per evitare la retrocessione diretta in Eccellenza.

SINALUNGHESE: Tre punti anche per i chianini che superano per 1-0 il Real Forte Querceta. Decisivo l’acuto nella ripresa dell’ex Pianese Vasseur che consegna ai rossoblù la vittoria della speranza. La squadra di Roberto Fani torna a conquistare un risultato positivo dopo quasi un mese: ad oggi, tenendo conto anche della forbice, terz’ultima posizione in graduatoria con le prossime due partite fondamentali per determinare la corsa salvezza.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

17 reti:
Tavano (3, Carrarese).
14 reti:
Gliozzi (6, Siena).
13 reti:
Martignago (4, Albissola).
12 reti:
Brunori (Arezzo), Mota Carvalho (1, Entella), Le Noci (1, Pro Patria), Morra (1, Pro Vercelli).
11 reti:
Caccavallo (2, Carrarese), Cacia (5, Novara), Ragatzu (4, Olbia).
10 reti:
Ferrari (5, Piacenza), Luperini (4, Pistoiese).
9 reti:
Cutolo (3, Arezzo), Bunino (2, Juventus U23), Pesenti (3, Piacenza-Pisa), Gucci (Pro Patria).
8 reti:
Santini (3) e De Luca (2, Alessandria), Rolando (Gozzano-Arezzo), Bortolussi (Lucchese), Eusepi (Novara), Ceter (Olbia), Marconi (1) e Moscardelli (3, Pisa).
7 reti:
Maccarone (1) e Piscopo (Carrarese), Caturano (1, Entella), Ogunseye (Olbia), Aramu (Siena).
6 Reti:
Cais (Albissola), Cecconi e Sanna (1, Arzachena), Mancosu (2, Entella), Mavididi (Juventus U23), De Feo (Lucchese), Corradi (Piacenza), Tmmasini (Pontedera), Mastroianni (Pro Patria), Berra (Pro Vercelli), Guberti (2, Siena).
5 reti: 
Buglio (Arezzo), Eramo e Nizzetto (Entella), Messias (Gozzano), Pereira (Juventus U23), Sorrentino (1, Lucchese), Fanucchi (Pistoiese), Mannini (3 Pontedera), Comi (1, Pro Vercelli), Cianci (Siena).
4 reti:
Foglia (Arezzo), Biasci (Carrarese), Kanis (Cuneo), Libertazzi (1) e palazzolo (Gozzano), Mokulo (Juventus U23), Lombardo (2, Lucchese), Schiavi (Novara), Momente (Pistoiese), Caponi e Pinzauti (Pontedera),

Fonte: FOL



 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Rete ivo
 
Squadra PT G Totale
V N P GF GS
Entella 69 34 20 9 5 55 25
Piacenza 68 34 20 8 6 52 29
Pisa 63 35 17 12 6 42 27
Pro Vercelli 61 35 17 10 8 42 28
Siena 59 35 15 14 6 53 38
Carrarese 59 35 18 5 12 62 45
Arezzo 58 35 14 16 5 44 32
Pro Patria 56 35 16 8 11 42 34
Novara 49 35 11 16 8 42 31
Pontedera 45 35 10 15 10 32 36
Alessandria 39 35 7 18 10 30 39
Juventus B 39 35 11 6 18 38 46
Olbia 35 35 8 11 16 37 46
Pistoiese 34 35 9 7 19 36 44
Arzachena (-1) 33 35 11 1 23 25 53
Gozzano 33 35 6 15 14 34 39
Albissola 27 35 6 9 20 32 55
Cuneo (-21) 25 35 11 13 11 29 33
Lucchese (-18) 23 35 8 17 10 43 39

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Gozzano-Juventus U23 1-2
Reti: 28' Zanimacchia (J), 45' Bunino (G); 68' Bruzzaniti (G)

Cuneo-Albissola 1-1
Reti: 9' Martignago (A), 90' Defendi (C)

Siena-Carrarese 3-0
Reti: 26' Aramu (S), 55' Arrigoni (S), 64' Gliozzi (S)

Alessandria-Pro Patria 1-2
Reti:
4' Fietta (PP), 7' Santini (A), 51' Gucci (PP)

Lucchese-Piacenza 1-2
Reti: 57' Zanini (L), 76' Corradi (P), 92' Ferrari (P)

Olbia-Novara 1-2
Reti: 29' Gonzales (N), 52' Bianchi (N), 72' Ragatzu

Pisa-Pontedera 0-0

Pistoiese-Pro Vercelli 1-2
Reti: 13' Momente (PI), 29' Gonzales (PP), 61' Morra (PP)

Entella-Arezzo 2-1
Reti: 26' Caturano (E), 77' Brunori (A), 83' Belli (E)

Pro Piacenza-Arzachena 0-3 (a tavolino)

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

“La Carrarese è partita forte, i primi minuti abbiamo sofferto un po’, non c’erano pochi spazi. Poi, in vantaggio, siamo stati sul pezzo con la testa concretizzando tutte le occasioni capitate”. Parola di Mattia Aramu, che ha messo dentro il settimo gol in campionato, l’1-0 che ha sbloccato una gara equilibratissima. “Un’ottima azione - racconta il n. 10 - a partire dal lancio di Rossi, e poi il passaggio di Romagnoli e il movimento di Gliozzi che mi ha portato via l’uomo. Una bella azione, e poi segnare sotto la curva è sempre bello”. “Era importante vincere – continua Aramu – ora dobbiamo fare altri punti, dobbiamo stare concentrati perché mancano poche partite. Ricarichiamo le pile, poi ci aspetta altra trasferta a Novara, la prepareremo al meglio”. (G.I.)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Grande protagonista della partita è stato Nikita Contini, che ha parato il rigore di Caccavallo sull’1-0. Queste le sue dichiarazioni in sala stampa:

Successo – “Ci voleva questa vittoria, dopo il passo falso di Albissola. Era importante vincere, ritrovare fiducia, e sono contento di aver dato il contributo parando il rigore. Ci permette di festeggiare bene la Pasqua, poi torneremo ad allenarci in vista di Novara”.

Rigore – “Col mister Gazzoli le studiamo tanto queste cose. Non ricordavo come calcia Caccavallo, ho fatto un gesto a Gazzoli per darmi una mano, ci mettiamo d’accordo prima della partita in questi casi”.

La gara – “Siamo partiti timorosi i primi venti minuti, poi abbiamo preso fiducia alzando la palla con cambi di gioco. Per esempio quello di Rossi per Romagnoli da cui è nato il gol dell’1-0”.

Classifica – “Siamo lì, tranne che con la Pro Vercelli siamo messi meglio noi negli scontri diretti. A Novara sarà difficile ma se si continua così i risultati vengono da sé”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Queste le dichiarazioni di mister Mignani a fine partita:

Entusiasmo – “È un toccasana. La squadra ha bisogno di entusiasmo e a volte può succedere di perdere una partita. Dopo una sconfitta però non si deve buttare la croce addosso. Oggi la squadra ha dimostrato che quando c’è con la testa fa delle grandi partite. Sono troppo contento per i ragazzi, se lo meritano. Stanno facendo un campionato importante, se gli altri hanno ambizioni e prospettive, non vedo perché anche noi non dobbiamo averne”.

La partita – “Si giocava contro una squadra forte, con tantissima qualità. Abbiamo sofferto qualche minuto all’inizio, loro hanno avuto un’occasione e mezza. Era una gara sul filo dell’equilibrio”.

Vassallo – “Ieri ha sentito un fastidio, abbiamo valutato insieme allo staff medico e al giocatore di non rischiare. La cosa più difficile nell’allenare questa squadra è scegliere l’11 da far giocare. Per questo sono contento per loro”.

Critiche – “Dopo la partita di Albissola sono girate voci, ho sentito cose che mi hanno dato fastidio perchè coinvolgono i ragazzi, che io vedo soffrire quando le cose non vanno bene. Hanno dimostrato ulteriormente che siamo una squadra competitiva”.

Baldini – “Ha detto che Fabbro simulava? Non voglio commentare queste cose. Fabbro ha delle escoriazioni nelle gambe, qualche pedata l’ha presa, preferisco però parlare della partita”.

Carrarese – “E’ una squadra forte, che gioca un calcio propositivo, prova a vincere le partite un po’ come facciamo noi. Mi ha sorpreso più la formazione iniziale che i quattro campi all’intervallo”.

Cesarini – “Abbiamo 24 titolari, a parte un paio che sono più penalizzati gli altri via via ruotano. Non è un turnover, ma lo fo per condizione psicofisica”.

Romagnoli – “Ha preso un colpo ma principalmente l’ho cambiato perché era ammonito e non potevamo permetterci di rimanere in dieci”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Mangione
 

“La cosa strana è che devo fare complimenti al Siena, perchè ha vinto e gli vanno fatto i complimenti, e pure ai miei ragazzi, che abbiamo fatto buona gara. Di solito se perdi 3-0 hai da rimproverare, stavolta non è così”. A parlare, in sala stampa, è il tecnico della Carrarese Silvio Baldini.

Il match – “Sul rigore parato stavamo ancora 1-0, poi abbiamo preso il raddoppio su punizione laterale e una respinta. A quel punto, comunque, abbiamo messo ancora in difficoltà il Siena ma sono stati bravi a difendersi”.

Titolari - “Abbiamo fatto una bella partita, i ragazzi si sono comportati bene. Ho fatto 4 cambi perché in rosa sono tutti titolari, dobbiamo preparare i playoff ed era giusto farli, e infatti abbiamo trovato il calcio di rigore. Stavamo sotto, cosa dovevo aspettare, il 2-0? Allora, a quel punto lì, sarebbero stati cambi di circostanza. Se li cambi sull’1-0 e sbagliano il rigore, il messaggio ce l’hanno in testa, di essere un gruppo competitivo”.

Fine partita – “Cosa ho detto all’arbitro? Cercavo di stemperare le cose. L’unica cosa stonata è quel ragazzino, Fabbro, che ha cercato due-tre simulazioni che non c’entravano niente sul 3-0, con due squadre che si stavano affrontando lealmente. Metti in difficoltà la tua squadra, così, e anche te stesso. Lo dico per il bene suo”.

Playoff – “Cosa cambia questa sconfitta? Nulla. Per il secondo anno consecutivo facciamo i playoff, ad oggi siamo a pari punti col Siena. Vediamo chi la spunterà”. (G.I)

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Siena (4-3-1-2): Contini; Romagnoli (66' Pedrelli), Rossi, D’Ambrosio, Imperiale; Gerli, Arrigoni, Bulevardi (84' Sbrissa); Guberti (84' Varga); Aramu (74' Fabbro), Gliozzi (74' Cianci). A disposizione: Melgrati, Zanon, Cesarini, Vassallo, Esposito. Allenatore: Mignani.
Carrarese (4-3-3): Borra; Carissoni, L. Ricci (66' Murolo), Alari, Scaglia; Rosaia, Cardoselli (46' Bentivegna), Varone; Biasci (46' Tavano), Maccarone (46' Piscopo), Latte Lath (46' Caccavallo). A disposizione: Mazzini, Rollandi, Karkalis, G. Ricci, Valente. Allenatore: Baldini.
Arbitro: Cudini di Fermo (assistenti: Pompei Poentini-Carpi Melchiorre).
Marcatori: 26' Aramu (S), 55' Arrigoni (S), 64' rig. Gliozzi (S).
Ammoniti: Arrigoni (S), Romagnoli (S), D'Ambrosio (S), Rosaia (C), Fabbro (S), Piscopo (C).
Spettatori: 2.751 di cui 1978 abbonati e 773 paganti. Ospiti 183.

94' fine primo tempo

91' Bentivegna da fuori, Contini blocca il tiro centrale

90' 4 di recupero. Intanto Fabbro sfiora il poker con un'imbucata centrale (su assist di Gerli) e tiro che termina alto

86' Gerli in contropiede potrebbe cambiare gioco ma preferisce portare palla e strappa un prezioso fallo, ammonito Piscopo per trattenuta su di lui

84' entra Sbrissa per Bulevardi. In campo anche Varga per Guberti

82' a terra Bulevardi, probabili crampi per lui. Ma il n. 8 rientra poco dopo. Pronto a entrare Sbrissa

80' Bulevardi spinto da Rosaia, preziosa punizione dalla trequarti

74' fuori Gliozzi e Aramu, dentro Cianci e Fabbro

71' rischia troppo la Robur. Dall'angolo parte il contropiede della Carrarese, Bentivegna lanciato da Caccavallo supera Gerli ma spara alto un rigore in movimento!

70' il giro palla libera a destra Pedrelli, cross deviato sul secondo palo per Aramu che calcia in porta, deviazione e angolo Robur

69' gol annullato per fuorigioco alla Carrarese, Contini respinge il tiro di Caccavallo poi Bentivegna mette dentro ma era offside

66' dentro Pedrelli per Romagnoli. Entra anche Murolo per Ricci, cambi esauriti per Baldini

64' Gliozziiiii, 3-0 Siena!

63' rigore per la Robur! Gliozzi steso da Borra dopo un invito in profondità di Aramu

60' ammonito Rosaia per fallo su Arrigoni

58' Tavano col mancino, Contini è reattivo e neutralizza il capocannoniere del girone A

55' Arrigoniiii, 2-0 Robur!! Un gol bellissimo del centrocampista, che da fuori col sinistro trova l'angolino basso alla sinistra di Borra dopo una ribattuta della difesa sugli sviluppi di una punizione calciata da Aramu e conquistata da Gliozzi

51' rigore per la Carrarese per fallo di D'Ambrosio su Caccavallo. Ammonito il capitano, dal dischetto proprio Caccavallo, Contini indovina l'angolo e para in due tempi!

50' Aramu strappa palla sulla trequarti e si invola verso la porta da destra ma il movimento rallentato portando palla col sinistro favorisce il recupero della Carrarese

48' occasione Siena! Gliozzi calcia, la palla resta lì, Gerli la mette in mezzo e Aramu si fa murare da Borra da due passi! Poi Arrigoni da fuori, Borra para

Riprende la partita. Baldini, sempre il solito, ne cambia addirittura 4! Dentro Tavano, Caccavallo, Piscopo e Bentivegna, fuori Maccarone, Latte Lath, Cardoselli e Biasci

Si accende un capannello vicino all'ingresso negli spogliatoi. Murolo va a dire qualcosa a Guberti, interviene da pompiere Maccarone. In campo anche Baldini, la situazione si calma subito

45' fine primo tempo

41' punizione Carrarese, un rimpallo crea scompiglio ma l'arbitro ravvisa una spinta di Biasci su Rossi

40' ammonito Arrigoni per fallo su Rosaia, era diffidato e salterà Novara

36' Biasci si libera di Imperiale, rientra col sinistro e va al tiro, la palla colpisce il palo a Contini battuto!

35' Latte Lath per Maccarone che si lascia cadere in area, l'arbitro vede e lascia correre

32' non funziona lo schema su angolo di Guberti che cerca Gerli, bravo però poi a recuperare sul contropiede avversario. L'azione si conclude con un tiraccio di Bulevardi

30' Arrigoni da corner la mette sul primo palo, Gliozzi la sfiora e Rossi non ci può arrivare, ostacolato da un avversario

29' cross da destra di Guberti, Borra anticipa Gliozzi e concede il corner

26' Aramuuuu, Siena in vantaggio! Romagnoli da destra serve Aramu che controlla e libera il mancino, palla all'angolino e esplode la Curva Robur

24' Aramu col sinistro, Borra para in due tempi. Si sta risvegliando la Robur

23' bellissimo aggancio di Guberti dopo un lancio lungo di Contini; il vicecapitano sterza e cerca un compagno in area, palla a Gerli il cui tiro è rimpallato, poi Romagnoli commette fallo in attacco

10' primo angolo anche per il Siena, calcia Arrigoni senza conseguenze

8' Biasci servito da Latte Lath non riesce a concludere da posizione ottimale, la Robur si salva

9' annullato un gol alla Carrarese. Biasci salta netto Imperiale e crossa, Contini mura Maccarone e poi Biasci mette dentro, ma il gioco era fermo per un fallo ravvisato in area piccola di Cardoselli su Romagnoli

3' dall'angolo va Scaglia, traiettoria insidiosa ma Gliozzi è bravo ad allontanare di testa

2' cross di Biasci, D'Ambrosio concede il primo angolo della partita

Partiti! E' iniziato il derby!

La Robur attaccherà verso la Curva Robur, la Carrarese verso la curva ospiti occupata da 184 tifosi carrarini

19.00 squadre in campo. Siena con la prima maglia, Carrarese in completo blu con calzettoni e numeri gialli

18.52 cambio nella formazione del Siena, c'è Bulevardi e non Vassallo dal 1'

18.50 squadre negli spogliatoi

18.45 fischio d'inizio tra un quarto d'ora esatto. Le squadre si stanno scaldando sul manto erboso, perfette condizioni meteo per questo vero e proprio scontro diretto tra Siena e Carrarese, che precede i bianconeri di tre punti e occupa il quarto posto

18.40 FORMAZIONE UFFICIALE CARRARESE: tante sorprese da parte di Baldini, che sceglie Alari in difesa e Latte Lath davanti assieme a Maccarone e Biasci. Cambio di modulo, sarà 4-3-3

18.30 FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: Romagnoli terzino destro, a sinistra Romagnoli, in mezzo Gerli-Arrigoni-Vassallo con Guberti dietro Gliozzi e Aramu

Giuseppe Ingrosso

Fonte: FOL

Tosoni Auto
FISSC
 

Al Picerno è bastato un pareggio casalingo con il Taranto per conquistare la prima storica promozione in serie C. Ci sono stati anche dei momenti di tensione quando nell'intervallo alcuni giocatori del Taranto hanno denunciato un'aggressione e non volevano rientrare in campo. Il secondo tempo è ripreso dopo 25 minuti ma alla fine, il piccolo paese di cinquemila abitanti in provincia di Potenza, ha potuto festeggiare la promozione con due giornate di anticipo.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 


I biancorossi vincendo sul campo del Troina, tornano tra i professionisti dopo un solo anno di Serie D.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
FISSC
 

I bianconeri hanno vinto in trasferta con il Gozzano con il punteggio di 2-1. Doppio vantaggio della Juve con Zanimacchia al 28' e Bunino al 45'. I padroni di casa accorciano con Brazzaniti al 68'.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

“C’è tanta delusione per un secondo tempo non all’altezza”. Dario D’Ambrosio fa mea culpa a nome di tutta la squadra, dopo il k.o. in rimonta in Liguria, con l’Albissola, che ha fatto sprofondare la Robur al settimo posto. “Abbiamo commesso lo stesso errore della partita con l’Arzachena, peccando di mentalità e di voglia di vincere. Forse, inconsciamente, si pensava di averla già in pugno e l’attenzione è calata. Ma non può esistere, non ci sono giustificazioni”, spiega il capitano bianconero al Fedelissimo.

Si dice che la difficoltà maggiore, con le piccole, è di sbloccare la gara. E voi ci siete riusciti…

È vero, siamo stati bravi ad aprirla e potevamo anche raddoppiare. Bisogna capire che se vogliamo andare avanti non possiamo più fare un secondo tempo del genere.

Vaira, nel dopo partita, ribadendo piena fiducia nel mister, ha chiesto cattiveria e maggiore convinzione.

Giusto che la società chieda il massimo. In campo ci va la squadra, il calo mentale è stato nostro. L’allenatore è un valore aggiunto, la squadra è con lui, neanche lontanamente possiamo pensare di andare avanti senza il mister e il suo staff.

L’1-1 dell’Albissola è nato da un tuo errore. Cosa è successo?

Ho perso la forza di spinta per una leggera scivolata. Ma il problema non è tanto nel singolo episodio, il problema è che dopo il pareggio bisognava reagire mentalmente per tornare in vantaggio. E invece abbiamo preso altri due gol evitabili.

Comprensibile, vista la situazione, il malumore dei tifosi.

Normale che ci sia delusione, da parte loro come da parte nostra. Tutti si aspettano di vincere con l’Albissola, però se non hai l’attenzione al 100% fai fatica.

I numeri dicono: 3 sconfitte nelle ultime 7 e passaggio dal 3° al 7° posto in un mese.

Però vediamo il bicchiere mezzo pieno. Siamo a tre punti dal quarto posto, ancora in lotta per una posizione migliore.

Bisogna battere la Carrarese però. È l’ultima occasione per centrare il 4° posto?

L’ultima no. Sicuramente è importante, contro una squadra forte che ti precede. Ma non è l’ultima spiaggia.

Carrarese che verrà a Siena con quale atteggiamento?

Visti i giocatori e l’idea di gioco, verranno a giocarsela. Non vedo una partita chiusa, non penso giocheranno per il pari.

Dal 5 marzo al 13 aprile sono arrivati 8 punti in 7 partite. Lo scorso anno, nello stesso periodo, il Siena ha raccolto 6 punti in 6 partite. Coincidenze?

Sono situazioni diverse ma per motivi simili. Un anno fa stavamo giocando per vincere il campionato e spendemmo tante energie mentali. Un calo fisiologico ci poteva stare. Adesso sta succedendo lo stesso. Per settimane hai sempre guadagnato posizioni, una rincorsa che alla fine stanca.

La Robur, nei playoff, avrà più esperienza dopo lo scorso anno.

Abbiamo in rosa giocatori che hanno già affrontato questa situazione. È una storia a parte, c’è attenzione, più tensione, più qualità dell’avversario. A volte può bastarti il pareggio, altre volte sei costretto a vincere.

Il miglior D’Ambrosio, al 100% di condizione, questa stagione non lo vedremo mai.

È così, purtroppo sono costretto a gestirmi durante gli allenamenti.

Un problema nato proprio nei playoff.

Sì, infatti spero che la fortuna tolta nei playoff 2018 mi venga restituita nei playoff 2019.

Cosa ti senti di dire ai tifosi?

Dopo la sconfitta in casa con l’Arzachena ci hanno detto “siamo sempre con voi”.  Ricambieremo sul campo la dimostrazione di fiducia che ci hanno mostrato.

(Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Il Fedelissimo

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Ore 14.30
Gozzano-Juventus U23
Ore 16.30
Cuneo-Albissola
Ore 19
Siena-Carrarese (diretta Sportitalia)
Ore 20.30
Pisa-Pontedera
LucchesePiacenza
Olbia-Novara
Alessandria-Pro Patria
Pistoiese-Pro Vercelli
Entella-Arezzo
Riposa
Arzachena

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
FISSC
 

Siena (4-3-1-2): Contini; Romagnoli, D’Ambrosio, Rossi, Imperiale; Gerli, Arrigoni, Vassallo; Guberti; Aramu, Gliozzi. Allenatore Michele Mignani.
Carrarese (4-2-3-1): Borra; Carissoni, L. Ricci, Karkalis, Scaglia; Rosaia, Varone; Bentivegna, Tavano, Valente; Maccarone. Allenatore Silvio Baldini. Arbitro: Cudini di Fermo (Pompei Poentini-Carpi Melchiorre).
Stadio: A. Franchi ore 19
Tv: www.elevensports.it Sportitalia (Canale 60 digitale terrestre)
Live: www.sienaclubfedelissimi.it

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 
Tosoni Auto
clean sanex
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Sta per tornare la Lega Pro che, in queste ultime partite, soprattutto per quanto riguarda il girone A, si annuncia più avvincente che mai. Secondo i pronostici calcio di oggi, infatti, il prossimo turno potrebbe rappresentare uno snodo decisivo sia per quanto riguarda la zona play off – e quindi anche la promozione diretta – che la zona play off.

Nel prossimo turno la capolista Virtus Entella ospiterà l’Arezzo in una sfida che potrebbe voler dire tanto in termini di promozione diretta, dopo il pareggio dell’ultimo turno da parte dei liguri.

L’ultimo turno, infatti, ha visto il pareggio tra la capolista ed il Piacenza. Ora i calciatori biancocelesti sono concentrati esclusivamente sulla sfida con l’Arezzo durante la quale sarà fondamentale l’apporto del pubblico del Comunale. Per la Virtus Entella è una finale e va affrontata con grande impegno ed entusiasmo, fondamentali per portare a casa i tre punti ed allontanare le inseguitrici in classifica. In casa Arezzo si guarda alla sfida con la capolista con animo di rivalsa dopo il ko di sabato a Bsto Arsizio. Ripresi gli allenamenti in vista della grande sfida. C'era anche Butic in gruppo sul campo Lebole dove Alessandro Dal Canto ha diretto una seduta in centrata nelle battute iniziali in un lavoro tattico a livello difensivo. Assente Salifu per il quale si attendono notizie dopo l'infortunio alla mano destra. Non risultano giocatori squalificati tra quelli dell'Arezzo. 

Turno difficile, invece, per la seconda in classifica, il Piacenza, impegnato nella trasferta di Lucca. La gara in programma giovedì prossimo al Porta Elisa con fischio di inizio fissato per le 20,30, sarà diretta da Mario Vigile della sezione AIA di Cosenza. Vigile sarà coadiuvato da Cosimo Cataldo di Bergamo e da Marco Ceccon di Lovere.

Lucchese che si accinge al terz’ultimo atto stagionale sperando che ce ne siano altri quattro che significherebbe mantenere la categoria almeno sul campo. La squadra ospitante cercherò di portare in cascina punti importanti contro il Piacenza lanciatissimo al secondo posto, ad una sola lunghezza dalla capolista Entella e in odore di primato. Gara complicata e non poco che la Lucchese dovrà affrontare priva anche dello squalificato Provenzano, uomo di raccordo tra mediana e attacco. Ecco perchè probabile, più sì che no, che la Pantera si sistemi col 3-5-2. Ovvero con: Falcone tra i pali; Gabbia, De Vito e Martinelli difensori centrali; Lombardo e Favale esterni a supporto di una mediana coi “superstiti” Bernardini, Mauri e Zanini; Sorrentino e Bortolussi, i soliti noti, in attacco.

L’ultimo precedente a Lucca risale invece al 1° ottobre 2017 e finì col successo dei biancorossi emiliani firmato da Morra, autentica bestia nera della Lucchese. Il Piacenza, ovviamente, vorrà fare bottino pieno a Lucca per tenere il passo della Virtus Entella. La squadra è tornata al lavoro lunedì per preparare la prima di quattro finali: giovedì (ore 20.30) si va nella tana di una Lucchese ferita e che viaggia spedita verso il terzo fallimento della sua storia, è ultima in classifica e ha preso la bellezza di 18 punti di penalizzazioni.

Franzini dovrà rinunciare a Silva. Il giocatore è uscito sabato dopo 2 minuti di gioco, nelle prossime ore svolgerà gli esami strumentali del caso, si sospetta uno stiramento alla coscia. Sicuramente non recupera per giovedì e nemmeno per il big match contro l’Entella, Bertoncini e Porcari invece hanno accusato un leggero stato influenzale nella giornata di oggi.

La terza in classifica, il Pisa, sarà impegnata nella sfida interna contro il Pontedera. Dopo l’allenamento di inizio preparazione andato in scena domenica a San Piero, capitan Moscardelli e compagni sono tornati ad allenarsi al Centro Sportivo Universitario lunedì pomeriggio e lo stesso hanno fatto nella giornata di martedì. Mercoledì pomeriggio ancora allenamento a San Piero prima del consueto ritiro pre-gara.

Altro match molto importante sarà quello che vede di fronte la Robur Siena e la Carrarese. La Carrarese è quarta in classifica a quota 59 punti, a tre lunghezze dal Pisa ed a sei dal Piacenza. La Virtus Entella, invece, dista sette punti. Subito dietro la quarta in classifica ci sono Arezzo e Pro Vercelli, a quota 58. Siena, invece, è settima con 56 punti. I padroni di casa puntano alla vittoria che varrebbe l’aggancio proprio alla Carrarese, in pienissima zona play off. Una gara, dunque, molto importante per entrambe le squadre.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

La pesante caduta di Chiavari contro l’Albissola rischia di compromettere il cammino playoff della Robur, che ora è attesa da tre dure prove al cospetto di altrettante compagini che si lottano un posto al sole in vista della post-season. La prima di queste sarà con la Carrarese, che proprio nell’ultimo turno ha scavalcato i bianconeri.

Mentalità vincente – Da quando a Carrara un anno fa è tornato Silvio Baldini si respira un’altra aria. Il tecnico nativo di Massa, fortemente voluto dal DG Gianluca Berti (suo giocatore ai tempi dell’Empoli) per far ripartire un nuovo ciclo, ha riacceso l’entusiasmo della piazza che in questi due anni si è rianimata grazie alla fame e alle ambizioni che il suo tecnico ha saputo trasmettere alla squadra. Baldini si è infatti posto l’obiettivo di riportare la Carrarese in Serie B, e come sempre lo sta inseguendo alla sua maniera, ovvero attraverso un calcio totale e spettacolare che a volte si è rivelato un’arma a doppio taglio: se da un lato la Carrarese può vantare il migliore attacco del girone, dall’altro si trova spesso a dover inseguire nel punteggio o a raccogliere la palla in fondo al sacco, ma non è una novità. La vera grande forza dei marmiferi sta nel collettivo, forgiato dalle regole ferree di Baldini (due pasti al giorno, colazione compresa, devono essere fatti insieme ai compagni), che può vantare anche una condizione atletica superiore a molte delle altre squadre, conseguenza logica di chi predica un calcio estremamente dispendioso e votato all’attacco. Non a caso Baldini attinge a piene mani da tutto l’organico, e spesso gli interpreti in attacco e a centrocampo, autentici punti di forza della squadra azzurra, variano senza soluzione di continuità. La Carrarese ha veleggiato quasi sempre tra le primissime posizioni: l’unico calo di rendimento si è verificato in concomitanza del rientro dalla sosta, dove sono arrivate quattro sconfitte in cinque gare, con Pro Patria, Pro Vercelli, Piacenza e con la bestia nera Olbia. Nell’ultimo periodo i marmiferi hanno ripreso a fare risultato con discreta continuità, anche se l’ultima vittoria con il Gozzano non ha soddisfatto a pieno Baldini: “questa è la prima vittoria in due anni qui con la Carrarese in cui non meritavamo i 3 punti come prestazione. Non è mai successo in due stagioni, è una vittoria di compensazione. Ne prendiamo atto, senza fare troppi giri di parole”. Parole che suonano da monito in vista di una sfida in cui ci si giocano punti importanti in ottica playoff, e che devono far drizzare le antenne ad una Robur che potrebbe avere l’ultima chance per raddrizzare la sua classifica, in virtù degli scontri diretti che al momento arridono ai bianconeri.

Bocche da fuoco – Le sessante due reti realizzate, miglior attacco con margine di tutti e tre i gironi, bastano a spiegare la forza dell’organico azzurro, anche quest’anno trascinato da un Tavano che non sente il peso dei quaranta anni. Sono 19 le reti dell’attaccante casertano, ancora una volta capocannoniere, che è affiancato da tante altre stelle tra cui Valente, Caccavallo, Piscopo, Biasci, Bentivegna e da un altro vecchietto insieme al quale ha fatto fatto venire il mal di testa a tante difese: quel Massimo Maccarone che nell’unica volta da ex al Franchi andò a siglare il rigore del vantaggio del suo Empoli. L’ex bomber bianconero di recente ha rivelato di aver fatto un patto con Baldini: nel momento in cui il tecnico dovesse vedere che lui non è più in grado di dare un contributo alla causa glielo dovrà far presente e lui si farà da parte.

Innesti di qualità – Il DG Berti è stato bravo ad aumentare la profondità della rosa garantendo a Baldini innesti di assoluta qualità per la categoria. È arrivato l’esperto Luigi Scaglia, tanta B tra Brescia e Latina, scelto per sopperire alla carenza venutasi a creare a sinistra in seguito al dirottamento di Karkalis a centrale difensivo, soluzione che a Baldini è piaciuta e che ha portato dinamismo al reparto. A centrocampo si è intervenuti per far fronte al brutto infortunio occorso a Foresta, che nelle gerarchie del tecnico azzurro era titolare inamovibile. Per sostituirlo i marmiferi hanno puntato su Ivan Varone, un lusso per la categoria. Infine è stato ulteriormente puntellato l’attacco con l’arrivo di Latte Lath in prestito dall’Atalanta, che è andato a colmare i vuoti lasciati da Coralli e Mobilio. Ha fatto le valigie anche Pugliese, tra i pochi a non aver trovato spazio.

Novità – Baldini è costretto a rinunciare ai lungodegenti Agyei e Foresta ma ritrova Murolo, definitivamente recuperato. Il centrale campano tuttavia partirà dalla panchina, per cui a protezione di Borra ci saranno i soliti Luca Ricci e Karkalis. Fascia destra presidiata da Carissoni, a sinistra invece Giacomo Ricci dovrebbe scalzare Scaglia. I due mediani dovrebbero essere Varone e Cardoselli, con quest’ultimo che prenderebbe il posto di Rosaia. Da non escludere a priori la presenza dell’ex Massese, dato che Baldini in settimana ha provato anche una linea a tre mascherata, con l’avanzamento di Cardoselli tra le linee. Se invece verrà confermato il 4-2-3-1, spazio a Bentivegna, Biasci e Tavano alle spalle di Maccarone, con Piscopo, Valente e il recuperato Caccavallo pronti ad entrare a gara in corso. (Jacopo Fanetti)

PROBABILE FORMAZIONE (4-2-3-1): Borra; Carissoni, L. Ricci, Karkalis, G. Ricci; Varone, Cardoselli; Bentivegna, Biasci, Tavano; Maccarone.

Fonte: Fol

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Alla chiusura delle ore 19 i biglietti venduti nel settore ospiti sono 184.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

Questi i convocati dall'allenatore Silvio Baldini per la trasferta di Siena.

Portieri
1 MAZZINI Stefano 1998
12 ROLLANDI Alessio 1999
22 BORRA Daniele 1995

Difensori
2 CARISSONI Lrenzo 1997
5 MURULO Michele1983
6 ALARI Alberto 1999
13 RICCI Luca 1989
23 RICCI Giacomo1996
33 KARKALIS Francesco1995
32 SCAGLIA Luigi 1986

Centrocampisti
8 ROSAIA Giacomo 1993
21 CARDOSELLI Cassio 1998
28 VARONE Ivan 1992

Attaccanti
7 MACCARONE Massimno 1979
10 TAVANO Francesco 1979
11 LATTE LATH Emmanuel 1999
18 CACCAVALLO Giuseppe 1978
19 PISCOPO Kevin 1998
27 BENTIVEGNA Accursio 1996
30 VALENTE Nicola 1991
11 BIASCI Tommaso


Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 

L'allenatore Michele Mignani, al termine della seduta di rifinitura che si è tenuta questo pomeriggio all’Acquacalda, ha diramato la lista dei 24 convocati per la partita siena-Carrarese in programma domani alle ore 19.

Portieri
1 CONTINI Nikita 1996
22 MELGRATI RICCARDO 1994
31 COMPARINI Matteo 2001

Difensori
2 VARGA Atila 1996
3 ZANON Luca 1996
5 D'AMBROSIO Dario 1988
13 ROSSI Marco 1987
14 ROMAGNOLI Mirko 1998
23 ESPOSITO Mirko 1996
26 IMPERIALE Marco 1999
27 PEDRELLI Ivan 1986

Centrocampisti
4 ARRIGONI Tommaso 1994
6 GUBERTI Stefano 1984
8 BULEVARDI Danilo 1995
11 DI LIVIO Lorenzo 1997
16 GERLI Fabio 1996
17 CRISTIANI Alessio 1989
20 SBRISSA Giovanni 1996
25 VASSALLO Francesco 1993

Attaccanti
7 CESARINI Alessandro 1989
9 GLIOZZI Ettore 1995
10 ARAMU Mattia 1996
18 FABBRO Michal 1996
24 CIANCI Pietro 1996

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

“Con gli allenamenti via le scorie dell’ultima sconfitta, in campo con entusiasmo, serenità e a testa alta”: c’è una Carrarese da battere. A presentare la sfida di domani l’allenatore bianconero Michele Mignani.

LA REAZIONE DELLA SQUADRA AL KO. “La squadra è dispiaciuta, come tutti del resto: lo staff tecnico, la società e i tifosi. Ma riguardando le statistiche della partita, con equilibrio, quello che abbiamo fatto contro l’Albissola non è tutto da buttare. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, in totale poi abbiamo tirato in porta venti volte contro le 7 degli avversari. Nelle analisi bisogna sempre essere lucidi: nell’ultimo periodo ogni sconfitta porta con sé aria di disfattismo e questo non è né corretto né giusto. Credo che durante il nostro percorso, tra l’altro portato avanti tra le tante, note, difficoltà, qualcosa di buono lo abbiamo fatto, 16 risultati utili consecutivi non sono pochi. Le squadre che lottano per gli stessi nostri obiettivi vivono in un ambiente entusiasta, non capisco perché qui non deve succedere”.

“CREDERCI PIU’ DI PRIMA”. “Sono d’accordo con quello che ha detto e ci ha detto il direttore Vaira. Dobbiamo credere in noi, in quanto di buono abbiamo fatto, nel nostro lavoro. Qua ogni volta che subiamo una sconfitta è un momento drammatico. Da una parte è anche giusto perché a perdere non dobbiamo mai abituarci, ma sarebbe meglio avere un raggio più ampio. Siamo il Siena, rimaniamo il Siena comunque. Abbiamo fatto tanti gol, ne abbiamo preso qualcuno di troppo, in generale abbiamo disputato tante buone partite”.

LE DIFFICOLTA’ CON LE PICCOLE. “E’ difficile capire perché è con le squadre di bassa classifica che facciamo fatica. Eppure, anche contro l’Albissola, non abbiamo sbagliato approccio, nel primo tempo avevamo in mano la partita. Poi abbiamo subito due ripartenze e ribaltarla, da un punto di vista emotivo, in una situazione inattesa come quella, è stato difficile. Ci è successo più di una volta e non è facile individuare i motivi. Ma adesso, a tre giornate dalla fine, dobbiamo solo resettare e ripartire”.

SIENA-CARRARESE. “Sarà una gara complicata, contro una squadra che produce tanto in fase offensiva: in settimana abbiamo lavorato molto sulla testa, per riscattarci subito dal ko di Chiavari. Ma anche sulle logiche tattiche del match. All’andata sì, disputammo una grande partita, in cui mettemmo forza ed entusiasmo e battemmo una delle squadre costruite per giocare un campionato da protagonista. Sarà una gara apertissima”.

LA BATTAGLIA FINALE. “Le primissime posizioni sono ormai lontane, ma abbiamo comunque la possibilità di scalare posizioni. Nelle prossime tre partite i punti sono pesantissimi e noi dovremo affrontarle con voglia e con la consapevolezza di potercela giocare. Buttare giù la testa sarebbe da autolesionisti. Noi la testa dobbiamo tenerla alta”.


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Proseguono gli incontri della società bianconera per il “Robur@School”, l’iniziativa del Progetto 3P (Patto, Passione, Partecipazione) che vede protagoniste la Robur Siena, le scuole di primarie di primo grado e le scuole secondarie di primo grado della città. Per il quinto appuntamento è stata protagonista la scuola primaria “Pascoli”, questa volta con la classe 4^B. Come nel precedente incontro, è stata data maggiore importanza alla parte pratica: è stato mostrato come viene strutturato l’allenamento delle squadre del settore giovanile della Robur Siena ed infine i bambini si sono divertiti attraverso i mini-match preparati da Ruggero Radice, responsabile Youth Project.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

L'allenatore della Carrarese Silvio Baldini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Siena.

“La gara di Siena rappresenta un’altra tappa importante di questo finale di stagione, una gara tipicamente da playoff.
È una partita di cartello in cui si affrontano due tra le squadre che stanno animando le primissime posizioni e già all’andata abbiamo compreso quanto possano essere insidiosi i bianconeri.
Giovedì il match sarà uno di quelli da giocare con volontà e con coraggio ma soprattutto con la mente libera e la consapevolezza che possiamo disputare una grande gara.
La Carrarese contro il Gozzano non è riuscita ad esprimersi al meglio, solo il risultato ci ha dato ragione in un pomeriggio in cui non siamo stati in grado di proporre il nostro tipo di gioco che è parso un po’ appannato ma il nostro potenziale offensivo è riuscito a sbrogliare le nostre difficoltà.
Di fronte ai bianconeri, comunque, servirà essere sostanzialmente diversi per cercare di disputare una partita importante in cui dovremo essere brillanti e lucidi per giocarsi al meglio tutte le chance in nostro possesso”.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Giovedì 18 aprile in occasione di Siena-Carrarese torna Il Fedelissimo in distribuzione gratuita a tutti gli ingressi dello stadio. Nel numero 749, oltre all'editoriale del direttore Nicola Natili, un'intervista esclusiva di Giuseppe Ingrosso al capitano Dario D'Ambrosio.


Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
macelleria san prospero
 
Tosoni Auto
Stone Fly
 
Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 

Giovedì si incontreranno Siena e Carrarese, due squadre che si contendono le posizioni migliori nella griglia dei play-off. La Carrarese dell’ex Silvio Baldini, ha un vantaggio sulla Robur di 3 punti, 59 contro 56, e gli uomini di Mignani avranno la grande occasione per affiancare i marmiferi. All’interno del delicato match c’è un’altra sfida, quella tra i goleador di questa stagione, Tavano primo con 17 reti e Gliozzi secondo con 13, anche se quest’ultimo è stato defraudato delle due reti segnate contro il Pro Piacenza. Sarà un bel confronto tra due bomber diversi per caratteristiche ed età, uniti però dalla facilità con cui ambedue vanno a rete.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
FISSC
 

E’ uno dei simboli del Siena in serie A, uno di quei giocatori che hanno contribuito a scrivere pagine importanti, ma giovedi, per la seconda volta dopo aver lasciato Siena, si troverà davanti la Robur e non sarà facile resistere all’emozione.  Massimo Maccarone ha rilasciato un’intervista a Angela Gorellini de La Nazione, di cui vi proponiamo qualche stralcio.

“ Sarà emozionante tornare, a Siena sono rimasto legato, lì ho vissuto gli anni migliori della carriera. Un ricordo su tutti il gol alla Fiorentina. Sarà la mia seconda volta al Franchi da avversario, la prima ero all’Empoli. Ma stavolta sarà diverso. Il coro che all’andata i tifosi bianconeri mi hanno dedicato a fine partita, mi ha fatto piacere. Ci tenevo: l’acredine è superata, sarà bello poter salutare tutti». 

“ Il Siena è una buona squadra in generale e all’andata lo dimostrò disputando una grande partita, mi piace tantissimo Gliozzi: può fare davvero il salto di qualità. Sarà bello rivedere Mignani e Vergassola e anche un po’ strano: sono stati entrambi miei capitani, Michele quando sono arrivato, Simone quando sono tornato. Ora loro allenano e io gioco ancora. Ci lega un rapporto di affetto. Sono contento per loro, stanno facendo bene, l’anno scorso hanno sfiorato la B, quest’anno se la stanno giocando. Siena merita altre categorie. Anche se non è mai facile vincere».

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

La partita Siena-Carrarese, in programma giovedì 18 aprile alle ore 19, sarà diretta da Cristian Cudini della sezione di Fermo. Gli assistenti saranno Giacomo Pompei Poentini di Pesaro e Mirco Carpi Melchiorre di Orvieto.
Cudini ha diretto la Robur una sola volta:
- 2016-2017 Giana Erminio-Siena 2-3

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Prima della partita Siena-Carrarese, in programma giovedì 18 aprile alle ore 19, i tifosi autorizzati potranno accedere allo stadio per attaccare gli striscioni dalle ore 15 alle 16. La società bianconera comunica che i cancelli dello stadio apriranno alle ore 17.15 e che le biglietterie del Sottopassaggio a La Lizza e quella adiacente la statua di Santa Caterina saranno aperte dalle ore 16.30

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Una novità importante per la Serie C, che rispetterà le diverse esigenze dei club. Dalla prossima stagione non ci saranno più limitazioni nelle rose, che in questa stagione avevano ad esempio un massimo di 14 over. Le società saranno libere di tesserare quanti giocatori vogliono, ma i contributi saranno comunque distribuiti in base all’impiego dei giovani. Non solo: al massimo potranno essere 6 quelli in prestito o a titolo definitivo da A e B (il minutaggio sarà calcolato solo su 4 di loro a gara), per incentivare così la crescita dei talenti nei propri settori giovanili. Lo ha annunciato il presidente Francesco Ghirelli dopo l’assemblea delle società: “Dobbiamo passare dallo stare insieme a un progetto unitario. Le norme sui giovani sono state più volte modificate nel corso degli anni ma non hanno portato risultati apprezzabili in ordine alla crescita dei giovani, allo sviluppo dei nostri settori giovanili e alla sostenibilità economicofinanziaria della categoria”.


Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 
Tosoni Auto
ESTRA
 
Tosoni Auto
FISSC