IN ATTESA DI UNA FIRMA CHE NON ARRIVA….MA CHE ARRIVERA’. DEVE ARRIVARE!

Tra Stronati e Beretta sono in corso una serie di contatti che dovrebbero portare alla firma del contratto.

Il motivo del ritardo è da ricercarsi in alcuni aspetti contrattuali che, per quanto ne sappiamo, non sembrano insormontabili.

Ma veniamo ai fatti cercando di riassumere le ultime frenetiche ventiquattro ore.

Ieri Stronati si incontra a Roma con l’allenatore e viene raggiunto un accordo di massima per cui Beretta siederà per la terza volta, sulla panchina del Siena.

Tra i molti aspetti affrontati ce ne sono due su cui il mister è irremovibile: la durata del contratto e il rafforzamento della squadra.

La società è d’accordo su tutto ma vorrebbe quantizzare parte dell’ingaggio in base ai risultati raggiunti, sia in questa stagione che nella prossima.

In pratica se Beretta chiede 10 la società gli offre 8 più 2 a salvezza raggiunta.

Anche il secondo anno di contratto prevede una formula simile prendendo in considerazione, con tutti gli scongiuri del caso, tutti i possibili scenari.

Su questo aspetto contrattuale si sta trattando in queste ore, ma considerando che le richieste di Beretta rientrano ampiamente nei parametri medi crediamo che tutto sarà superato a breve, anche perché sarebbe assurdo il contrario.

Questa sera, al termine della partita, il presidente Stronati ha avuto un contatto con il procuratore Pastorello e domani dovrebbe esserci la tanto agognata fumata bianca.

Altre ipotesi non le vogliamo nemmeno prendere in considerazione.

Se tutto si definirà entro domani, sabato mattina ci dovrebbe essere la presentazione. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online