In trasferta non si raccatta pallino

L’ultima trasferta vinta dalla Robur, la seconda in totale, risale a Gubbio-Siena. Poi solo sconfitte, nove, e un solo pareggio a Pistoia. Non è un ruolino di marcia rassicurante considerando che dopo l’incontro di sabato prossimo, i bianconeri avranno da affrontare lontano dal Franchi squadre motivate e con obiettivi ancora da raggiungere. La partita di sabato contro il Gubbio, assume un valore importantissimo per tenere lontana la zona playout, primo obiettivo – e forse unico – da raggiungere in questo finale di stagione. Non sarà un’impresa, ma nemmeno una passeggiata soprattutto per la serie infinita di infortuni che perseguita la squadra fin dall’inizio e che ha privato, via via, l’utilizzo di pedine importanti. Anche a Pescara contro una formazione manifestamente più in palla, il Siena ha fatto la sua partita, in certi momenti anche mettendo in difficoltà l’avversario, ma ancora una volta sono emersi errori fatali che ci hanno portato alla sconfitta. E’ un film già visto, un copione che sembra impossibile cambiare e questo nonostante l’importante lavoro portato avanti da Padalino e dal suo staff. All’inizio si parlava di puntare ai primi posti, poi di raggiungere i playoff in buona posizione, ora non rimane che evitare la lotteria dei playout, poi se verrà qualcosa di meglio, sarà ben accetto. (NN)

Fonte: FOL – Foto: Pescara Calcio