IL SONDAGGIO

Vota il miglior bianconero in Olbia-Siena

Il Siena Club Fedelissimi organizza un pulman per la partita Pistoiese-Siena in programma lunedì 25 febbraio alle ore 20.45.
La partenza è fissata alle ore 18.30 da San Prospero. La spesa è di 20€. Per i soci del club 15€.

Per le prenotazioni:
- Telefono: 0577236677 martedì, giovedì dalle 21.30 alle 24.
- Mail: fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it
- Cellulare: 3316019088 solo sms e whatsapp (Lorenzo)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

La Berretti, per la 20a giornata, sabato sarà in trasferta sul campo della Virtus Entella alle ore 15.30, seconda forza del campionato dopo la capolista Torino.  Giocheranno tra le mura amiche anche i Giovanissimi Nazionali che ospiteranno alle ore 11 il Pontedera B, ultimo in classifica, per difedere un ottimo terzo posto in classifica dopo le corazzate Fiorentina e Empoli.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Panificio san Prospero
 
Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 
Tosoni Auto
Elettronorge
 

Raffaele Rubino ha fatto parte di quella rosa che ha saputo portare il nome del Siena fino in Serie A. In quella stagione 2002/03, culminata con la vittoria del campionato di Serie B, l'attaccante seppe ritagliarsi il suo spazio mettendo a referto alcune marcature non di poco conto. Una volta ritiratosi ha imboccato la strada dirigenziale, figurando attualmente come direttore sportivo del Trapani. La nostra redazione lo ha contattato per parlare di Robur Siena e non solo. Questa la nostra intervista.

Delle sue 152 reti ne ha segnate nove le ha segnate col Siena. Con questa maglia ha vissuto bei ricordi, inclusa una promozione in Serie A.

 

“È un ricordo indelebile sia per me, a livello professionale, sia perché nella sua storia il Siena non aveva mai toccato la Serie A. Fummo i primi a realizzare questo sogno per il Siena come squadra e come città. Per me fu un'esperienza pazzesca, arrivavo dalla vecchia Serie C2 e feci il doppio salto di categoria per arrivare in Serie B e nel giro di un anno arrivai in Serie A con partecipazione. Non feci poche presenze, insieme anche qualche gol importante: per me fu un'annata splendida”.

 

A questi colori è rimasto parecchio legato, tant'è che la vediamo spesso allo stadio difatti era presente alla partita contro la Juventus Under 23.

 

“Io vivo a Firenze, per me è facile raggiungere Siena. Vengo inoltre con piacere, mi sento un po' a casa. Mi piace rivedere lo stadio, rivedo qualche vecchio amico e vedo anche delle belle partite da un paio di anni a questa parte”.

 

Dalla Robur Siena, lei che adesso riveste il ruolo di direttore sportivo del Trapani, avete rilevato Lomolino. Un difensore 22enne rientrato da poco da un lungo infortunio, tant'è che ha esordito con la maglia granata in occasione della vostra ultima partita. Cosa vi aspettate da lui?

 

“Matteo è un ragazzo eccezionale. È stato sfortunato perché negli anni ha avuto qualche infortunio grave e quest'anno ha subito un intervento alla spalla. Sono contento della prestazione che ha fatto e di averlo qua. Mi dispiace, non per demeriti, di averlo utilizzato poco, ma è un ragazzo volenteroso e che in questa categoria può far bene. Speriamo possa darci una mano da qui alla fine del campionato”

 

Le chiedo un parere sul Novara, squadra di cui lei è stata una tra le figure chiave. La squadra non sta rendendo quanto ci aspettava a inizio stagione, pensa che l'arrivo di Sannino possa cambiare le cose anche sotto il livello psicologico?

 

“Me lo auguro. Hanno cambiato allenatore per la mancanza di risultati, questo era evidente. Ora Sannino ha una bella responsabilità perché deve dare una bella scossa all'ambiente e una rosa allestita con giocatori importanti, i quali vanno messi in condizione di esprimersi al meglio. Sannino penso sia un allenatore di carattere, speriamo sia la medicina giusto. Solo chi vive il problema sa qual è la soluzione migliore”.

 

Parlavamo del fatto che lei è spesso allo stadio 'Artemio Franchi', ha già idea di quale sarà la prossima occasione?

 

“Assolutamente no, vengo per lavorare, osservare e studiare. È capitato che il Trapani giocasse nel posticipo e ne ho approfittato per vedere un po' di partite in giro per l'Italia. Non ho idea del prossimo impegno, non programmo a lungo termine"

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Si è tenuto sabato scorso il primo torneo “For Special Città di Correggio”, un quadrangolare che ha visto protagonisti i ragazzi della Quarta Categoria, ed in particolare la Robur Siena “emiliana”, che ha vinto battendo in semifinale il Genoa ed in finale il Parma (ha partecipato anche l’Imolese). Un pomeriggio emozionante e divertente, al quale ha preso parte anche la presidente bianconera Anna Durio. Per quanto riguarda il campionato, la Robur Siena for Special giocherà sabato contro Imolese e Reggio Audace per il girone dell’Emilia Romagna, mentre i ragazzi de Le Bollicine nel girone della Toscana, scenderanno in campo con i colori della Robur sabato contro “Un calcio per tutti” e Livorno.

Fonte: FOL
Foto: Roberta Becchi

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Patrizio Cingottini si racconta: sabato alle 16,30, nel museo della Nobile Contrada del Bruco, si terrà la presentazione di ‘Parlando con le mani-Esperienze di lavoro e di vita’. Un’opera autobiografica in cui il  fisioterapista e massaggiatore dell’Ac Siena negli anni ’80 e nel periodo d’oro della Robur, quando i bianconeri militavano in serie B e in serie A, in pagine ricche di aneddoti calcistici e personali, ripercorre il proprio vissuto nel mondo del calcio e racconta la sua storia, con l’intento di fornire consigli utili ai più giovani. A presentare la pubblicazione il giornalista Giulio Valenti.  


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Il giudice sportivo, in merito alle gare di recupero giocare ieri, ha multato con 3.500 euro il Cuneo perché propri sostenitori più volte durante la gara intonavano cori offensivi verso la terna arbitrale e l'istituzione calcistica. I medesimi indirizzavano numerosi sputi verso un assistente arbitrale senza raggiungerlo, unitamente a frasi offensive e minacciose.

Una giornata di squalifica a Terigi (Pistoiese). L'ex bianconero salterò la partita con il Siena.

Vassallo e Di Livio, con l'ammonizione rimediata ieri a Olbia, entrano in diffida.
Si allunga così l'elenco dei giocatori bianconeri a cui la prossima ammonizione farà scattre una giornata di squalifica: Arrigoni, Cianci, Di Livio, Gliozzi, Vassallo.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Nonostante un contratto in scadenza a giugno 2023 le strade della Lega Pro e di Eleven Sports potrebbero separarsi prima del previsto addirittura al termine del campionato in corso.

Come riporta “Italia Oggi”, i motivi sarebbero i numerosi problemi riscontrati da EleveSports in Italia. Nel caso di uscita dal contratto con Eleven Sports la Lega Pro potrebbe far distribuire il canale su DAZN, piattaforma che già trasmette tutte le partite della Serie BKT e tre incontri per ogni turno di Serie A.

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Tosoni Auto
 

Nella nottata ci ha lasciato Waldemaro Baglioni, tifoso della Robur, socio da tanti anni del nostro Club e a lungo sponsor del nostro periodico Il Fedelissimo.

Il Siena Club Fedelissimi, in questo momento di dolore si stringe alla famiglia formulando le più sentite condoglianze.

Fonte: FOL


 

Tosoni Auto
Sartini Siena
 

Giorno di riposo per i bianconeri dopo la trasferta di ieri ad Olbia. La squadra riprenderà domani la preparazione in vista della partita di lunedì alle 20:45 in trasferta con la Pistoiese.
Il programma degli allenamenti:
Venerdì: ore 15, Acquacalda
Sabato: ore 11, Acquacalda (porte chiuse)
Domenica: ore 15, stadio Artemio Franchi

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

Da giovedì la prevendita per la partita Pistoiese-Siena, in programma lunedì 25 febbraio alle ore 20,45.
Il circuito di vendita è VivaTicket a Siena è possibile acquistare i biglietti al prezzo di 10 euro presso:
TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO Via Rinaldini, 7/9 – 0577282162
Online sul sito: www.vivaticket.it
I tagliandi per il settore ospiti possono essere acquistati in prevendita fino alle ore 19 di domenica 24 febbraio.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Il Mangione
 

CONTINI  6,5

Poco impegnato in generale risponde presente sull’unica vera conclusione verso la porta agli inizi della partita

ROMAGNOLI 7

Bella prestazione . Attento, concreto rimane sempre concentrato nonostante Ragatzu dalla sua parte poteva intimidirlo. Il migliore

IMPERIALE 5,5

Fa una partita incolore anche se ha poche occasioni per mettersi in mostra. Qualche incertezza di troppo negli alleggerimenti denotano una tecnica non perfetta

ROSSI 6,5

In un partita dura ma complessivamente ben protetto da una cerniera di centrocampo se la cava dignitosamente.

D’AMBROSIO 6,5

Giornata relativamente tranquilla non va mai in serio affanno.

SBRISSA 5,5

Partita modesta con il compito semplice di stare sulla difensiva senza svolazzi. E lui si adegua ma non si vede quasi mai in fase propositiva e anche su alcuni alleggerimenti pecca con errori banali.

GERLI 6

Schierato come mezzala dovrebbe forse proporsi e invece un po' si smarrisce e si limita a presidiare il centrocampo senza affondare mai.

VASSALLO 6

Partita di contenimento dove non si vede quasi mai in fase offensiva tranne che in un inserimento. Nella ripresa poi quasi scompare dal campo.

ARRIGONI 6

Schierato davanti alla difesa cerca di mettere ordine in una partita molto approssimativa da un punto di vista tecnico. Tanti calcioni e, per un giocatore tecnico come lui, non è proprio il massimo. Forse invertendosi con Gerli a fare il metronomo davanti alla difesa e lui ad inventare un po' più avanti potevamo vedere qualcosa di più in fase offensiva. Un’idea visto la modestia dello spettacolo offerto in generale.

GUBERTI 6

Fa quel che può viste le caratteristiche del fondo e schierato quasi come seconda punta. Preferisce anche lui restare a metà campo senza riuscire a produrre una accelerazione degna di nota

FABBRO 5,5

Costretto probabilmente dal modo di giocare in appoggio a centrocampo smista qualche pallone ma  è troppo solo e abbandonato a se stesso e anche leggerino per gestire tutta la fase offensiva. Avrebbe sui piedi l’unica occasione di tutta la partita ma ci arriva tardi. Peccato 

CIANCI 6,5

Mossa tipica della ripresa. E lui fa quello che gli viene chiesto ma forse era oramai troppo tardi.

DI Livio 5,5

Continuano prestazioni impalpabili. Entra ma si fa notare soprattutto per un paio di falli in ripiegamento nei quali si becca anche un’ammonizione rischiando, sul secondo, l’espulsione. Dov’è finito il bel giocatore ammirato a fine anno?

ARAMU sv

COSA VA

L’unico aspetto positivo continuare la striscia positiva di risultati. La difesa che non becca il classico gollazzo anche perché super protetta da un atteggiamento molto, molto coperto.

COSA NON VA

La classifica, visto i recenti sconvolgimenti ci assesta al quinto posto. Dietro a Entella, che invece approfitta del recupero e vince facile, Pro Vercelli, Arezzo, Piacenza. Mi aspettavo una prestazione più gagliarda visto la necessità di accorciare le distanze con i recuperi. Ma l’atteggiamento, fin dalle prime battute e dallo schieramento proposto ha palesato subito la voglia di portare a casa un punticino. Meglio due feriti che un morto sentenziava l’amico Nelso. Vero che mancavano interpreti importanti ma anche all’avversario. Peccato perché l’Olbia, in un campo e in una partita inguardabile da un punto di vista tecnico, non era certo un avversario incontenibile e forse era il caso di rischiare qualcosina in più. Il tempo passa e le prime posizioni, anche in vista di play off con un ruolo di vantaggio sono ancora troppo lontane. Ogni tanto forse bisognerebbe anche osare. 

Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
FISSC
 
Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 

Continua la striscia positiva dei risultati della Robur con un pareggio ottenuto nel recupero di Olbia, in un campo indegno per il campionato professionistico che si aggiunge ad altri, troppi, visti dall’inizio campionato.

Il risultato, 0 a 0, risulta insolito per i bianconeri ormai abituati a segnare molto ma è la logica conclusione di una partita preparata dalle due squadre per non perdere.

Mignani schiera la difesa a quattro, Romagnoli, D’Ambrosio, Rossi e Imperiale, cinque centrocampisti, Sbrissa ha però il compito di coprire la fascia destra difensiva e si ritrova spesso a fare il terzino mentre Guberti, incaricato della manovra, sta più avanti per animare le offensive dell’unica punta, Fabbro.

L’Olbia schiera anch’essa una difesa a quattro, un centrocampo folto e due punte cosicché assistiamo ad un’infinità di scontri in mezzo al campo che caratterizzeranno tutta la partita.

La linea di centrocampo senese argina molto a livello centrale per cui gli isolani tentano di sfondare sulle fasce avanzando di continuo i due terzini per crossare la palla in area ma i bianconeri sono attenti e disposti al sacrificio per cui tanta sofferenza per Sbrissa ed Imperiale ma anche tanta determinazione.

In questo contesto di partita Fabbro non riceve una palla giocabile, anche per i rimbalzi irregolari della palla, e quando riesce ad agguantarla si trova chiuso nella morsa di una doppia o tripla marcatura avversaria.

Nella mezz’ora di durata del primo tempo c’è una sola azione pericolosa, è dell’Olbia, con un tiro dal limite dell’area che impegna Contini alla respinta, poi null’altro perché le difese hanno  sempre la meglio sugli attacchi ed i bianconeri non concedono la penetrazione in prossimità dell’area.

La ripresa ci fa vedere qualche tentativo in più: occasionissima per la Robur su calcio d’angolo ma D’Ambrosio e Rossi non riescono a battere in porta con forza ed il portiere para sulla riga.

A seguito delle sostituzioni disposta dai due allenatori l’Olbia passa ad un attacco a tre con un altro giocatore vigoroso, la Robur risponde attraverso la sostituzione di Vassallo e Guberti, molto stanchi, con Cianci e Di Livio.

Gli effetti li vediamo: i padroni di casa tentano di portare più uomini in area per dare peso all’attacco ma i nostri controllano lottando su tutti i palloni e non concedono mai il tiro in porta, la spinta sulle fasce viene limitata grazie all’aiuto che vicendevolmente si portano i bianconeri e così Contini non viene mai impegnato.

Cianci si fa sentire e le nostre azioni in avanti durano di più, pur non risultando efficaci contribuiscono però a rompere il ritmo agli avversari, impegnandoli in copertura per non rischiare di compromettere il risultato.

C’è un’occasione per la Robur: Arrigoni calcia una punizione molto profonda con un effetto a girare che si infrange sull’esterno del palo senza che Fabbro riesca a toccare quel tanto che sarebbe bastato a metterla in rete.

La Robur ora ha più peso in avanti e può diventare pericolosa, dentro anche Aramu per Fabbro ad aumentare la cifra tecnica, nella speranza che possa caricare il suo potente sinistro.

La stanchezza però prevale e le squadre sembrano accontentarsi del risultato per cui cercano di tenere la palla lontano dalla porta, la Robur pare avere qualche cartuccia in più con lo schieramento finale ma non basta per chiudere gli avversari nella propria area e si va verso la conclusione a reti inviolate.

Il punto consente di mantenere continuità nei risultati e allunga l’imbattibilità, cose fondamentali per tenere alto il morale della truppa dato che ci aspettano tutti gli scontri diretti con le squadre davanti a noi.

Con le regole dettate dalla federazione abbiamo giocato questo recupero senza poter schierare una formazione completa nei reparti, per continuare una partita già iniziata ma con un organico monco, altra perla dei dirigenti federali che consentono di giocare e obbligano giocare su terreni agricoli. 

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

La Robur Siena saluta la Sardegna, stavolta con un punto in mano. Già perché nelle ultime due trasferte nell'isola sappiamo tutti com'è andata. Una situazione non facile, vuoi per il campo da gioco o per l'assurda regola che ha costretto entrambe le squadre a rinunciare ai nuovi acquisti. Se poi, come nel caso dei bianconeri, alcune delle tue pedine chiave rimangono in infermeria allora ecco che le cose si fanno un tantino più complicate.

 

Quella in terra sarda era un'occasione per accorciare la classifica, è vero. Eppure è meglio vedere il bicchiere mezzo pieno, soprattutto quando si viene, incluso quello odierno, da dodici risultati utili consecutivi. Sì, dovevamo fare più in attacco magari sfruttando quell'inserimento di Vassallo o arrivando puntuali a una deviazione aerea favorevole. Col senno di poi è però facile commentare, specie se lo si fa attraverso una tastiera. Da considerare anche quel palo scheggiato di Arrigoni, ma fa parte di una stagione in cui i legni, specie sui calci da fermo, si fanno spesso presenti.

 

In scena al 'Bruno Nespoli' è andata la classica partita da Serie C: quella tirata, difficile da comprendere e nella si vince con l'episodio. La Robur Siena di oggi ha concesso, conclusione di Vallocchia a parte, davvero pochissime chance. Il trio di difesa di Michele Mignani si è saputo ben comportare, specie quel Romagnoli che non vedeva da un po' la maglia da titolare. Per il resto si sono avute buone risposte anche da parte da Contini, attento e puntuale nelle uscite. Tenere la porta inviolata darà morale in vista del match di Pistoia, con la speranza che la tradizione positiva con le corregionali possa dare quel quid in più per ottenere il risultato pieno.

 

Chiosa finale sulla classifica: non guardarla sarebbe la cosa migliore. Tra recuperi, partite ancora da giocare e farse in stile Pro Piacenza è impossibile stabilire posizioni o sancire chi e come salirà in Serie B. Fare calcoli e previsioni in un campionato dove non vi sono certezze è impossibile. Testa sin da subito alla Pistoiese.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 

Michele Filippi, allenatore dell’Olbia, ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

Risultato giusto – “Abbiamo fatto una bella prestazione, di solidità e sostanza, provando a fare la partita. Ma non era facile, per quelle che erano le scorie positive di due giorni fa. Una vittoria a volte può spingerti a fare passi falsi, invece noi abbiamo fatto un passo avanti contro una squadra forte, matura, che sei mesi fa si giocava in finale la serie B. Non abbiamo mai sofferto, abbiamo creato qualcosina in più ma tutto sommato il pareggio è giusto”.

Ripresa – “Non abbiamo avuto la stessa presenza nei primi minuti della ripresa, però nel complesso si è vista una squadra in crescita”.

Formazione – “Nasce da una somma di ragionamenti. Il primo è che volevo un centrocampo solido. Loro hanno Arrigoni che è determinante, tocca tante palle, e Andrea Vallocchia è solido, con forza nelle gambe e in quella zona ha conclusioni da limite e strappi importanti. La prima conclusione è stata proprio la sua. Era necessario far rifiatare qualcuno, Ceter le ha giocate tutte e i giocatori nuovi mancavano ad entrambe ma loro hanno utilizzato solo Pedrelli, noi tutti. Mi era piaciuto l’abbinamento mezz’ala-terzino Pitzalis-Pennington”.

Obiettivi – “Non ha senso parlare obiettivi. Non perdiamo energie in fantasticherie”.

Arezzo – “Un girone fa dissi che l’Arezzo sarebbe arrivato lontano”.

Mignani – “Se il fatto di conoscerci così bene ha influito nel pareggio? Sinceramente ci sono tante possibilità oggi di studiare gli avversari, non penso che abbia inciso. In parte sono rimasto sorpreso dal modulo, impostavano a tre e difendevano a quattro”.

Siena – “Si sono scontrate due belle squadre organizzate. L’Olbia ha avuto un leggero predominio ma non al punto tale di meritare la vittoria. Al Siena e a Mignani vanno fatti i complimenti per adesso e per lo scorso anno, non era ipotizzabile quel percorso, grande merito. Se ci siamo sentiti prima della sfida? No”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
FISSC
 

Mattia Muroni, centrocampista dell’Olbia, ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

“Con questo campo si fa fatica a giocare il pallone. Siamo in fiducia, stiamo riprendendo il passo. Ad Arezzo ci aspetta una grande squadra, lo sta dimostrando, gioca tanto il pallone. Siena? Sono molto compatti, non era facile, ne è nata una partita molto rognosa. Chi mi piace di loro a centrocampo? Arrigoni, Gerli e Vassallo sono molto bravi”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Ottima prova difensiva della Robur ed ottima prova per Mirko Romagnoli, che aveva davanti a sé un avversario come Daniele Ragatzu. “Era importante non subire gol – commenta Romagnoli in conferenza stampa – è stata una partita molto fisica, visto il campo era molto difficile giocare palla a terra. Venivamo qua per vincere però ci teniamo stretto il punto”. Il classe ’98 ci ha messo un po’ a rompere il ghiaccio, crescendo di minuto in minuto. “Diciamo che mi sono sciolto, dovevo trovare le misure e quando le ho trovate, è andata bene”. Romagnoli che ha giocato in “una sorta di 3-5-2 deformato” e punta già al prossimo obiettivo, che si chiama Pistoiese: “Sarà tosta, glia avversari danno sempre qualcosa in più, dobbiamo esser bravi a fare risultato”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Michele Mignani, mister della Robur, ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

Il match - “E’ stata una partita strana, giocata dal 15’ senza poter utilizzare i giocatori presi a gennaio, con cambi forzati per entrambe in un campo non facile”.

Pari ok – “E’ un risultato giusto, anche se dopo un primo tempo equilibrato, nel secondo tempo abbiamo spinto più noi. Gli unici pericoli sono arrivati da palla inattiva, un paio di mischie, una dove D’Ambrosio e Rossi non ci sono arrivati, e una che ha scheggiato il palo. Poi l’inserimento di Vassallo su palla di Gerli”.

Inizio lento – “Nel primo tempo soprattutto noi abbiamo dovuto adattarci al campo. Siamo stati attenti a non rischiare piuttosto che proporre, anche la scelta di un centrocampista in più e un attaccante in meno rientra in questa logica”.

Panchina corta – “Noi avevamo poche soluzioni. Di Livio, che si è adattato bene, e Sersanti, che è promettente ma per buttarlo dentro serve l’occasione giusta. Ci ha condizionato anche il fatto che Rossi dall’inizio ha avuto un piccolo fastidio e non avevamo altri difensori di ruolo. Andrà valutato anche lui”.

Preparazione – “Qua ieri abbiamo fatto solo una sgambata, la partita l’avevamo preparata lunedì, cioè un giorno dopo aver giocato con la Juventus B”.

Olbia – “Mi aspettavo che uno dei tre davanti rimanesse fuori. L’Olbia l’ho trovata abbastanza bene, ha fatto una partita simile alla nostra”.

Pistoiese – “Se è un bene che si giochi di lunedì? Forse sì, anche loro hanno giocato oggi. Speriamo di recuperare qualcuno, si è fermato pure Bulevardi. Più giocatori ho e più sono felice. Chi è più vicino a recuperare? Non lo so, ieri e oggi hanno lavorato a Siena. Entro la fine della settimana faremo ulteriori controlli”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Frittelle Savelli
 
  P G V N P GF GS
Entella  49 22 15 4 3 40 17
Arezzo 46 26 11 13 2 33 21
Piacenza  46 25 13 7 5 35 22
Pro Vercelli  46 23 13 7 3 28 15
Siena 42 25 10 12 3 39 28
Carrarese 40 26 12 4 10 48 39
Pro Patria 40 26 11 7 8 29 27
Pisa 39 25 10 9 6 30 24
Novara 35 26 7 14 5 31 22
Pontedera 33 26 7 12 7 26 28
Gozzano  30 26 6 12 8 30 28
Olbia 28 26 6 10 10 30 36
Alessandria 26 25 4 14 7 21 27
Juventus B 26 26 7 5 14 27 34
Pistoiese  24 25 6 6 13 26 32
Albissola 19 26 4 7 15 24 40
Cuneo (-15) 18 25 8 9 8 20 25
Arzachena (-1) 17 26 6 0 20 14 44
Lucchese (-16) 13 25 5 14 6 34 32

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Cuneo-Lucchese 0-1 (56’ Bortolussi)

Entella-Pistoiese 3-1 ( 12’ Luperini, 48’ Chiosa, 70’ Mota rig, 79 Mota

Olbia-Siena 0-0 

Fonte: FOL

Tosoni Auto
clean sanex
 

Olbia (4-3-1-2): Van der Want; Pinna, Bellodi, Iotti, Pitzalis (74' Pisano); Biancu, Muroni, Pennington (54' Ceter); Vallocchia; Ragatzu, Ogunseye. A disposizione: Marson, Piga, Cotali, Cusumano, Bah, Caligara, Senesi. Allenatore: Michele Filippi.

Robur Siena (3-5-2): Contini; Romagnoli, Rossi, D’Ambrosio; Sbrissa, Gerli, Arrigoni, Vassallo (68' Di Livio), Imperiale; Guberti (68' Cianci), Fabbro (77' Aramu). A disposizione: Comparini, Gorini Zanon, Sersanti, Perri. Allenatore: Michele Mignani.

Arbitro: Alessandro Di Graci della sezione di Como (assistenti Emanuele Yoshikawa e Giorgio Rinaldi di Roma 1).

Ammoniti: Vassallo, Ogunseye, Di Livio.

94' fine partita

93' un minuto in più di recupero viste le pause per soccorrere Rossi e Contini

90' tre di recupero

89' D'Ambrosio va a terra e si tocca la caviglia, poi si rialza

84' fuori Ragatzu, dentro Senesi

83' ammonito Di Livio per fallo su Pinna. Punizione Olbia da destra

79' punizione Siena, va Aramu, Rossi di testa manda alto

77' esce Fabbro, entra Aramu

76' giallo a Ogunseye

74' tiro di Ragatzu debole e centrale, facile parata di Contini

74' dentro Pisano, fuori Pitzalis.

72' occasione Siena! Punizione calciata benissimo da Arrigoni, la palla non la tocca nessuno, tocca il palo esterno e termina fuori!

71' sono entrati bene Di Livio e Cianci

68' è l'ultima azione di Guberti, che insieme a Vassallo lascia il campo a Di Livio e Cianci

67' azione sulla sinistra di Guberti, il crosso non viene raccolto da Fabbro e nasce un contropiede di Pitzalis, spezzato da D'Ambrosio

65' Ragatzu con un dai e vai libera Pinna, tocco centralmente per Vallocchia che ha spazio per calciare ma perde il tempo, Romagnoli rinvia

64' fallo in attacco di Ceter che spinge Rossi. Buona la prova della difesa per adesso

63' Fabbro gira per Gerli che lo lancia di prima, il portiere lo anticipa al limite dell'area

61' ottimo intervento difensivo di Romagnoli su Ragatzu

54' primo cambio per Filippi, che la vuole vincere: esce un centrocampista, Pennington, entra un attaccante, Ceter. Vallocchia fa in mediana, Ragatzu scala sulla trequarti

50' errore di Pitzalis, Gerli cerca l'imbucata per Vassallo che non controlla solo davanti al portiere!

50' Rossi e D'Ambrosio si sono scambiati le posizioni in questa ripresa

49' azione elaborata del Siena sulla sinistra, che si conclude con un tiro alto di Arrigoni da fuori

47' la palla rimane pericolosamente in area con D'Ambrosio e Rossi che non riescono a intervenire, il portiere la blocca quasi sulla linea!

46' punizione Siena dalla trequarti per fallo di mano di Vallocchia, batte Arrigoni, Van der Want perde il controllo della palla e regala un angolo

Ripresa la partita.

45' finisce qui il primo tempo più veloce della storia (appena mezz'ora)

45' buona azione collettiva del Siena, Gerli va al tiro ma strozza il destro, palla fuori

43' bravo Rossi in scivolata a murare su Ogunseye, pericoloso l'Olbia sulla sinistra

42' Muroni calcia verso la porta in equilibrio precario, palla alta

42' giallo a Vassallo, primo ammonito della partita

41' Vassallo recupera un pallone e si lancia sulla sinistra, Pinna lo contrasta ed è fortunato nel rimpallo, rinvio dal fondo

40' Guberti lancia Fabbro, Van Der Want blocca in uscita

37' punizione battuta corta, Ogunseye spazza, poi Guberti viene pescato in fuorigioco

36' Pitzalis si allunga il pallone e stende Sbrissa, punizione Siena dalla trequarti, va Arrigoni

35' il Siena perde palla in impostazione, Ragatzu da sinistra si accentra e tira, palla fuori

34' buon lavoro di Guberti sulla sinistra, il cross taglia tutta l'area ma nessuno si era posizionato sul secondo palo; palla sul fondo

33' Vallocchia crossa da destra, Ragatzu la sfiora e D'Ambrosio con la testa concede l'angolo

30' bel lavoro di Fabbro che stoppa e serve Sbrissa che ha spazio dai 30 metri ma calcia male, palla abbontandemente a lato

28' Pitzalis prende il tempo a Romagnoli e vola sulla sinistra, cross direttamente tra le braccia di Contini ma applausi del pubblico di casa

27' Fabbro rimane a terra dopo un contrasto in fase d'attacco, ma poi si rialza senza problemi

24' nell'Olbia il trequartista è Vallocchia e non Biancu

23' bella giocata di Guberti che mette in mezzo per Vassallo, che stoppa perfettamente ma si fa murare la conclusione!

19' Vallocchia col sinistro dalla distanza dopo una sponda di Ogunseye, Contini ribatte, poi sempre Vallocchia manda alto

18' Ragatzu da fuori, palla alta non di molto ma Contini controlla

Partiti! E' iniziata Olbia-Siena!

Si riprenderà non da centrocampo ma dalla rimessa del portiere dell'Olbia, col Siena che attacca verso destra rispetto alla nostra postazione.

14.27 squadre in campo, Siena in completo nero, Olbia in maglia bianca. I capitani sono Ragatzu e D'Ambrosio

14.25 Olbia con tre classe 2000 in campo, Biancu, Bellodi e Pitzalis, che ha esordito domenica dal 1'

14.20 una partita "surreale". Al fischio d'inizio del direttore di gara, il cronometro segnerà già i quindici minuti giocati il 9 dicembre. Il primo tempo di fatto durerà mezz'ora

14.10 si sono sistemati, predisponendo gli striscioni, i sei tifosi arrivati da Siena

14.05 giornata di sole, primaverile, al Bruno Nespoli. Niente allarme vento, l'agente atmosferico che costrinse le due squadre a sospendere la partita del 9 settembre, al minuto 15

14.00 FORMAZIONE UFFICIALE OLBIA: in difesa la novità è a destra, Pinna per Pisano, mentre a centrocampo Biancu farà il trequartista dietro Ragatzu e Ceter, con Ogunseye inizialmente in panchina

13.50 FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: Guberti e Fabbro davanti, da capire la posizione di Vassallo, se utilizzato da mezz'ala sarà 3-5-2 con Sbrissa e Imperiali esterni. Se farà il trequartista, sarà il classico 4-3-1-2.

13.45 squadre in campo per il riscaldamento.

Stesso arbitro ma diversi interpreti. Olbia-Siena riprenderà dal 16' (il direttore di gara ha scritto a referto anche l'esatto punto in cui si deve ripartire) ma le formazioni saranno giocoforza diverse. Fuori dalla lista i nuovi arrivati (5 per parte, pesano soprattutto le assenze di Peralta e Pedrelli), Mignani deve fare a meno anche dei cinque infortunati e, tolti i ragazzi della Berretti, ha appena 15 giocatori della prima squadra. Per questo, vista l'emergenza, potrebbe tornare al 3-5-2 per ottimizzare l'ingresso di Romagnoli. Il quinto a destra, in quel caso, sarebbe Sbrissa.

Giuseppe Ingrosso

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

L'allenatore dell'Alessandria, fino al termine della stagione, sarà Alberto Colombo, 44 anni, ex Pro Patria, Reggiana, Sud Tirol e Vicenza il tecnico fino al termine della stagione.

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

15 reti:
Tavano (3, Carrarese)
10 reti:
Caccavallo (2, Carrarese), Cacia (4, Novara), Martignago (4, Albissola)
9 reti:
Brunori (Arezzo), Gliozzi (3, Robur Siena), Le Noci (3, Pro Patria), Morra (1, Pro Vercelli), Mota Carvalho (Entella)
8 reti:
Cutolo (2, Arezzo), Eusepi (Novara), Gucci (Pro Patria), Pesenti (2, Piacenza/Pisa), Ragatzu (4, Olbia), Rolando (4, Gozzano/Arezzo)
7 reti:
Ceter (Olbia), De Feo (Lucchese), Luperini (2, Pistoiese), Ogunseye (Olbia), Piscopo (Carrarese)
6 reti:
Bortolussi (Lucchese), Bunino (1, Juventus U23), Cais (Albissola), De Luca (2, Alessandria), Guberti (2, Robur Siena), Marconi (1, Pisa), Tommasini (Pontedera)
5 reti:
Buglio (Arezzo), Cianci (Robur Siena), Mannini (3, Pontedera), Mavididi (Juventus U23), Moscardelli (2, Pisa), Pereira (Juventus U23), Sanna (1, Arzachena), Santini (1, Alessandria), Sorrentino (1, Lucchese)

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Elettronorge
 

Olbia (4-3-1-2): Van der Want; Pisano, Bellodi, Iotti, Cotali; Biancu, Muroni, Pennington; Ragatzu; Ceter, Ogunseye. A disposizione: Marson, Piga, Pitzalis, Pinna, Cusumano, Bah, Caligara, Vallocchia, Senesi. Allenatore: Michele Filippi.

Robur Siena (3-5-2): Contini; Romagnoli, D’Ambrosio, Rossi; Sbrissa, Gerli, Arrigoni, Vassallo, Zanon; Cianci, Fabbro. A disposizione: Comparini, Imperiale, Sersanti, Perri, Guberti, Di Livio, Aramu. Allenatore: Michele Mignani.

Stadio: Bruno Nespoli di Olbia (ore 14.30).

Arbitro: Alessandro Di Graci della sezione di Como (assistenti Emanuele Yoshikawa e Giorgio Rinaldi di Roma 1).

Tv: www.elevensports.it

Live: www.sienaclubfedelissimi.it

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Elettronorge
 
Tosoni Auto
Il cuore si scioglie
 

L'allenatore dell'Olbia Filippi ha parlato alla vigilia del recupero della partita con il Siena.
Recupero - "È un obbligo che ci viene imposto da un incastro di date diretta conseguenza delle vicissitudini estive che hanno costretto il Siena e altre squadre a posticipare l'inizio del proprio campionato. A rigore la partita andava recuperata entro 15 giorni, quindi prima della finestra di mercato, ma ciò non è stato possibile per cui domani dovremo rinunciare a quelli che per noi sono già dei punti di forza. Sono convinto però che questo provvedimento andrà a motivare e responsabilizzare ancora di più la squadra”

Siena - "Contro il Siena saremo contati, ma spero che quest'aspetto spinga i ragazzi a dare qualcosa in più. È una squadra forte e organizzata, ma mi aspetto che i miei facciano la gara che devono fare. Dobbiamo rimanere concentrati sull'approccio, perché da lì passerà tutta la partita"

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Nell'Olbia tornano a disposizione Caligara, che è alla sua prima convocazione, Senesi. Dalla Berretti convocato il portiere Davide Piga (2002). L'ex bianconero Piredda rescinde con i sardi proprio alla vigilia della partita con il Siena.

PORTIERI:
Leonardo MARSON, Davide PIGA, Maarten VAN DER WANT 

DIFENSORI
Gabriele BELLODI, Matteo COTALI, Francesco CUSUMANO, Luca IOTTI, Simone PINNA, Francesco PISANO, Mattia PITZALIS 

CENTROCAMPISTI
Abdoulaye BAH, Roberto BIANCU, Fabrizio CALIGARA, Mattia MURONI, Nicholas PENNINGTON, Andrea VALLOCCHIA

ATTACCANTI
Damir CETER, Roberto OGUNSEYE, Daniele RAGATZU, Yuri SENESI


 

Fonte: FOL

 

Tosoni Auto
ESTRA
 

Venerdì 22 febbraio pizza in sede.

Per prenotarsi inviare un sms o watshapp al numero 3664053060 oppure una mail fedelissimi@sienaclubfedelissimi.it

Siena Club Fedelissimi


 

 

Tosoni Auto
Stone Fly
 

Oggi la nostra sede sarà aperta dalle ore 14 per assistere alla diretta di Olbia-Siena su grande schermo.
L'ingresso è riservato ai soli soci del club. La tessera per la stagione 2018-2019 può essere acquistata all'ingesso.

Siena Club Fedelissimi

Tosoni Auto
clean sanex
 

«Non potrà più succedere». Gabriele Gravina sale a Palazzo Chigi per assicurare a Giancarlo Giorgetti che il 20-0 della farsa e della vergogna di Cuneo-Pro Piacenza resterà un episodio unico nella storia del nostro calcio. Il sottosegretario con la delega dello sport aveva chiesto proprio questo, un impegno categorico. «È stato un bell’incontro - racconta alla fine il presidente della Federcalcio - come sempre positivo e costruttivo con il sottosegretario Giorgetti, già programmato, ma oggi ha assunto una valenza altamente significativa per una serie di ragioni».

GIUSTA LA REVOCA In cima alla lista l’immagine dei sette ragazzi del Pro Piacenza mandati in pasto a una sconfitta di dimensioni assurde con tanto di scesa in campo in extremis del massaggiatore. Una scena da racconto nei surreali campi di calcio della Patagonia di Osvaldo Soriano. «Abbiamo commentato le criticità del calcio italiano - dice Gravina - in particolare facendo riferimento a questo mio provvedimento adottato ieri sul Pro Piacenza che il sottosegretario ha condiviso». La revoca dell’affiliazione decisa lunedì sera, dopo l’esclusione dal campionato di serie C decretata dal giudice sportivo della Lega Pro.

DENTRO O FUORI Gravina ha spiegato a Giorgetti che con le regole già varate dal consiglio federale un caso Pro Piacenza sarà impossibile. Perché il 24 giugno ci potrà e dovrà essere un dentro/fuori, nessun esame di riparazione per eventuali fideiussioni irregolari, il passaggio che consentì al club emiliano di non finire in fuori gioco. Il giro di vite dovrà anche abbreviare i tempi dei meccanismi di controllo per evitare situazioni come quella dell’estate scorsa. Ma ci sarà severità pure sulla valutazione delle condizioni del club, che dovrà offrire delle prove della sua solidità e disponibilità finanziaria. Un pacchetto di norme che sarà ulteriormente rafforzato anche nel prossimo consiglio federale.

«COLLEGATO» Gravina e Giorgetti hanno anche parlato del ddl «collegato sport», che prevede una delega al Governo in tema di «lavoro sportivo» con l’istituzione di una nuova categoria (una specie di semiprofessionismo, anche se l’espressione non piace) per la formazione di giovani atleti «al fine di garantire una crescita non solo sportiva, che favorisca l’accesso al mondo del lavoro anche alla fine della propria carriera sportiva».


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Tosoni Auto
Rete ivo
 
Tosoni Auto
Sartini Siena
 
Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

Federico Trani, vicepresidente della Robur, è stato ospite di Studio Robur. Queste le sue dichiarazioni:

Olbia - “E’ l’occasione di riprenderci i tre punti che ci hanno tolto. Speriamo al più presto di arrivare ad avere tutti le stesse partite giocate. Ci obbligano a giocare decimati mentre ad altre società dilazionano i recuperi”.

Juventus - “E’ stata una partita tosta perché la Juventus B è una delle più forti del girone con giocatori di altre categorie come Zanimacchia, Kastanos, Mokulu, Mavididi. I loro due gol lo dimostrano. Siamo stati bravi a reggere botta e, nostra qualità di quest’anno, a non perdere mai la calma. L’anno scorso avevamo poca capacità di reazione per caratteristiche della squadra. A livelli di rosa eravamo più ristretti. Ora c’è più profondità e i cinque cambi possono dare tanto”.

Squadra B - “Fatto così ha poco senso, mi auguro che negli anni a seguire si riesca a ridefinire un progetto che di per sé è interessante ma va fatto con criterio”.

Pro Piacenza - “Il Cuneo ha fatto bene a continuare a segnare, in primis perché una società non si deve permettere di presentarsi in quelle condizioni, e poi perché un risultato roboante ha fatto scattare un meccanismo di esclusione veloce. Si è chiusa una parentesi che, lo dico in modo polemico, si poteva gestire diversamente. La soluzione è la meno peggio ma va ad avvantaggiate i pochi a discapito dei molti, cosa già fatta presente a Ghirelli nell’incontro coi Fedelissimi”.

Cuneo e Lucchese - “Non penso ci sarà un Pro Piacenza bis, a Cuneo nonostante manchi quasi tutto gli stipendi li stanno pagando. Oltretutto sul caso fideiussioni non c’è ancora una decisione definitiva”.

Ripescaggi - “Ero sicuro che avrebbero fatto la B a 20 e sono convinto troveranno un modo per non risarcirci. Mi auguro però che chi decide veda il casino che è successo e di conseguenza pensi a noi società che ci abbiamo rimesso a livello economico, di tempo, di lavoro, di infortuni, anche dovuti allo stress”.

Febbraio 2016 - “Ponte decise di fare i nostri nomi, da parte nostra non c’era la volontà di uscire allo scoperto. Come si valuta questo triennio? Abbiamo fatto passi da gigante a partire dal lato sportivo e societario. E poi a livello di centro sportivo, di settore giovanile. Fa piacere sapere che tante persone credono in quello che stiamo facendo e la fiducia credo sia meritata. Prima parlavo coi dirigenti del San Teodoro, che ringrazio per la disponibilità (la squadra si è allenata lì, ndr). Siamo partiti dal nulla e adesso abbiamo quattro squadre giovanili, la collaborazione col Siena Nord e 19 affiliate, più il campo di allenamento”.

Progetti - “Io sono un sognatore. Vogliamo aumentare il bacino d’utenza, a livello di strutture. Ci vuole pazienza, con calma stiamo valutando le soluzioni migliori per ingrandirci”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

Simone Vergassola, viceallenatore della Robur, è stato ospite stasera a Studio Robur. Queste le sue dichiarazioni:

Juventus - “È stata un’ottima partita, abbiamo creato tanto, commettendo qualche errore perché è difficile non commetterne nel calcio. Forse prendiamo qualche gol in più però la buttiamo dentro spesso. Quando c’è meno tempo per lavorare è sempre difficile oliare i meccanismi. Prediamo il lato positivo della cosa, la squadra reagisce, recupera e vince spesso le partite”.

Pro Piacenza - “E’ un campionato falsato dall’inizio. Al Pro Piacenza gliene mancavano quattro da giocatore nel girone di andata. I regolamenti vengono interpretati come conviene non so a chi, è un’ulteriore presa in giro”.

Olbia - “E’ una cosa particolare, non possono giocare gli ultimi arrivi, hai scelte obbligate in un campo difficile. La Sardegna è un territorio diverso da punto di vista atmosferico, il campo non mi sembra bellissimo, la squadra ha buone individualità, sa giocare a calcio e Filippi, visto che incontra il suo ex primo allenatore, ci metterà qualcosa in più per far vedere che ha imparato bene”.

Guberti - “Ha ragionato sull’offerta della Reggina e ha preso questa decisione. È entrato nel progetto, ha voglia di dimostrare che è ancora importante”.

Arrigoni - “Se mi assomiglia? Non lo so. Posso dire che è una bella sorpresa, si è subito inserito bene nei meccanismi della squadra. È un gran lavoratore, sta dando un contributo importantissimo”.

Vice allenatore - “Il rapporto con Michele è sempre stato buono, mi sento partecipe perché mi rende lui partecipe nelle scelte. Non sono uno che dice sempre sì, dico la mia per essere d’aiuto. La sintonia c’era dall’inizio e credo stia migliorando di periodo in periodo”.

Futuro – “L’idea è di continuare, il prossimo anno, da vice con Mignani”. (G.I.)

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Elettronorge
 

La Lega Pro ha pubblicato sul proprio sito un comunicato con la classifica ufficiale dopo l’esclusione del Pro Piacenza. 

AREZZO 46

PRO VERCELLI 46 (3 partite da recuperare)

ENTELLA 46 (5 partite da recuperare)

PIACENZA 46 (1 partita da recuperare)

SIENA 41 (2 partite da recuperare)

PRO PATRIA 40

CARRARESE 40

PISA 39 (1 partita da recuperare)

NOVARA 35

PONTEDERA 33

GOZZANO 30

OLBIA 27 (1 partita da recuperare)

JUVENTUS B 26

ALESSANDRIA 26 (1 partita da recuperare)

PISTOIESE 24 ( 2 partite da recuperare)

ALBISSOLA 19

CUNEO 18 (15 punti penalizz. e 2 partite da recuperare)

ARZACHENA 17 (1 punto di penalizzazione)

LUCCHESE 10 (15 punti penalizz. e 2 partite da recuperare)

A Siena, Alessandria, Pistoiese, Olbia, Gozzano Entella e Pisa sono stati già assegnati i 3 punti per la partita con il Pro Piacenza non disputata nel girone di ritorno.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Il Chiasso Largo
 

La Lega Pro, su richiesta della Robur Siena in relazione ad esigenze organizzative, ha disposto che la gara in programma il 5 marzo all’Artemio Franchi contro la Pistoiese (recupero della 9° giornata) abbia inizio alle ore 18.30, anziché alle ore 20.30.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
FISSC
 

Mattia Aramu non è più in diffida. La Lega Pro ha annullato tutte le sanzioni comminate durante le partite del Pro Piacenza (che di fatto è come se non fosse mai esistito, anche se le trasferte e le energie per andare al Garilli sono reali) e di conseguenza ha tolto il giallo rimediato dal n. 10. I cartellini di Aramu scendono a tre, come quelli di Di Livio, Contini e Bulevardi. A rischio squalifica restano Gliozzi, Cianci e Arrigoni.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
ESTRA
 

Puntata speciale di “Studio Robur”. La trasmissione di Canale 3 andrà in onda stasera, alle ore 21, dal Grand Hotel President di Olbia, la struttura che ospita il Siena alla vigilia della partita di domani. Oltre agli highlights e alle interviste post-Juventus, sarà lanciata un’intervista al vice allenatore dell’Olbia Luca Raineri, realizzata stamattina sul campo di allenamento del club sardo. Ospiti della serata il vicepresidente Federico Trani e il 2° allenatore Simone Vergassola.

Fonte: FOL

Tosoni Auto
Sa Giorgio a Lapi
 

Un recupero “particolare”. E come non potrebbe esserlo, se il regolamento impone di tenere a casa più di mezza difesa, la gara durerà meno di novanta minuti e le condizioni del Nespoli sono sempre un punto interrogativo. Mentre, a proposito di punti, la Robur se ne è visti togliere tre. Il vice allenatore bianconero Simone Vergassola si appella allora alle condizioni della sua squadra e alla sua voglia di vincere. 

LA VITTORIA CON LA JUVE. “Abbiamo conquistato tre punti importanti con una prestazione di livello in cui abbiamo espresso buon gioco. Abbiamo commesso qualche errore di troppo e in questo momento ogni sbaglio lo paghiamo subito a caro prezzo. Ma abbiamo concluso tante volte in porta e conquistato una vittoria meritata”.

OLBIA-SIENA. “Giocheremo 74 minuti e non 90 in un campo complicato, perché a Olbia non è mai facile, considerando anche che non sai mai in quali condizioni atmosferiche ti trovi a giocare. Loro arrivano da due ottime prestazioni, tra cui, l’ultima la vittoria in rimonta con la Carrarese. Una buonissima gara. Secono me ai sardi manca anche qualche punto rispetto alla qualità della rosa. Qualche giocatore, come Ragatzu, è di categoria superiore. Sarà una partita di sicuro non facile, ma anche noi veniamo da buoni risultati e abbiamo uno stato di forma più che buono”.

L’ESCLUSIONE DELLA PRO PIACENZA. “La classifica non la guardavo prima e non la guardo adesso, ma è indubbio che siamo di fronte a una farsa dall’inizio dell’anno. Questo campionato è nato male e sta proseguendo male. Sulla questione dico che si poteva fare in altro modo: visto che la Pro Piacenza aveva da recuperare due partite si poteva dare all’Entella e al Novara due vittorie a tavolino lasciando invariata la classifica del girone di andata e poi azzerare la classifica di quella del girone di ritorno. Siamo davanti all’ennesima presa in giro nei confronti di chi si comporta bene, di chi prova a fare le cose perbene. Come noi. E invece è venuta fuori un’altra cosa particolare che dimostra che questo è un campionato falsato dall’inizio alla fine. Però noi dobbiamo pensare alla partita con l’Olbia e portare a casa i tre punti”. (a.go.)


Fonte: Fol

 

Tosoni Auto
Immobiliare Brogi
 

La partita Pistoiese-Siena, in programma lunedì 25 febbraio alle ore 20.45, sarà diretta da Luca Zufferli della sezione di Udine. Gli assistenti saranno Federico Polo Grillo di Pordenone e Veronica Martinelli di Seregno.

Zufferli ha tre precedenti con la Robur:
2015-2016 Siena-Viterbese 2-0 (Coppa Italia)
2017-2018 Prato-Siena 2-3
2018-2019 Pro Patria-Siena 1-1

Fonte: FOL


 

 

Tosoni Auto
Il cuore si scioglie