IL TIRRENO ONLINE ANNUNCIA LA VENDITA DEL SIENA

La notizia che rimbalza da Siena è clamorosa. Luca Pomponi sembra destinato ad essere il nuovo direttore generale del club bianconero. Ma non è il solo cambiamento, perchè, nel progetto che sta prendendo corpo in queste ore, è previsto il trasferimento in massa al Siena di quasi tutto lo staff dell’ultima, rovinosa stagione del Pisa Calcio.

Per inquadrare la vicenda occorre fare qualche passo indietro. E’ da tempo infatti che a Siena si discute del cambio al vertice, in sostanza dell’avvicendamento del presidente Lombardi Stronati. Il Monte dei Paschi, che ha più di una voce in capitolo nelle strategie della società bianconera, ha fatto valere il suo peso per arrivare ad una svolta. Che adesso ha anche un nome e cognome: Nicola Ermini, noto commercialista fiorentino, che sta lavorando per acquisire la maggioranza del pacchetto azionario del Siena. Ermini è un professionista titolare di un vasto patrimonio immobiliare, oltre ad essere il consulente di importanti dinastie delle finanza italiana. Ad di là del ritratto di Ermini, quello che conta in questa vicenda è la sua amicizia con la famiglia Pomponi. Il commercialista fiorentino, spinto dal Monte a fare l’operazione, è personaggio molto impegnato e digiuno di calcio. Il contatto con Pomponi è avvenuto in questo contesto.

Sull’operazione di acquisizione del Siena emergono nel frattempo anche dei dettagli, a rendere il tutto ancora da concretizzare, ma verosimile. Ermini rileverebbe l’81% delle azioni, il restante 19 sarebbe nelle mani del potente istituto bancario. La settimana prossima sarebbe prevista la costituzione della nuova società.

Poi, entro la metà del mese, saranno definite tutte le cariche. E qui, al di là di Pomponi, gli agganci con il Pisa Calcio si sprecano. Un ruolo importante, nel nuovo organigramma, sarebbe previsto per Fabio Taccola.

Un altro personaggio che seguirebbe Pomponi è Luca Adamo, che avrebbe, come a Pisa, la carica di amministratore delegato. Ulteriori candidati al passaggio al Siena sono Stefano Sbrana, già responsabile del settore giovanile nerazzurro; e anche il ragioniere Magagnini, il commercialista di Viareggio finito sotto i riflettori dopo gli accertamenti della Covisoc. (Il Tirreno Online)

 

Notizie di questo genere girano da mesi e, guarda caso, vengono alla ribalta solo quando la squadra si trova in un momento di presunta difficoltà.

Quello del Sig. Pomponi, sotto la cui presidenza, due mesi fa, è stato cancellato il Pisa, è un nome che ricorre spesso in queste tipo di “notizie”, basti ricordare la clamorosa bufala di tuttomercatoweb che alcuni mesi addietro aveva addirittura ufficializzato il passaggio delle azioni da Stronati allo stesso Pomponi.

Il nostro ruolo, in questi casi, è quello di indagare e, se possibile, dare voce ai diretti interessati che, in piena e totale libertà, possono confermare o smentire e, questo comportamento, consente di fornire a tutti i lettori gli strumenti giusti per valutare la credibilità della notizia.

Tralasciando il sig. Pomponi che, con tutto il rispetto non sappiamo nemmeno chi sia, abbiamo interpellato la Banca Monte dei Paschi e il presidente Lombardi Stronati che, in completa sintonia, smentiscono categoricamente ed energicamente la notizia che, a questo punto, non è più una notizia ma una gigantesca ca….volata. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online