IL TRAPPOLONE DI GHIACCIO

Sotto un freddo scianguinante la ROBUR abbatte la ROMA con un bel rigore del buon CALAIO’ (VOTO 6,5 per il perfetto penalty) centrando un’importantissima vittoria nella corsa salvezza.

I preoccupatissimi romani giungono allo stadio convinti di trovare un mite ambientino stile Minsk in pieno inverno, con 50 centimetri di neve e una temperatura oscillante tra i -10 e i -20 gradi.

Colti così alla sprovvista dalle inospitali quanto assassine condizioni metereologiche, finiscono per trovarsi di fronte una ROBUR agguerrita e vogliosa di vincere che parte subito a testa bassa caricando lo straniero ospite indesiderato.

La robusta difesa e il centrocampo da battaglia fatto dal solito incontenibile GAZZI (VOTO 8 furia rossa) , VERGASSOLA (VOTO 6,5) e con un GIORGI sempre più in crescita (VOTO 6,5) contengono bene le asfissianti ragnatele di passaggi degli uomini di LUIS ENRIQUE.

Giusto il tempo per DESTRO (VOTO 7 per i calci regalati ai difensori) e per CALAIO’ di mangiarsi due goal clamorosi che gli infreddoliti tifosi presenti si trovano già proiettati nel secondo tempo.

Tutto sembra procedere al meglio quando all’improvviso, nel bel mezzo di una tranquillissima azione di gioco, l’unnico KJAER (VOTO 8 per il tempismo) decide di stendere inspiegabilmente DESTRO in piena area di rigore regalando all’arciere bianconero la ghiotta opportunità di scatenare la gioia dei tifosi senesi.

Uno a zero!

Dopo una serie di tocchettature generali la ROMA non sa più che pesci prendere e SANNINO ne approfitta tirando fuori dall’almanacco delle tattiche un’arma dalle note antiche: l’arrocchettamento difensivo.

Via tutte le punte (nel dubbio non ce n’erano nemmeno in panchina) e modulo a muro per respingere gli sterili attacchi della narcisistica squadra giallorossa.

Ma la sofferenza dura poco e l’irritante ROCCHI (VOTO 5 per l’ostilità dimostrata) concede il triplice fischio finale.

Grande SIENA: compatto, aggressivo, voglioso di vincere. Un plauso davvero a tutti i lottatori bianconeri con una nota di merito alla prova del buon DEL GROSSO (VOTO 7 cuor di leone).

E domenica andiamo a LECCE contro una diretta concorrente: una partita dura ma che la ROBUR affronterà con una buona tranquillità e con la consapevolezza di avere due risultati utili su tre a disposizione.(Senio Losi)