In edicola il numero di Marzo di Mesesport

Sono alcuni dei tanti eventi in programma sulle nostre strade dalla primavera all’autunno prossimo, a fare da apertura al numero di marzo di Mesesport. Quegli stessi eventi che faranno calare nel territorio senese migliaia e migliaia di cicloamatori e podisti, con buona pace di quelli che… ‘A Siena ‘un c’è mai niente”.

Relativamente alle due squadre di vertice, discontinue protagoniste di una stagione priva di autentiche soddisfazioni, spiccano gli articoli:”Purchè sia un punto di partenza

e non di arrivo”; “Ma ‘a nuttata è passata o no?”; “Chi perde ‘un cogliona”; “Ricordati di… non ricordare”; “Che l’Ardenza però non diventi un caso isolato” per quanto riguarda la Robur.

I biancoverdi sono invece analizzati negli articoli: “Mens Sana all’agrodolce”; “Quindici giorni per evitare scenari imprevisti”; “Ora c’è solo da incrociare le dita” e “Aspettando che cambi la

musica…” .

Oltre a Virtus, Costone , Polisportiva, scherma, Ultramarathon, volley, Strade Bianche e atletica leggera, le rubriche: “Anche nello sport senese le bandiere si faranno un altr’anno”, “Figurine” e “Quando vince l’ottimismo della volontà”, oltre a sessanta foto a colori.

Fonte: Mesesport