In tre sempre presenti, Morosi l’under più impiegato. I dati stagionali su presenze e minutaggi

Galligani, Bianchi e Biancon. Sono loro i tre calciatori della Robur ad aver messo a referto tutte e 32 le presenze in stagione. Il miglior realizzatore bianconero spicca per essere sempre sceso in campo dall’inizio, cosa non riuscita al capitano che in occasione della sfida casalinga con il Foiano subentrò dalla panchina siglando una doppietta. Per ben 25 volte, tuttavia, Bianchi ha portato a termine tutta la partita (record tra i giocatori di movimento), cosa che lo porta ad aver racimolato 90 minuti in più dell’attaccante viareggino (totale 2862’ contro i 2773’ di Galligani). Pur con due presenze in meno, è Giusti l’uomo con più tempo effettivo sul terreno di gioco (2887 minuti, 25’ in più di Bianchi), non impiegato solo nelle sfide contro Audax Rufina e Foiano. A quota 30 presenze ci sono anche Lollo (sceso in campo per 2683’, 89’ di media a partita come Bianchi) e Morosi, assente al ritorno con Fortis Juventus e Terranuova Traiana ma quinto per minutaggio complessivo (2344’ corrispondenti a 78’ di media a gara). Totalizza praticamente gli stessi minuti Cavallari che però ne fa mediamente 83’ avendo collezionato due presenze in meno, mentre è il già citato Biancon l’ultimo a sfondare “quota 2000” nei minuti giocati (2246’ diluiti nelle 32 presenze, 70’ di media).

Ci va vicino Boccardi, che nelle sue 26 presenze totalizza ben 1965 minuti (76’ di media a gara). A quota 28 apparizioni c’è Agostinone, una in meno per Achy che però mette insieme più minuti (1701’ contro i 1553’ del terzino pugliese, rispettivamente 63’ e 55’ di media a partita). Ben quattro invece gli elementi scesi in campo 24 volte: Masini, Bertelli, Candido e Granado. Per il centrocampista senese il totale è di 1661 minuti, con una media abbastanza alta di 69’ a gara che tiene conto delle giornate saltate per infortunio. Ad un soffio dai 1500 minuti totali si spinge Candido (media di 62’ a partita), mentre Bertelli e Granado si stagliano poco dietro giocando mediamente comunque più di un tempo a partita (rispettivamente 56’ e 48’). Supera quota mille minuti giocati anche Pagani (1080’ in 21 apparizioni, 51’ a gara), mentre vi restano di poco al di sotto tre protagonisti come Hagbe, Ricciardo (22 partite disputate da entrambi, 989’ per il primo e 955’ per il secondo) e Cristiani, la cui stagione è stata però fortemente condizionata dai problemi fisici (il centrocampista livornese vanta infatti una media di 52’ a gara dilazionati in 18 presenze).

Fuori dal novero dei sopracitati 18 finiscono Leonardi e gli under meno considerati nelle rotazioni da Magrini. Tra di loro il più utilizzato è Musaj (8 presenze e 169’ a disposizione), seguito da Ravanelli (109’ in 7 presenze). Sono 6 le apparizioni di Leonardi (di cui una da titolare a Castiglion Fiorentino, totale 125’), fermo a 4 invece Ivan che nel girone di ritorno ha riassaporato il campo solo con la Rufina (104’ complessivi di cui ben 66’ disputati a Borgo San Lorenzo all’esordio da titolare). Costanti ne mette a referto 3, una delle quali al “Franchi” (in totale 40’), una di meno per Baldari (20’, di cui la metà nella giornata della promozione a Sansepolcro) e Gueye, che ha preso il posto di Giusti nelle sfide con Audax Rufina e Foiano. Mai impiegato il solo Siliberto. (Jacopo Fanetti)

PRESENZE

32 Bianchi, Biancon, Galligani
30 Giusti, Lollo, Morosi
28 Agostinone, Cavallari

MINUTAGGIO (recuperi inclusi)

Giusti 2887′
Bianchi 2862′
Galligani 2773′
Lollo 2683′
Morosi 2344′

PARTITE DISPUTATE INTERAMENTE

Giusti 30
Bianchi 25
Lollo 23
Biancon 19
Cavallari 18

Fonte: Fol