Il terreno di gioco torna all’antico splendore

L’opera di maquillage del nostro stadio va avanti e un altro particolare, non trascurabile, va ad abbellire il complesso. Come si vede dalla foto sul terreno di gioco sono riapparse, dopo anni e anni di assenza, alcune geometrie legate alla modalità di taglio dell’erba, quelle che l’indimenticabile Olinto chiamava “pettinature”. Due mesi di lavoro, una nuova semina del manto erboso e l’utilizzo di macchinari adatti hanno permesso la trasformazione e il risultato è di grande impatto visivo oltre che funzionale, come si addice al Siena….capolista!

Fonte: FOL