In ricordo di Paolo De Luca a 10 anni dalla scomparsa

Si è svolto ieri 26 maggio, come annunciato, presso la sala conferenze della Chiesa di Vico Alto l’incontro promosso dal Blog Wiatutti per un ricordo, a dieci anni dalla sua scomparsa, del compianto e mai dimenticato Presidente Paolo De Luca “ L’Uomo dei Sogni”.

La serata condotta da Luciano Sardone e il blogger Simone Bernini, tifosi del Siena e amici dell’Ing. De Luca ha previsto una serie di interventi al fine di tratteggiarne la figura umana e sportiva.

Al cospetto di una platea composta da volti noti della tifoseria senese che hanno avuto modo di ripercorrere quella lunga cavalcata che ci portò da una serie B stentata ad una realtà nazionale di Serie A, i relatori si sono susseguiti piacevolmente. Ognuno cercando di tratteggiarne la figura: prima in famiglia con un emozionato Dario De Luca in rappresentanza della famiglia del De Luca. Poi a seguire con un interessante intervento di Marco Bianciardi che ne ha sottolineato e tratteggiato la dote innata di grandissimo comunicatore. Per passare poi ad altri aspetti con Tommaso Refini che ne hanno rimarcato le doti di condottiero sportivo, mai domo sempre pronto ad alzare quell’asticella fino all’impossibile ma che poi invece puntualmente veniva raggiunta e superata. Dote questa solo dei grandi.

Infine la serata si è impreziosita degli aneddoti gustosi e a tratti struggenti di Stefano Osti segretario a quel tempo del Siena così come ora e che ne ha ripercorso le vicende, le partite e il rapporto fra De Luca, società, procuratori, giocatori, allenatori. In particolare con Papadopulo.

In una serata dominata da una sottile linea rossa di struggente malinconia ma che mai ha oltrepassato i limiti della retorica lasciando sempre spazio al sorriso e talvolta anche a fragorose risate e applausi a scena aperta oltre che i relatori, piano piano, anche la platea si è idealmente unita. Molti dei presenti quindi hanno voluto ricordare personalmente De Luca riportando ora un aneddoto ora una riflessione su quello che ha significato per Siena e i Senesi l’avvento di questa persona. L’Uomo dei Sogni appunto che ha saputo sempre, talvolta anche combattendo contro certi poteri forti di allora che mal digerivano la sua popolarità, mantenere le sue promesse al popolo Bianconero.

Da menzionare l’intervento di Giovanni Mazzini, storico imitatore personale del De Luca ai limiti della perfezione, ed alcuni brani audio riproposti e tratti dalle famose e storiche trasmissioni dei Roburloni e Siena-Germania 4 a 3.

La serata si è quindi conclusa con tanti sorrisi e con spensieratezza e, dopo avere salutato calorosamente Dario De Luca per la sua presenza e che ancora una volta non ha mancato di fare arrivare idealmente un abbraccio a tutta Siena e i senesi, molti dei presenti si sono trasferiti per una conviviale e informale cena innaffiata da un sincero vino rosso. Come sicuramente sarebbe piaciuto a Paolo De Luca. L’Uomo dei Sogni. (Federico Castellani)

Fonte: Fol