Il Siena si tuffa sul mercato. Il punto della situazione

È in continuo fermento il mercato del Siena, impegnato nell’assicurarsi nuovi elementi per migliorare la propria rosa in vista di un girone di ritorno che sarà decisivo. Dopo le ufficialità di D’Iglio e Orlando, la società bianconera lavora adesso ad altri nuovi innesti. La priorità assoluta va al numero 9, una prima punta che possa fare la differenza. Diversi i profili considerati tra D e C, si attendono novità nei prossimi giorni. Attenzione rivolta anche a un possibile nuovo innesto a centrocampo, un arrivo che – così come nel caso di Nunes e D’Iglio – potrebbe portare a una conseguente partenza. Di centrale importanza il 2002, la famosa pedina under fondamentale per gli equilibri della Serie D. Si punta a un duttile esterno destro, ricerche avviate da tempo sul mercato e diversi i ragazzi aggregati in prova al gruppo di Gilardino in questo periodo.

Per quanto riguarda le uscite, si cerca sistemazione a Mahmudov. Al numero 10 voluto da Gevorkyan e mai calatosi a pieno nell’esperienza senese si uniranno uno o due giovani che hanno trovato poco spazio o hanno voglia di cambiare aria. A dire addio al bianconero sarà Edoardo Bedetti, classe 2002, che rientrerà formalmente alla Pro Vercelli da dov’è giunto in prestito con diritto di riscatto in estate. Con la partenza del terzino non si esclude che le pedine 2002 in entrata non possano raddoppiare. Valutazioni in corso.

In attesa della decisione definitiva di Guberti, il Siena ha intanto chiuso per un jolly offensivo: Fabio Padulano dal Bisceglie. Classe ‘94, la duttile ala destra ha collezionato 17 presenze nel Girone C di Serie C e vanta buoni trascorsi tra terza e quarta serie. Si unirà ai bianconeri con un contratto di un anno e mezzo e sarà disponibile dal 25 febbraio, un mese dopo la sua ultima partita da professionista.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL