In tre per la A Gli uomini-salvezza

Il certo, l'incerto e l'atteso: tutti raccolti in due punti a sei giornate dal termine. La lotta per la salvezza fra Siena, Palermo e Genoa è una galleria di personaggi, di uomini-chiave che ogni Magic manager farebbe bene a tenere in considerazione per il rush finale. Perché di questi tempi non sono solo lachini, Sannino e Ballardini ad esercitare l'arte dell'arrampicata. Ci sono anche migliaia di fantacalcisti alle prese con il make-up della classifica. Per tutti, ecco tre nomi da monitorare.

II corto Con le debite proporzioni, Emeghara ha avuto per il Siena lo stesso effetto-ascensore di Balotelli per il Milan. Almeno nel mondo della Magic, dove le cifre si toccano: sette reti entrambi, media-voto di 6,32 lo svizzero, 6,5 il rossonero. Cambia il minutaggio: Emeghara ha giocato 889 minuti, Mario è fermo a 695. E il numero di presenze, si sa, è un dato pesante nell' economia del fantacalcio. Insomma, il Mister X di gennaio sta risollevando il Siena con la stessa media-gol di Di Natale (uno ogni 127 minuti; Totò aspetta il gol solo 2 minuti in più) e lo stesso sangue freddo:
gli scontri diretti con Palermo, Genoa e Pescara portano tutti il suo sigillo.

L'incerto Dopo una stagione e mezzo «sabbatica», Josip Ilicic ha ripreso ad illuminare il Palermo. Tre reti consecutive non le aveva mai realizzate in Italia, nemmeno al suo primo anno, quello del boom, di cui ha già eguagliato i centri (8). Lo attende il derby con il Catania: all'andata regalò una prestazione monstre con la prima doppietta italiana, ora è reduce da un guaio muscolare che gli ha dato parecchie noie in settimana, ma è carico come una molla.

L'atteso Per un Genoa che non sa più vincere, non resta che attendere i gol di Marco Borriello: sono nove, tutti (o quasi) decisivi. Solo contro la Roma una sua rete non ha portato punti. L'ex romanista rappresenta il 28% dei centri rossoblù (9 su 32), il 60% di quelli realizzati dagli attaccanti. Contro l'Atalanta non ci sarà (è squalificato), ma gli restano altre 5 gare per pilotare l'impresa. Nel frattempo, attenti al passo costante di Kucka (6,22 la media) e alla crescente condizione di Matuzalem. Per Ballardini sono gli ultimi appigli.

Fonte: La Gazzetta dello Sport